10162018Headline:

Filctem CGIL alla ricerca delle future strategie aziendali di Asa

Zannotti Fabrizio FILCTEM CGIL LivornoIn questi giorni frenetici, facciamo enorme fatica a comprendere il piano industriale o almeno le linee di indirizzo su cui basare le future strategie di ASA.

30maggio 2016  da Fabrizio Zannotti, Filctem  CGIL Livorno

Parliamo di azienda e non di acqua perché ASA è una società complessa nata intorno alla ripubblicizzazione negli anni 70 del settore GAS, sul quale i vari comuni costruirono attorno la società multiutility che oggi conosciamo.

Zannotti CGILFermo restando che per noi l’esito del referendum sulla ripubblicizzazione dell’acqua, va rispettato, la domanda che poniamo alle istituzioni è: come intendono arrivare alla sua realizzazione? Riteniamo che il primo problema da superare sia far entrare nella società i comuni di ATO5 che non ne fanno parte. Occorre ricordare che esistono delle normative nazionali e regionali sul servizio idrico, che dovranno essere rispettate, vorremmo che fosse chiaro che quando nel 2021 si andrà a gara per l’ATO fiorentino chi vincerà quella gara sarà il soggetto che gestirà il servizio idrico regionale.

Per noi l’ASA deve avere un piano industriale e finanziario in grado di continuare sulla strada degli investimenti infrastrutturali e del risanamento, per garantire al territorio un servizio efficiente, di qualità a costi contenuti, superando le criticità esistenti nei diversi settori produttivi per carenza di personale.

  • Questo per mettere Asa in condizione di essere competitiva quando si svolgerà la gara nel 2021. Mentre tutti sono impegnati a combattere guerre puniche , c’è chi si sta organizzando per vincere e noi? tutti persi in una discussione che avrà si e no un margine visivo di 5anni! I comuni ci dicano quale ruolo in questo contesto dovrà avere ASA. Perchè ad ora Non lo abbiamo capito.
  • Stesso discorso vale per la distribuzione GAS, che ruolo vogliono giocare i comuni? Anche qui bisogna essere chiari la Distribuzione GAS va a Gara Pubblica, e non c’e’ certezza di chi vince la gara!
  • ASA parteciperà alla gara? I comuni staranno dentro a qualsiasi soggetto che vincerà la gara?
  • In gioco c’è molto, e questo non può essere trattato con dei POST su internet. ASA esprime eccellenze in questi settori non può diventare uno spettatore di una partita nella quale si fa il tifo per squadre che forse non giocheranno neppure!

Per Livorno Lo spostamento del depuratore è un progetto che da anni stiamo perseguendo non solo perché libererebbe aree importanti per valorizzare il centro cittadino, ma tale spostamento nelle aree di via enriquez consentirebbe di approvvigionare le industrie e la rete portuale di acqua industriale proveniente dal riuso, con vantaggi per l’ambiente, per la riduzione di costi delle imprese e nuova occupazione.

Il presidente Rossi ha parlato di ripubblicizzazione dell’acqua e la creazione di un multiutility regionale di ACQUA, GAS, e RIFIUTI, una idea condivisibile che però ha bisogno di un progetto chiaro e di una tempistica certa. Se non sarà cosi avremo tutti fallito e nel 2021 lo scenario sarà già scritto, e colpirà lavoratori e cittadini del nostro territorio.

Quindi per il bene della città e della provincia crediamo sia necessaria un riflessione seria e importante su quale sia la migliore soluzione possibile senza correre a mettere bandierine ma lavorando affinché si creino opportunità di sviluppo per il territorio a tutela dei cittadini e dei lavoratori.

Pertanto chiediamo l’apertura urgente di un tavolo di confronto tra azienda comuni e organizzazioni sindacali, se cosi non sarà saremo pronti alla mobilitazione del personale.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 4 votes)