01252021Headline:

“Che brezza che fa” il 24 febbraio al Ristorante Lounge, Marinara di Pisa. Iniziativa per il regatante e chi esce in mare per diporto

Le previsioni meteorologiche attirano sempre l’attenzione di tutti e i nostri smartphone hanno tutti una o più app dedicate.  

Non si esce di casa senza le previsioni per la giornata, figuriamoci quando si deve o si vuole uscire in barca. 

20 febbraio 2017 redazione

Purtroppo la meteorologia, per quanto siano stati fatti grandi passi avanti nelle previsioni, richiede ancora molta attenzione nell’interpretare i segni del cielo e nel leggere le previsioni. Lo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa organizza una serata nella quale affrontare un aspetto particolare della meteorologia legati al mare, alla navigazione sia da diporto che per le regate e per stimolare un approccio critico alla previsione “preconfezionata” grazie alla partecipazione di Andrea Boscolo.

Il velista veneto, stratega per i principali Team internazionali, sul podio a Campionati Mondiali, Europei, Italiani e in varie regate internazionali,  metterà a disposizione questa sua esperienza in strategia, analisi e previsione meteorologica per la valutazione delle condizioni meteo-marine-climatologiche dei campi di regata.
Boscolo è responsabile area sport di Meteo Sport, una linea di ricerca dell’unità operativa di psicologia dello sport all’Università di Torino ed ha guidato il settore meteorologico della squadra olimpica italiana.

La serata, che sarà preceduta dal un buffet, si svolgerà al Ristorante-Lounge Bar Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa al Porto venerdì 24 febbraio alle ore 20 e vedrà Boscolo affrontare il tema delle brezze marine: “Che brezza che fa” , il titolo dato alla serata utile per  il regatante ma anche chi esce in mare solo per diporto.

Informazioni e iscrizioni: info@ycrmp.com ; 388 7348108

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +5 (from 5 votes)

32 Responses to "“Che brezza che fa” il 24 febbraio al Ristorante Lounge, Marinara di Pisa. Iniziativa per il regatante e chi esce in mare per diporto"