05242017Headline:

Venerdì 19 maggio a Livorno, Atelier delle Arti “The Warped Surface”. Nell’ambito del Festival di danza contemporanea “Racconti di altre danze”

Ultimo appuntamento da un’idea di *Elena Giannotti. L’artista incontrerà il pubblico, insieme a Max Barachini, giovedì 18 maggio al Mercato Centrale,ore 11.30

17maggio 2017 da Atelier delle Arti Livorno

Ultimo appuntamento venerdì 19 maggio (alle ore 21) all’Atelier delle Arti (via Carlo Bini, 13) per il Festival di danza contemporanea “Racconti di altre danze” con lo spettacolo dal titolo “The Warped Surface” ideato da Elena Giannotti. Coreografia e danza: Max Barachini. Live sound: Spartaco Cortesi. Luci di Vincenzo Alterini.

The Warped Surface che si può tradurre con “la superficie curvata, distorta”, è un assolo leggero per un uomo. È una partitura coreografica dove il movimento insegue la forma, le posture. Il movimento crea polvere immaginaria, il danzatore si destreggia nel ritmo delle parti. L’elemento musicale è guidato dall stessa partitura. Il lavoro prende in prestito l’uso del dettato, in senso biblico. L’uomo in scena come Adamo, si relaziona con la conoscenza e la manifestazione. Il dettato non è esaustivo di ciò che accade e il danzatore è immerso in un più complesso dilemma corporeo. La parola rende fruibile il vocabolario personale del danzatore.  La quadripartizione della struttura ha un valore estetico e simbolico. Prodotto da Company Blu, con il supporto di Atelier delle Arti Livorno.

*Elena Giannotti è una danzatrice e coreografa e fa parte di Company Blu dal 2008. Ha studiato danza classica e poi ha continuato il suo percorso artistico studiando e praticando diverse tecniche di integrazione al movimento. A partire dal 1994 ha collaborato con L’Ensemble di M. Van Hoecke, Virgilio Sieni, Yoshiko Chuma, Daghdha Dance, Fearghus O’Conchuir, Nicole Peisl- The Forsythe Company, Alessandro Sciarroni, Ioannis Mandafounis, Roberta Mosca, Bruce Myers tra altri. E’ stata la principale interprete per Rosemary Butcher per più di 12 anni. Ha iniziato a lavorare su proprie creazioni nel 2002. Fino ad oggi il suo lavoro è stato presentato in Irlanda, UK, Messico, Italia, New York, Slovacchia, Brasile, Argentina, Svizzera, Belgio, Giappone, Germania e Rep. Ceca. Negli ultimi 15 anni si è dedicata alla performance, improvvisazione e composizione in tempo reale danzando in festivals dedicati. E’ diplomata in Medicina Tradizionale Cinese e Massaggio Tuina.

Il festival “Racconti di altre danze”, realizzato in collaborazione con il Comune di Livorno, è stato ideato da Chelo Zoppi, e da Elena Giannotti, danzatrice e coreografa del panorama della danza contemporanea  internazionale. Il progetto è stato condiviso e sposato da Valentina la Salvia, storica dell’arte e coordinatrice del progetto LINC, Livorno IN Contemporanea. 
Elena Giannotti, con Max Barachini, incontrerà il pubblico giovedì 18 aprile (ore 11.30) nello spazio di Cultura a Peso, al Mercato Centrale. Lo scopo è quello di presentare il lavoro in un contesto fortemente caratteristico per la nostra città, in cui il livornese si riconosce, un modo informale di parlare di danza contemporanea che riduce le distanze intellettuali e di percezione comune.

Info: Comune di Livorno, Ufficio Cultura, Spettacolo, Rapporti con l’Università e Ricerca 0586/820521 – cultura@comune.livorno.it – Atelier delle Arti:  0586/882319 zoppichelo@gmail.com
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)