05282017Headline:

Raccolta rifiuti differenziati a Livorno. Una dipendente in sevizio subisce un’aggressione, l’augurio di pronta guarigione nella nota delle Rsu-Aamps

La Rsu di Aamps condanna l’aggressione subita da una collega e dove si sottolineano tutte le criticità del servizio porta a porta. I rappresentanti dei lavoratori hanno inviato all’azienda e alla proprietà la seguente nota.

29aprile 2017 da Rsu Aamps Livorno

“L’aggressione dalla nostra collega è un atto vile, ancora più perché perpetrato ai danni di una lavoratrice donna”.

Come RSU e lavoratori siamo molto preoccupati del clima che in città si sta diffondendo nei confronti degli operatori Aamps, specialmente verso gli addetti al servizio di porta a porta: siamo di fronte a una cittadinanza che sta manifestando in maniera sempre più palese e incivile la propria insofferenza alle nuove modalità di raccolta, avviate e in via di attivazione, del rifiuto differenziato.

Questa esasperazione per una gestione del servizio, ritenuta legittimamente o meno appropriata, non può giustificare nessun tipo di violenza fisica o verbale nei confronti di chi, tutti i giorni, ha la sola colpa di espletare un servizio nelle modalità con cui viene richiesto.

Non possiamo negarci che gli attacchi mediatici a cui i lavoratori Aamps sono stati sottoposti in questi ultimi due anni, anche da parte di rappresentanti delle istituzioni, hanno contribuito a creare un clima di insofferenza che i lavoratori vivono oramai quotidianamente.

Sono molte le problematiche presenti nell’attuale gestione dei servizi Aamps e in particolare del servizio porta a porta, problematiche esposte più volte sia dai rappresentanti dei lavoratori che della sicurezza, ma ancora lontane dalla loro risoluzione: una su tutte l’esposizione dei rifiuti all’interno di aree private, ragione che sembrerebbe all’origine dell’aggressione,  nonostante le ordinanze comunali parlino di esposizione sulla pubblica via. 

  • Come RSU riteniamo sia giunto il momento dell’apertura di un tavolo permanente tra Comune, Aamps e rappresentanze dei lavoratori sulle modalità di gestione del servizio porta a porta.
  • Come lavoratori Aamps e come Rappresentanze Sindacali abbiamo dato e continueremo a dare la nostra disponibilità affinché l’ambizioso progetto di ampliamento di porta a porta a tutta la città, varato da questa amministrazione, possa essere portato a termine con successo e nelle tempistiche indicate, ma ciò non può avvenire a discapito dei lavoratori e tanto meno della cittadinanza, entrambi hanno diritto a un servizio efficiente.

Non possiamo e non potremo certamente accettare e condividere scelte che, dinanzi alla mancanza di volontà di garantire un servizio pubblico, efficiente e sicuro per chi lo effettua , intraprendano la strada dell’esternalizzazione, con contratti a ribasso così come deciso per il servizio di raccolta ingombranti.

La nota si conclude con l’augurio di pronta guarigione alla Loro collega, a cui ci associamo come Comitato di Redazione.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)