12112019Headline:

Anna Calvi ad Arti Vive – Report, photogallery e video

Piazza Lusvardi a Soliera stracolma di spettatori per l’inizio dell’edizione 2019 del Festival Arti Vive, protagonista Anna Calvi

8 Luglio 2019, di Michele Faliani

©2019 Pisorno.it

Quattro giorni di concerti internazionali, tutti gratuiti tranne l’ultimo, quello di chiusura, con un biglietto dal costo accessibilissimo per chiunque (15 €), birre artigianali ed industriali e banchetti enogastronomici che offrono il meglio della cucina emiliana: non è fantascienza, ma il bellissimo Festival Arti Vive, che da anni si tiene a Soliera (a nord di Modena, a due passi da Carpi e da Sassuolo). Una sorta di gemellino del MW Festival di Castellina Marittima, tanto per citare una realtà che magari qualcuno conosce meglio, ma di situazioni come questa non ce ne sono mai abbastanza…
Primo giorno dell’edizione 2019, dunque, con Anna Calvi. Personalmente non vedo la bella signorina inglese (ok, diciamolo: di chiare origini italiane…) dal tour di “One Breath”, Anno Domini 2014, e la ritrovo con un look completamente diverso. Niente chignon a raccogliere i capelli, che non sono più biondi come 5 anni fa. La trovo un po’ diversa anche nell’uso della chitarra, più ‘noise’ rispetto al passato, come se la collaborazione con David Byrne l’abbia portata a un uso delle 6 corde e degli effetti meno ortodosso rispetto al passato. I primi 4 brani della setlist sono tutti tratti da “Hunter”, uno degli album più belli del 2018, con “Indies or paradise” e le sue atmosfere alla Bad Seeds a colpire particolarmente. Poi è il turno di rivisitare qualche brano dell’album di debutto: “Suzanne and I” diventa acidissima e con un assolo di chitarra straziante, “Desire” si conferma come una delle canzoni più belle degli ultimi tempi. Nessun brano da “One breath”, nessuno dall’Ep “Strange weather” se non la cover di “Ghost rider” dei Suicide, a chiudere il solito concerto che per qualcuno è sempre troppo corto. Sessanta minuti e poco più, niente bis. Ma la conferma che Anna Calvi e il suo enorme talento di songwriter e di musicista ci terranno (fortunatamente) compagnia ancora per tanto tempo.

Grazie ad Arti Vive per l’ospitalità.

La setlist del concerto:

  • Hunter
  • Indies or Paradise
  • As a Man
  • Wish
  • No More Words
  • Swimming Pool
  • Rider to the Sea
  • Suzanne & I
  • I’ll Be Your Man
  • Desire
  • Don’t Beat the Girl Out of My Boy
  • Ghost Rider (Suicide cover)

La photogallery del concerto:

Un estratto video del concerto:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)