11 aprile: Giornata Mondiale Parkinson

In tutti i Paesi del mondo l’11 aprile si celebra la Giornata Mondiale per la lotta contro il Parkinson, malattia neurodegenerativa progressiva che è la seconda patologia neurologica più diffusa dopo l’Alzheimer.

8aprile 2018 da Alberta Tellarini, vice presidente Associazione Pisa Parkinson

Quanti sono esattamente i malati di Parkinson in Italia non è dato sapere, non esistendo database affidabili: stime basate sul consumo dei farmaci specifici, combinate con esenzione per patologia e attestazioni INPS per invalidà e disabilità, portano ad ipotizzare non meno di 500.000 persone, mentre le stime ufficiali, per di più non aggiornate, parlano di 250.000 persone, dato sul quale viene calibrata, e quindi sottostimata, la spesa sanitaria destinata a questa patologia: una delle tante prove dell’insufficiente attenzione verso il mondo del Parkinson, nonostante le apprezzabili indicazioni fornite dal Ministero della Salute attraverso il Piano Nazionale della Cronicità del 2016 (http://www.salute.gov.it/imgs/C).

In Toscana, a fronte della presenza di Centri di eccellenza, non esiste un Percorso diagnostico terapeutico assistenziale per il Parkinson, ma solo generiche indicazioni, seguite in modo difforme, che lasciano troppo spesso i malati in una situazione di smarrimento, quasi di abbandono dopo la diagnosi e la terapia farmacologica. Questo è il motivo che ha indotto le Associazioni toscane, sotto la guida del loro Referente Tecnico dott. Enzo Zini, ad avviare una serie di contatti con la Regione con alcune richieste ben precise: presa in carico globale, multidisciplinare e multiprofessionale, all’interno di un percorso codificato, applicato in modo omogeneo su tutto il territorio regionale, ed aggiornato costantemente sulla base delle migliori pratiche via via emergenti; percorsi riabilitativi ambulatoriali e residenziali all’interno del territorio locale; maggiore informazione sulla malattia e sulla sua gestione; database dei Parkinsoniani toscani.

Molte sono le novità che in tempi recenti si sono profilate nel mondo del Parkinson: accanto alla ricerca, che spazia dai settori più diversi (farmacologia, neurochirurgia, neuroscienze, robotica, ecc.), anche in Italia si va affermando un nuovo paradigma, basato su una sempre maggiore e convinta attenzione per gli interventi adiuvanti, di supporto alla terapia farmacologica, che possono non solo migliorare la qualità di vita dei malati, ma anche accrescere l’efficacia dei farmaci: fisioterapia, dietoterapia, terapia occupazionale, logoterapia, psicoterapia e tecniche mentali, attività motoria continuativa e quanto più possibilmente intensa, ecc., all’interno di una rete di servizi integrati.

Vanno in questa direzione le iniziative di LIMPE DISMOV, con i suoi webinar interattivi (https://www.accademialimpedismov.it/page/webinar-pazienti) per diffondere informazioni corrette sulla malattia di Parkinson, affrontando argomenti proposti da malati e familiari; e le molteplici iniziative delle varie Associazioni nazionali: AIP-Associazione Parkinsoniani Italiani (https://www.parkinson.it/aip.html), Parkinson Italia (http://www.parkinson-italia.it/), Unione Parkinsoniani (http://www.parkinsonitalia.it/), Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani (http://www.parkinsongiovani.com/), Comitato Italiano Associazioni Parkinson, costituito da pochi mesi, ma già molto attivo (http://comitatoparkinson.it/, https://it-it.facebook.com/comitatoparkinson/).

Su uno di questi consigli merita riflettere in modo particolare: prendere contatto al più presto con la più vicina Associazione Parkinson, che può offrire condivisione, sostegno, informazioni, anche relativamente alle opportunità riabilitative presenti sul territorio, informazioni particolarmente valide per i malati giovani e per i neo-diagnositicati, perché quanto prima si inizia un programma di mantenimento e di riabilitazione, tanto migliori saranno i risultati.

Associazioni Parkinson del territorio locale

Recommended For You

About the Author: Pisorno

9 Comments

  1. Hello, i read your blog from time to time and
    i own a similar one and i was just curious if you get a lot of spam comments?
    If so how do you stop it, any plugin or anything you can recommend?
    I get so much lately it’s driving me insane so any help is
    very much appreciated.

  2. certainly like your web site however you need
    to test the spelling on several of your posts. Several of them are rife with spelling problems and I in finding it very troublesome to
    tell the reality nevertheless I’ll definitely come again again.

  3. I wаs wonderong if yoᥙ ever thouցht of cһanging the structure of
    your website? Its very well written; I love what youe got to say.
    Buut maybe you could a little more in the wayy of content soo peoⲣle could connеct with it bettеr.
    Youve got an awfᥙl lot of text for only having 1 or 2 pictures.

    Maybe you could space it out better?

  4. I ᴡas suggested this web site by waу of my cousin. I am not sure whether or
    not this submit is written througһ him as no one else recognise such particular approximately my difficuⅼty.
    You’re incredible! Thanks!

  5. Unquestionably imagine that that you said. Your favorite reason seemed to be at
    the net the simplest thing to keep in mind of. I say to you, I certainly
    get annoyed at the same time as people think about
    worries that they just do not realize about. You controlled to hit the nail upon the top as smartly as defined out the entire thing with no
    need side effect , other people can take a signal.
    Will probably be again to get more. Thanks

  6. Ιt’s hard to come by knowleɗgeabl people in thiѕ particular subject, but you seem
    like ʏou know what you’re talkіng about!
    Thanks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.