03202019Headline:

The Cage: doppio live con i SuRealistas venerdì 8/3 e con i Tre Allegri Ragazzi Morti sabato 9/3

Con il “Sindacato dei Sogni” dei Tre Allegri Ragazzi Morti e i SuRealistas questo weekend il The Cage cala il bis

6 Marzo 2019, da CapoVerso

I pilastri assoluta della musica indipendente italiana arrivano sul palco del Teatrino sabato 9 marzo. Il fine settimana vede una doppietta veramente di lusso, con il focus puntato su via del Vecchio Lazzeretto già da venerdì 8 marzo con l’esotismo dei SuRealistas. E, come sempre, si balla con Orto Dance e My Generation

VENERDÌ 8 MARZO. Fra il “realismo del Sud” e gli azzardi visionari e onirici in musica, attraversando la tradizioneispanica e ispanoamericana, l’inarrestabile ritmo del flamenco, i nostalgici tanghi, le intimità cantautoriali e i ritmi afrocubani, per sconfinare in sentimenti jazz e in “frenesie da bailanta”: è un vero proprio viaggio quello che i SuRealistas porteranno sul palco del The Cage nella serata della “festa della donna” (ingresso a 5 euro). Ottetto cosmopolita, composto da tre fratelli argentini più cinque elementi provenienti da tutta Italia, nel 2018 vincono il Bando Sillumina SIAE e intraprendono un tour internazionale che vanta ben 10 date in 5 diverse nazioni europee, tra cui Trefpunt Festival/GentseFeesten in Belgio, The KulturPunkt e Afropfingsten Festival in Svizzera, Le K’féQuoi e Le Black Sheep in Francia, De Nacht Van de Kaap Festival in Olanda e MieVGeislingen an derSteige e Peissnitzhaus in Germania. Senza mai allontanarsi dalla loro idea di musica, fatta d’ironia, esuberanza e interazione con il pubblico, il cantato in spagnolo accompagna un’alchimia unica, fatta di spregiudicatezza della giovane età, capacità compositiva e di arrangiamento originale e un talento strumentale fuori dal naturale. Questa la line-up dei SuRealistas: Jeremías Cornejo (voce, chitarra, ukulele), Francesco Messina (voce, percussioni), Agustín Cornejo (voce, chitarra), Mauro La Mancusa (tromba), Joaquín Cornejo (sax alto, pianoforte), Gianni Valenti (sax tenore), Matteo Bonti (contrabbasso), Pietro Borsò (percussioni).
A seguire, la palla passa come di consueto a Matteino Dj, pronto a capitanare il venerdì sera targato Orto CageOrto Dance al The Cage, con ingresso a 7 euro fino all’una (10 euro dopo), consentito ai nati dal 2001 in poi; sempre attivo per tutto il weekend il servizio taxi a tariffa concordata.

SABATO 9 MARZO. “Le giornate passate a registrare e ascoltare musica nell’accogliente cucina dell’Outside Inside Studio hanno in breve rafforzato la linea musicale del lavoro. Television, Dream Syndicate, Grateful Dead, presenti costantemente nelle discussioni attorno ai brani, e ancora Neu!, Can, Kraftwerk: no musica italiana, poca musica dell’ultima ora. Session lunghe, sfide fra i chitarristi Enrico, Matt e Andrea, passeggiate nel bosco edormite nella grande sala di ripresa, fra gli strumenti; quattro dei dieci brani sono stati scritti nei giorni delle registrazioni e questo certifica l’atmosfera d’ispirazione che il luogo ha regalato”. Con queste parole gli stessi Tre Allegri Ragazzi Morti raccontano la produzione del loro ultimo lavoro “Sindacato dei Sogni”, che porteranno sul palco del The Cage il prossimo 9 marzo. La band mascherata si lancia prepotentemente nel 2019 (a 25 anni dalla formazione) con un disco dal nuovo respiro che è capace però di guardare al passato del gruppo. Uscito per La Tempesta, l’etichetta indipendente fondata proprio dal gruppo stesso, e la distribuzione di Believe/Master Music, con all’interno psichedelia, chitarre acquatiche e sognanti e batterie essenziali: “Sindacato dei Sogni” è un grande omaggio al rock psichedelico degli anni ’80 (a partire dal titolo, traduzione di The Dream Syndicate, il gruppo californiano formato nel 1981 da Steve Wynn, massimo esponente del movimento musicale Paisley Underground), e pone il focus sull’umanità della musica, riportando al centro del sound l’incontro musicale tra Davide Toffolo, Luca Masseroni ed Enrico Molteni. Registrato nella casa di pietra persa nel bosco in provincia di Treviso di Matt Bordin (in cabina di regia per il trio di Pordenone), il nuovo disco è per la band un modo per guardare al futuro utilizzando le basi solide del passato, e si avvale di collaborazioni di artisti importanti della scena musicale italiana: Francesco Bearzatti (sax), Davide Rossi (arrangiamento d’archi), Nicola Manzanaka Bologna Violenta (Rhodes) solo per citarne alcuni. Dal disco sono stati inoltre estratti i videoclip dei brani “Caramella”, “Bengala”, “Calamita” e “Una ceramica italiana persa in California”. Ulteriore passo avanti in una carriera già stellare (10 dischi pubblicati, live infiniti dai concerti nei club alle collaborazioni con Jovanotti e Adriano Viterbini), i Tre Allegri Ragazzi Morti sono pronti a scuotere gli animi e i cuori del pubblico livornese: il via al live alle 22.30 (porte aperte alle 22, ingresso 15 € + d.p.). Dopo il concerto si balla come ogni sabato con My Generation – Cage Night Party, lo show unico del dancefloor livornese del momento, a ingresso libero riservato ai nati dal 2001 in poi. Sempre attivo, inoltre, per tutto il weekend il servizio taxi a tariffa concordata.

 

 

INFO

info@thecagetheatre.it – Cageline 392 8857139

Prevendite aperte a breve su circuito VivaTicket.

Puoi acquistare i biglietti online:

https://www.vivaticket.it/ita/event/tre-allegri-ragazzi-morti/124682

 

Puoi acquistare i biglietti presso il punto vendita Vivaticket più vicino a casa tua
https://www.vivaticket.it/ita/ricercapv

Puoi acquistare i biglietti, senza alcun costo di prevendita, presso la biglietteria del The Cage, aperta tutte le sere con eventi in programma. Vai su: www.thecagetheatre.it

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)