10152018Headline:

Que linda es Cuba! Riotorto, 28-30 giugno

Anche quest’anno, dal 28 al 30 Giugno, si svolgerà presso il Parco “La pinetina di Riotorto” (Piombino -LI-) “Que Linda Es Cuba” la Festa dell’Associazione Nazionale di Amicizia ITALIA CUBA del Circolo Alta Maremma “Italo Calvino” giunta quest’anno alla sua terza edizione. Il programma della Festa 2018

26giugno 2018 da Andrea Vento,  Riotorto (Piombino -Li)

Negli anni passati i sia i dibattiti che le serate musicali sono state molto partecipate e apprezzate, sicuramente il 2018 ci darà ancora grandi soddisfazioni.
Nell’ultimo fine settimana di Giugno saranno in agenda tre giorni intensi dedicati alla amata Cuba, durante i quali verranno dibattuti i problemi che ancora attanagliano l’ISOLA e con lei anche la Repubblica Bolivariana del Venezuela; un confronto aperto con i soggetti che a Cuba ci vivono gran parte dell’anno e che ha raccolto in un libro la loro esperienza; dalle cucine potremo sentire i profumi di piatti tipici della nostra Toscana e quelli più esotici dell’isola caraibica e, dopo la cena… musica, musica e ancora musica.Tutte i giorni apertura della festa alle ore 18.00 con aperitivo da gustare presso il nostro bar. Alle 19.30 apertura ristorante (Menù) dove si potranno gustare i sapori della cucina tipica toscana e cubana. Ci sarà la possibilità per mangiare anche vegano.

  • Il 28 giugno alle ore 21.30 si terrà il dibattito “America Latina: La Lucha Sigue” con la partecipazione del Consigliere Politico dell’Ambasciata Cubana a Roma Mauricio Martinez Duque, di Eduardo Barranco del Consolato di Milano della Repubblica Bolivariana di Venezuela, di Amarilis Gutiérrez del Consolato di Napoli della Repubblica Bolivariana di Venezuela e della giornalista Geraldina Colotti, esperta della situazione dell’America Latina.
  • Venerdì 29 giugno alle 18.30 Andrea Puccio, segretario del Circolo Italia Cuba di Poggibonsi e responsabile del coordinamento dei circoli della Toscana, presenterà in anteprima il suo libro “Cuba: (r)evolutiòn”, frutto della sua assidua presenza sull’isola caraibica fin dal 1997, attraverso il quale ci racconta Cuba, la sua gente, la storia, la situazione attuale partendo dalle sue esperienze personali, cercando di raffigurare una realtà estranea ai facili stereotipi che troppo spesso vengono confezionati per discreditare chi ha scelto di stare “dall’altra parte”. Un libro che permette a chi non conosce Cuba di farsi un’idea di questo rivoluzionario paese e a chi la conosce di comprendere alcune dinamiche spesso non approfondite a sufficienza. 
    La serata proseguirà alle ore 21 quando  Flamenco Follonica e dintorni insieme a Multiverso Arte ci offriranno lo spettacolo  “Nei peggiori bar di Granada”, balli flamenchi e poesie dalle suggestioni eccitanti e coinvolgenti.
    Sempre venerdì 29 giugno, alle ore 22,00 si ballerà con la musica ska folk blues reggae dei “21 Grammi”. I 21 Grammi nascono nel 2013 a Massa Marittima, in Toscana, da un progetto nato da David Di Lelio, voce e chitarra acustica, ed Eros Luti, chitarra solista e voce. Nel 2014 nasce il primo album, “Buena Suerte”, nel 2015 il loro primo videoclip de “Il valzer degli addii”. Sempre nel 2015 esce il secondo album “Ma che ne sa il mondo”. Nel 2016 il secondo videoclip di “Madrid”. Infine quest’anno è uscito il loro terzo videoclip del brano “Dove nasce un fiore”.
  • Infine, sabato 30 giugno dalle ore 22,00 doppia serata musicale con i Villasound, impegnati e appassionati nella creazione di testi che scavano a fondo nelle esperienze umane e nella società, molto vicini alla cultura sudamericana e affascinati dal suono della lingua spagnola e portoghese, ci faranno ascoltare diverse canzoni con questi idiomi.
    Chiusura della serata con la MALASUERTE FI★SUD, che nasce nel 1997 come trio con ispirazione e spirito fottutamente punk e antifascista, all’interno del C.P.A. Firenze Sud, una delle esperienze di occupazione più importanti del panorama italiano. Le canzoni di solidarietà, lotta di classe, diritto al lavoro e alla casa e di tante altre problematiche, attuali e passate, troppo spesso trattate con ipocrisia o preconcetto, il tutto accompagnato da trascinanti e scatenate ritmiche punk, ska e rock. Il gruppo ha suonato nelle più disparate ed incredibili situazioni: per strada, sui camion, davanti ai carceri, di fronte ai tribunali, in festival importanti, spesso solo per l’importanza di esserci, dando sempre il proprio appoggio sempre con la massima carica ed energia. Grazie alla militanza appassionata e alla fortissima capacità di coinvolgimento nelle situazioni live la band può oggi vantare un gruppo di briganti seguaci in continua crescita, che ne sostengono la lotta, dimostrando che è giusto continuare a raccontare quello che non va, a denunciare i torti compiuti ogni giorno nei confronti di milioni di individui soprattutto tra le classi sociali più povere, da parte di questa società consumista e apparentemente perfetta, guidata dai paesi più ricchi e industrializzati del mondo.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 4 votes)