06182018Headline:

Approvati a Livorno i piccoli lavori per la sicurezza stradale

Nel corso dell’ultima giunta del 2016, è stato approvato un pacchetto di progetti sulla sicurezza stradale, con uno stanziamento complessivo di 100 mila euro

2dicembre 2017 da Comune di Livorno

“Abbiamo fatto tesoro – commenta l’assessore Vece – delle segnalazioni e dei rilievi che le persone hanno fatto agli uffici tecnici nel corso di questi mesi. Si tratta di 16 interventi diretti a migliorare la sicurezza stradale, puntando anche a regolamentare meglio le soste e il flusso dei mezzi e al rifacimento di molta segnaletica orizzontale e verticale. Insomma abbiamo cercato di trovare delle soluzioni rapide a delle situazioni di criticità evidente”

Ecco la scheda tecnica degli interventi previsti:

Modifica della fermata dello scuolabus di Via di Montenero: attualmente i ragazzi scendono dal lato destro, trovandosi nel mezzo della corsia di scorrimento. Si prevede quindi lo spostamento della fermata sul ciglio destro con spostamento di parte della sosta veicolare e istituzione di divieto di sosta sul ciglio sinistro oltre ad un attraversamento pedonale.

Modifica sensi di marcia area compresa fra Via dell’Agave, Via degli Scarronzoni e Via delle Abetelle: poiché il doppio senso di marcia crea problemi durante le manovre di attraversamento o immissione, si prevede la realizzazione dei sensi unici e la razionalizzazione della sosta, oltre all’istituzione di una “zona 30”.

Modifica sensi di marcia fra Via Lepanto, Via Brin e Via Betti: si prevede la realizzazione dei sensi unici e la razionalizzazione degli stalli sosta.

Realizzazione segnaletica orizzontale e verticale in Via Olanda e regolamentazione della sosta.

Modifica sensi di marcia veicolari e provvedimenti vari per la sosta in Via delle Cateratte per la massiva presenza di autoarticolati. Si prevede l’istituzione del senso unico di marcia e la creazione di un’area di sosta che permetterà l’attesa di accedere alle aree di stoccaggio. Invece la porzione sud di Via delle Cateratte verrà mantenuta a doppio senso di marcia per permettere sia l’ingresso che l’uscita dall’area ex Borma. Si prevede inoltre di realizzare isole a raso a ridosso dei passi carrabili per migliorare la visibilità.

Apertura Via dei Fabbri e regolamentazione di una nuova intersezione oltre a provvedimenti in Via Nord. Attualmente c’è una forte presenza di autoarticolati in transito sia in Via Nord che in Via Provinciale Pisana con relativa concentrazione di gas inquinanti anche in virtù della presenza dell’impianto semaforico tra Via Nord e Via Firenze.

Quartiere Fabbricotti – Borgo: qui risulta difficoltoso il collegamento verso il centro in virtù dei sensi di marcia presenti nell’area di Piazza Matteotti, Via Mangini e Borgo dei Cappuccini. Si prevede l’istituzione di sensi unici per decongestionare le strade interne al quartiere, spostando i flussi veicolari sugli assi principali di scorrimento.

Via dell’Origine nuovo senso unico e regolamentazione della sosta. Il tratto fra Corso Amedeo e Via Battisti attualmente è a doppio senso di marcia con fenomeni di “sosta selvaggia” e congestionamenti. Si prevede l’istituzione di senso unico di marcia in direzione nord-sud con istituzione di sosta veicolare e ciclomotori su entrambi i lati.

Modifica impianto semaforico intersezione Mameli/Marradi/Montebello. Questa configurazione poiché crea delle difficoltà nelle manovre di svolta sarà riprogrammata con l’aggiunta di un’installazione di lanterne semaforiche che semplificheranno le manovre di svolta da Via marradi vs Via Mameli.

Provvedimenti in Via Zeme, dove si prevede di istituire un senso unico alternato e un divieto di fermata.

Realizzazione parcheggio in Via Settesanti, dove ora c’è un’area di sosta non regolamentata sarà completata la realizzazione di un parcheggio con relativa segnaletica orizzontale e verticale.

Modifica sensi veicolari area compresa fra Viale Cassa di Risparmio, Via Maestri del Lavoro: le ristrette sezioni delle carreggiate che ospitano anche aree di sosta non permettono il regolare scorrimento dei flussi veicolari. Qui saranno creati alcuni sensi unici di marcia e una “zona 30” in Via Ferrigni compresa fra Via Venuti e Viale Cassa di Risparmio.

Divieto di transito in Via Negrelli mediante restringimento fisico di carreggiata: attualmente la strada è costituita da una carreggiata con sosta su un lato, però il transito di autoarticolati ne condiziona il regolare deflusso veicolare. Si prevede l’installazione di new jersey in modo tale da restringere fisicamente la carreggiata e l’istituzione di un divieto di transito per gli autoarticolati.

Posa di parapedonali in Via Magri e provvedimenti in Via Masi: attualmente il tratto compreso fra Via Provinciale Pisana e la medesima Via Magri ospita l’accesso al sottopasso pedonale, nella suddetta sezione stradale si crea una conflittualità fra i ciclomotori, autoveicoli e i pedoni stessi. Attualmente autoarticolati e bus in direzione “uscita” dalla città percorrono la Via Masi, attraversano Via Giacomelli, per raggiungere lo svincolo della Variante Aurelia, tale itinerario fa si che i mezzi attraversino zone residenziali con grosse problematiche a livello di conflittualità con pedoni. Si prevede l’installazione di paletti parapedonali nella porzione di Via Magri dove è presente il sottopasso pedonale. In Via Masi si prevede l’istituzione di un senso unico di marcia che imponga agli autoarticolati la percorrenza in direzione sud-est e ricollegarsi quindi all’area di Porta a Terra per raccordarsi con la Variante Aurelia.

Riorganizzazione della sosta in Via Magenta, dove attualmente è presente un sistema di rilevamento mediante spire per l’attivazione dell’impianto semaforico Magenta/Corso Amedeo, ma la presenza di autovetture in sosta abusiva ne pregiudica il corretto funzionamento. Si prevede quindi la riorganizzazione della sosta in modo tale da ricavare maggiori stalli per carico-scarico e sosta residenti in modo tale da “liberare” la corsia riservata al trasporto pubblico locale.

Realizzazione di attraversamenti pedonali, ubicati in differenti zone del tessuto urbano cittadino, per garantire la sicurezza dei pedoni nelle fasi di attraversamento della carreggiata, mediante la realizzazione di rampe di accesso a livello dei marciapiedi e idonea segnaletica orizzontale e verticale.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)