08212018Headline:

Rievocazione storica a Cascina, On.Fratoianni:  “Festa della Liberazione diventa parata delle SS, i Sindaci che non rispettano Costituzione devono essere destituiti”

25aprile 2018 da Sinistra Italiana

“E arriviamo addirittura alle SS naziste in parata a Cascina, nei giorni della Liberazione, proprio nei territori in cui la violenza fascista e nazista fu più cruenta.  

Ma questi sindaci piccoli piccoli lo sanno che sono in Italia? Conoscono la Costituzione? 

Un sindaco che non rispetta la Costituzione deve essere destituito. A casa!” 

Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali (che stamani ha partecipato a Todi alla manifestazione Anpi) denunciando quanto avverrà nel comune pisano nei prossimi giorni. 

https://sites.google.com/site/ultimofronte1945/contact-me

Interrogazione parlamentare di Leu:

il governo condivide questo modo di festeggiare la Liberazione dal Nazifascismo? Quali criteri storico-scientifici nello scegliere associazione che richiama esclusivamente reparti della SS e invita a leggere biografia guardia del corpo di Hitler? Rischio evidente di  spazio a revisionismo e richiami nostalgici.

“Il governo condivide questo modo di rievocare e festeggiare la Festa della Liberazione dal nazifascismo? Quali interventi ha pensato l’esecutivo di avviare attraverso il Prefetto di Pisa nei confronti dell’amministrazione comunale di Cascina. E ancora il governo ha intenzione di chiedere all’amministrazione comunale di Cascina quali criteri storico-scientifici abbiano fatto scegliere l’associazione che ha organizzato la parata di truppe delle SS per le vie di Cascina, e quali sono stati i costi per la collettività per lo svolgimento di tale evento?”

Sono alcune delle domande che i parlamentari di Liberi e Uguali, primo firmatario Nicola Fratoianni, chiedono al ministro dell’Interno e al governo nell’interrogazione parlamentare presentata oggi sull’iniziativa che si svolgerà venerdi a Cascina, in provincia di Pisa. Nell’interrogazione  Fratoianni ricorda che  tale iniziativa sta producendo nell’opinione pubblica sconcerto e polemiche, dato che l’evento prevede anche una parata di mezzi e figuranti di reparti delle SS. L’Associazione Nazionale Partigiani Italiani Anpi ha preso ufficialmente le distanze dall’iniziativa. Nel corso del 1943-1944 il territorio della Toscana, e della provincia di Pisa fu teatro oltre che di eventi bellici drammatici, anche di efferate stragi di civili compiute proprio dalle truppe naziste e dalle forze fasciste, il cui ricordo è ancora ben vivo nei cittadini di quelle realtà. Inoltre da quanto emerge (per la verità ben poco) dal sito web dell’associazione che curerà la parata di mezzi e di persone in divisa germanica per le vie della cittadina,  non si comprende quale sia il carattere storico-scientifico dell’iniziativa, anche perchè i soli richiami presenti sono relativi a reparti delle SS naziste responsabili di atroci stragi sul territorio nazionale oltre che l’invito a leggere l’autobiografia della guardia del corpo di Adolf Hitler, che fino alla sua scomparsa nel 2013 si è detto orgoglioso di essere stato per anni al fianco del Fuhrer. “E’ ancora più evidente – conclude Fratoianni nell’interrogazione –  il rischio che Istituzioni locali, contravvenendo ai dettami della Costituzione, con tali iniziative diano spazio a richiami nostalgici e revisionisti di pagine della storia contemporanea del nostro Paese”

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)