02192018Headline:

Nel rilancio del Polo Rosignano, significativi contributi pubblici

È pari a 108milioni di euro, nei prossimi dieci anni, l’importo complessivo degli aiuti che, sotto forma di agevolazioni, andranno a finanziare il programma di sviluppo del sito industriale toscano da parte della multinazionale belga.

1dicembre 2016 da Tiziano Carradoriregione-rossi-mise-solvay

rosignano-zona-industriale-le-morellineConsistente l’intervento di soldi pubblici nel piano di rilancio del Polo industriale di Rosignano codificato dal Protocollo di intesa firmato ieri a Roma dal sottosegretario allo sviluppo economico, Ivan Scalfarotto, dal presidente della Toscana, Enrico Rossi e dall’amministratore delegato di Solvay Group, Jean Pierre Clamadieu.

Il Mise e la Regione Toscana si impegnano a favorire la progettualità del Gruppo Solvay attraverso misure di sostegno riducendo alcune componenti tariffarie che incidono sul costo di trasporto del gas, forme di compensazione rispetto al pagamento delle quote di anidride carbonica prodotte dalle centrali a cogenerazione, favorire l’interlocuzione della multinazionale con la Banca Europea per gli investimenti per ottenere finanziamenti a tasso agevolato. La Regione si impegna ad esentare, a partire dall’inizio del 2017, i grandi impianti di cogenerazione situati all’interno delle aree di crisi industriale complessa dal pagamento dell’addizionale regionale sul gas.

Quello di Rosignano è l’unico impianto in Italia che produce carbonato di sodio, componente fondamentale per l’industria del vetro e per un terzo dell’industria chimica italiana. Anche per l’area industriale si prospetta un nuovo futuro di sviluppo. Solvay si impegna infatti a rendere disponibili i 37ettari di aree libere presenti nel parco industriale di Rosignano per favorire, attraverso la cessione del diritto di superficie o forme equivalenti, l’insediamento di nuove imprese legate da rapporti di filiera o complementarietà rispetto a quelle già esistenti e non concorrenti rispetto al Gruppo o alle società già insediate.

Per favorire la promozione del polo industriale rosignanese, Solvay si impegna inoltre a realizzare uno sportello informativo all’interno del parco industriale – la vetrina del Parco industriale – destinato a offrire a potenziali investitori tutte le informazioni necessarie; creare una banca dati che raccolga tutte le informazioni utili ai potenziali investitori nell’area; predisporre una piattaforma software che renda semplice l’accesso alle informazioni circa l’assetto urbanistico dell’area in raccordo con il Comune di Rosignano.

Il protocollo sottoscritto a Roma durerà 4anni fino al 31dicembre del 2020 e la sua attuazione, che inizierà nel gennaio 2017, sarà monitorata da un Comitato Tecnico di Protocollo, in cui siederanno due rappresentanti del Mise e uno della Regione Toscana e al quale sarà invitato a partecipare un rappresentante di Solvay.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +6 (from 6 votes)