10172017Headline:

Domenica 1 ottobre a Livorno, l’Unione Civile tra Yuri Nigiotti e Francesco Renda. Rifondazione Comunista: “L’Amore è uguale per tutti”

29settembre 2017 da Rifondazione Comunista, Livorno

Domenica 1 ottobre, presso il salone delle cerimonie del Comune di Livorno, alle ore 11:15, si celebrerà l’Unione civile tra Yuri Nigiotti e Francesco Renda, Segretario Federazione PRC livornese

“Un passo così importante che vede protagonisti un nostro militante ed il Segretario della Federazione livornese di Rifondazione Comunista è una cosa che riempie di gioia la nostra comunità politica.”

Questo tipo di riconoscimento pubblico dell’amore e dell’impegno reciproco tra due persone dello stesso sesso ha faticato ad affermarsi in Italia, ed ancora non ha raggiunto uno stato di parità formale assoluta con l’unione matrimoniale; questo aggiunge una dimensione politica alla natura festosa dell’evento, visto l’impegno del nostro partito e dei compagni Yuri e Francesco sulle tematiche dei diritti LGBT.

La cerimonia verrà celebrata dal Vicepresidente del Partito della Sinistra Europea, Paolo Ferrero (già Segretario Nazionale di Rifondazione Comunista ed ex Ministro della solidarietà sociale), e l’unione tra Yuri e Francesco sarà una delle storie della nuova stagione della trasmissione RAI “Stato civile – L’Amore è uguale per tutti”.

Ovviamente auguri e felicitazioni da parte di tutta la redazione di pisorno.it:

“…che serenità, felicità e complicità coronino il vostro grande sogno e, vi siano compagni nella vostra unione”

Le felicitazioni del Decano della Chiesa Protestante Unita, Rev. Andrea Panerini, che sarà presente all’avvenimento:

“Molti mi hanno chiesto perché vada ad una cerimonia civile di una coppia dichiaratamente atea. Innanzitutto è un avvenimento importante per i diritti civili ed umani nel nostro paesi che la nostra Chiesa da sempre sostiene. Anche se non è una cerimonia religiosa, vedere due giovani, nell’Italia di oggi, che si prometto amore e fedeltà è sempre una cosa che dà grande gioia. Inoltre conosco Francesco Renda da oltre dodici, da quando, nel 2005, entrambi rappresentamti di organizzazioni LGTBQ, facemmo il viaggio con il treno della Memoria ad Auschwitz, un viaggio doloroso, indelebile e importante. Sono esperienze che, al di là delle differenze religiose, legano molto di più di quello che si potrebbe credere, e questa amicizia, poi anche con Yuri, si è consolidata negli anni. Come augurio non posso che citare – mi perdoneranno gli sposi – un versetto dell’apostolo Paolo: “Ora dunque queste tre cose durano: fede, speranza, amore; ma la più grande di esse è l’amore.” (1 Corinzi 13:13) Auguro a Francesco e Yuri una vita comune felice e benedetta.”

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 4 votes)