08182019Headline:

Era stato previsto; Euro ai minimi da 22 mesi. Magia? No! Prove tecniche di ripresa economica (Numero 3). Tutte le strategie sono in atto.

28settembre 2014 di Luca Fiordi, ex analista tecnico dei cicli dei mercati finanziari

Quando nel 2007 i cicli ci comunicavano chiaramente quello che sarebbe accaduto da lì a beve e quindi il crollo degli indici, tutto era molto più credibile, perchè l’essere umano, prevalentemete, se deve scegliere fra la paura e la speranza sceglie la prima. Mi diverto a scrivere e ripresentare certi argomenti per Pisorno.it anche se so che mi potrebbero dare del pane da qualche altra parte; ma ho attaccato i grafici al chiodo; in 20 anni a guardare i grafici non li leggi più, diventi un grafico!
Scherzi a parte, come preventivato nei precedenti articoli (link1) (link2Euro-dollaro), tutte le strategie per riportare ai valori del 2007 l’economia finanziaria e successivamente quella reale sono in atto , chi ha fiuto sa come funzionano certi giochi, sa come le mani forti conoscono il parco buoi (termini del settore, permettetemelo). Quello che mi ha spinto a riproporre queste analisi è il fatto che amo ripristinare certi equilibri e il pessimismo finanziario attuale è un chiaro segnale che alcuni siano in fase di accumulazione.
Ricordo che in piena bolla 2000/1 avvertivo nei cicli e nei grafici un tracollo verticale dei prezzi delle quotazioni, scrivevo (ndr.) che qualcosa di terribile era alle porte..poi ci fu il settembre 2001 che tutti ricorderanno e da lì a poco i miei articoli erano fra i più letti della rete, bene, scusatemi se mi sono perso in questi ricordi, ma fanno parte di me, del resto fra tutti i mali, il potere della rete è quello che ha memoria (vedi Google).
Attenzione, scrivevo tanto per scrivere, ero uno studioso per passione e non ho mai ceduto a fantomatiche offerte, i miei valori, i miei lavori e le mie passioni andavano avanti a tutto.
Ribadisco ancora che il pessimismo è sui massimi, la frustrazione ha coinvolto tutti, il sentiment è come il prezzo delle quotazioni, sale con le scale e scende con l’ascensore…dire adesso che ci sarà la ripresa diventa incredibile, scrivere prima di altri quello che probabilmente e ciclamente potrebbe verificarsi senza ombra di dubbio mi farà prendere sulle scatole da chi ormai, persuaso dal pessimismo globale e non vuole sentirsi dire qualcosa che va contro le loro convinzioni, è accertato che c’è anche chi specula sul disfattismo per trarre vantaggi, è un dato di fatto che c’è chi non accetta questo punto di vista.
Ma è sempre stato così, no problem; tanto poi dopo tutti diranno l’avevo detto. Come per gli immobili, quando il prezzo era basso quasi tutti stavano a guardare, poi il prezzo alzò vertiginosamente e quei quasi tutti iniziarono a dire l’avevo detto. E nel frattempo chi doveva accumulare aveva già accumulato per poi distribuire con tranquillità..ma non perdiamoci in questo, a noi, in Italia, interessa il lavoro.
Ripeto ancora che tutto si gioca sul rapporto Euro Dollaro, per ritrovare il valore attuale 1,2678 bisogna tornare al 5 Novembre 2012, il trend discendente, se le forze speculative opposte d’oltreoceano non metteranno i bastoni fra le ruote, proseguirà il suo percorso pur incontrando ostici supporti e porterà con se tutte le conseguenze positive nell’economia reale e quindi maggior occupazione e inflazione. Sicuramente se avessi scritto che chi ha venduto euro a 1.3 e li ha ricomprati a 1.27, considerando le fantomatiche leve che circolano avrebbe raddoppiato il capitale questa analisi sarebbe stata più ganza, ma questo è il lavoro di altri, io mi soffermo a comprendere le probabili conseguenze sull’economia reale.
Poi tutto tornerà come prima e chi non ha un interesse particolare per volere la crisi, la dimenticherà.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +6 (from 8 votes)