10192018Headline:

Parco di San Rossore: la Conferenza dei servizi ha deliberato il via libera al progetto Route-Agesci. Ora siamo in attesa che i progetti definitivi siano presentati pubblicamente. Il timore è quello che si cechi di mettere i cittadini di fronte al fatto compiuto per far cadere nel dimenticatoio questa decisione

Appello: A tutti coloro che hanno sottoscritto l’appello in difesa di San Rossore o che comunque l’hanno sostenuto

pa1Come certamente saprete il giorno 27 maggio 2014 si è riunita la Conferenza dei servizi che, purtroppo, ha deliberato il via libera al progetto Route-Agesci. Ora siamo in attesa che i progetti definitivi siano presentati pubblicamente.

A questo scopo,almeno da quanto riportato dalle fonti di informazioni locali, la Direzione del parco dovrebbe organizzare una conferenza “stampa nazionale”e di seguito pubblicare gli atti nell’albo del parco. Sinora dunque, del nuovo piano, sappiamo ben poco. Solo indiscrezioni, sentito dire e pour parlè che comunque,anche se scarsamente attendibili, non ci tranquillizzano.

Una cosa è certa: la tenuta  rimarrà chiusa al pubblico, anche alcuni giorni dopo la fine della manifestazione e questo è inquietante.
Sta di fatto che dalla riunione della Conferenza dei servizi sono passati già ben 11 giorni e che nulla sinora è trapelato. Sembra evidente che si voglia prendere tempo e mettere i cittadini (specialmente quelli che si sono espressi in maniera critica nei confronti del mega evento) di fronte al fatto compiuto e nel contempo far cadere nel dimenticatoio il nostro appello. Vorremmo che ciò non accadesse.

pa5Per questo siamo a chiedervi di mobilitarvi ancora una volta per diffondere nuovamente il testo dell’appello tra amici,familiari,la rete, ecc. nel tentativo di incrementare ulteriormente il numero dei sottoscrittori e per  mantenere viva l’attenzione su quanto sta per accadere in tenuta.
Di seguito il testo dell’appello.

Per chi volesse sottoscriverlo si prega di inviare una mail a: sandrospinelli@hotmail.it
Ringraziandovi per quanto vorrete e potete fare, Cordiali saluti – Alessandro Spinelli, Fabio Garbari, Mauro Nozzolini

Articoli precedenti:

http://www.pisorno.it/raduno-nazionale-agesci-a-san-rossore-interrogazione-di-monica-sgherri-in-regione/

http://www.pisorno.it/un-errore-la-collocazione-a-san-rossore-del-campo-di-32000-scout/

http://www.pisorno.it/un-errore-la-collocazione-a-san-rossore-del-campo-di-32000-scout/

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
  • Pisorno

    Appello in difesa di San Rossore (Pisa)
    La lettura – e rilettura – delle 74 pagine dello “Studio di incidenza” proposto dall’Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani per poter giustificare un raduno nazionale in San Rossore, previsto per il mese di agosto, provoca a chi scrive non tanto una sensazione di sgomento ma uno stato di vero allarme per quanto riguarda l’opportunità di tale manifestazione in un luogo che, caro ai Pisani e ai Toscani – e non solo -per la sua storia granducale, poi reale e quindi repubblicana, rischia danni e alterazioni ambientali forse non irreversibili ma certo non riparabili in pochi anni. Il documento intitolato “Studio di Incidenza” merita qualche commento, visto che ben pochi ne sono a conoscenza e che lo stesso Comitato Scientifico del Parco Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli non risulta essersi espresso, come prevedono le norme, al proposito.
    La procedura per la valutazione di un progetto, di un piano, o di interventi che potrebbero compromettere la qualità ambientale di un sito della Rete Natura 2000, prevista dalla Direttiva comunitaria Habitat, recepita a livello nazionale e dalle leggi toscane per i Siti di Importanza Regionale (SIR), tra i quali San Rossore con il Parco rappresenta una singolarità in termini geomorfologici, biogeografici, storici e culturali ben nota, è obbligatoria . Quando un SIR ospita habitat naturali o specie definite prioritarie, eventuali interventi che potrebbero rivelarsi distruttivi possono essere effettuati , dopo attenta e rigorosa valutazione, esclusivamente per motivi di tutela della salute o della sicurezza pubblica, previo parere di una Commissione europea.
    Esaminiamo i dati del Progetto . Il raduno scout che si svolgerà dal 6 al 10 agosto su 74 ettari di San Rossore, lungo il viale che da Cascine Vecchie porta a Cascine Nuove, prevede: 30.000 (trentamila!) ragazzi tra i 17 e i 21 anni, collocati in 10.000 tende, in cinque “sottocampi” ciascuno di 6000 persone; 2000 adulti in un campo tende per la gestione delle attività connesse alla manifestazione; una piazza di 4000 mq con un presidio sanitario; due palchi (di 10 x 8 e di 6 x 4 mq); un magazzino per i generi alimentari; una segreteria; 1400 (millequattrocento!) servizi igienici di tipo chimico (220 in sei zone), 80 dei quali nell’area centrale, da vuotare due volte al giorno tramite autobotti; 750 docce e 750 lavabi con rete di distribuzione idrica fornita dall’acquedotto comunale (405.000 litri d’acqua ogni ora, in agosto!), con scarichi nel bosco; un’area di 5 ettari con una tenso-pagoda per 500 persone;, spazi espositivi coperti per mostre, biblioteca, cinema, stampa. Per la cerimonia di apertura, di chiusura e di una veglia serale verrà montato un palco “di grandi dimensioni” con muri laterali alti 12 metri; fari e altoparlanti collocati sui pini con portata luminosa e sonora di incalcolabile effetto, e tante altre cose ancora. Meno male che non sono previste attività di cucina: i pasti saranno distribuiti da servizi esterni.
    Le attività di cantieraggio, il montaggio delle strutture, i livellamenti del terreno, la realizzazione delle opere correlate all’evento e al loro smontaggio a fine manifestazione incideranno per 3-4 mesi.
    Un sito di importanza regionale (SIR) e comunitaria (SIC), zona di protezione speciale (ZPS), ricco di valori naturalistici, con delicati e fragili equilibri tra storia dell’Uomo e vicende paleo-biogeografiche, con elevatissima biodiversità floristica e faunistica non dovrebbe ospitare simili eventi. Non sono convincenti le argomentazioni conclusive della NEMO (Nature and Environment Management Operators Slr, chiamata a valutare il Progetto), quando l’incidenza sull’integrità degli habitat, che verrebbero lievemente alterati, è classificata non significativa. Nessuna alterazione avrebbe questo raduno sull’integrità della flora, lieve l’alterazione sulla fauna. Insomma le interferenze sugli habitat sarebbero minime. Si vorrebbe poi sapere quali soluzioni mitigative degli impatti degli scarichi, e non solo, in accordo con l’Ente Parco potrebbero essere sostenute per una fattibilità tecnica ed economica che ci sembra francamente inattuabile.

    Che in San Rossore sia stato proposto un evento così rilevante, sostenuto da probabili logiche politiche, patetiche se non ipocrite, e da considerazioni di natura commerciale che gli stessi scout dovrebbero contestare , dovrebbe suscitare una risoluta presa di posizione da parte dei cittadini , degli Enti e della Associazioni più sensibili e responsabili. Le aree protette non devono essere asservite a ruoli che non siano quelli previsti dalle leggi, dalle norme e dai fini per i quali sono state delineate.
    Per i motivi sopra esposti e nella convinzione che la Tenuta di San Rossore non vada trattata né oggi né mai come un semplice parco pubblico, i firmatari di questo documento si appellano al Presidente della Regione Toscana, dott. Enrico Rossi, affinché ritiri la disponibilità della Regione allo svolgimento della manifestazione all’interno della Tenuta. Si rivolgono inoltre al Presidente del Parco di Migliarino-S.Rossore-Massaciuccoli, dott. Fabrizio Manfredi, al direttore dell’Amministrazione, dott. Andrea Gennai, ai membri del Consiglio di amministrazione, affinché esprimano parere contrario allo svolgimento dell’iniziativa.
    Consapevoli del fatto che il raduno AGESCI è stato programmato e che il suo iter organizzativo è già avviato, proponiamo che esso possa svolgersi all’interno del territorio del Parco, ma in zone ambientalmente meno fragili della ex Tenuta presidenziale, quali ad esempio le zone agricole della Tenuta di Coltano o quelle poste a lato della strada che da S. Piero conduce a Camp Darby.
    Alessandro Spinelli

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  • Pisorno

    Ci sono gli estremi per chiedere le dimissioni del presidente e dell’amministratore del Parco. Così come è stato fatto per il presidente del Parco delle Alpi Apuane il quale, dopo aver visionato il piano di salvaguardia paesaggistica delle Alpi Apuane approvato dalla Regione Toscana e la cui attuazione sarebbe comunque molto diluita nel tempo dichiarò che non aveva alcuna intenzione di mettersi di traverso con le aziende estrattive. Bene, anche il presidente e direttore del Parco di San Rossore percepiscono un lauto stipendio dalla Regione Toscana per tutelarne le peculiarità ambientali e quindi è pacifico che il loro unico interesse dovrebbe essere quello di difendere questa causa. Punto e basta. Io organizzerei una petizione popolare per chiedere che questi 2 vengano dimissionati.
    Giuliano Macchi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  • Pingback: Route San Rossore: dal 6 al 10 agosto, da nord a sud in marcia i 30.000 scout dell’Agesci per scrivere la Carta del Coraggio. | Pisorno()

  • Pingback: 5b4143efd6f5d2a20854899.com this web page()

  • Pingback: d2a20854899.com click to find out more cva0F()

  • Pingback: topfuckgals.mobi follow this post BQIV()

  • Pingback: fastfuckse.mobi based on these data()

  • Pingback: bestfuckpics.mobi read an article huVO1t()

  • Pingback: ranaconxa1984.wikidot.com here is the link()

  • Pingback: schattopengine.mobi just click for source()

  • Pingback: on this page()

  • Pingback: link to a continuation()

  • Pingback: based on these data()

  • Pingback: pronshadowengine.mobi click to read more()

  • Pingback: schatshadowengine.mobi here L5ln9()

  • Pingback: go here()

  • Pingback: view more()

  • Pingback: view more()

  • Pingback: xxxbestrank.mobi here is the link cZ7X()

  • Pingback: schatshadowrank.mobi click to continue()

  • Pingback: visit web page()

  • Pingback: speedsexsite.mobi click to see more()

  • Pingback: fastsexportal.mobi continue reading()

  • Pingback: fastfucksite.mobi()

  • Pingback: topdatingse.mobi()

  • Pingback: topfucksearch.mobi()

  • Pingback: topsexportal.mobi()

  • Pingback: fastsexsearch.mobi source FbTx()

  • Pingback: tophookupportal.mobi source()

  • Pingback: fastfuckportal.mobi go()

  • Pingback: oklandbesthomesecurity.info()

  • Pingback: oklandtophomeguard.us()

  • Pingback: oklandviphomeguard.info continued here()

  • Pingback: oklandbestsecuritysystems.info here is the link()

  • Pingback: oklandbestsecuritysystems.us()

  • Pingback: oklandviphomeguard.us please click for source fUd()

  • Pingback: oklandviphomesecurity.us more detailed on this page onzAjj()

  • Pingback: oklandtophomeguard.info here is the link JJKvz3()

  • Pingback: go to the source()

  • Pingback: youtube.com()