Stanze promiscue ospedale Lucca, Marchetti (FI): “Lesi elementari criteri di rispetto della dignità individuale”

Interrogazione del Capogruppo di Forza Italia Maurizio Marchetti: “La Regione intervenga e dirami direttive di divieto di simili modalità organizzative”

30agosto 2018 da Monica Nocciolini, Lucca

«Uomini e donne ricoverati insieme nelle stanze a due letti dell’ospedale San Luca di Lucca? E’ increscioso! Dove va a finire il rispetto per la dignità della persona-paziente? La Regione vieti alle aziende un simile modello organizzativo, lesivo dei ricoverati, anche se necessario diramando indicazioni specifiche»:

è montato su tutte le furie, il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti, dopo aver appreso della denuncia mossa dalla rete lucchese dei comitati della sanità secondo cui in reparti come la medicina generale, l’ortopedia e la neurologia dell’ospedale San Luca di Lucca la gran parte delle stanze a due letti accoglierebbe un paziente uomo e un paziente donna insieme.

“In condizioni normali – attacca Marchetti – stigmatizzerei l’imbarazzo a cui si condannano i ricoverati e anche i loro familiari. Qui, oltretutto, si tratta di soggetti in condizione di debolezza e questo rende ancor più grave la condizione in cui l’ospedale di pone. Per questo ho presentato stamani un’interrogazione.        Anche nell’atto il capogruppo regionale di Forza Italia non la manda a dire: Recedere con immediatezza da sistemazioni lesive dei più elementari criteri di rispetto della dignità individuale e della persona, per di più nei confronti di soggetti che malattia e sofferenza pongono in condizione di fragilità», è quanto sottolinea Marchetti esposta la questione.

Perciò chiede alla giunta regionale di intervenire «con la massima tempestività ed urgenza per ripristinare gli elementari criteri di dignità della persona-paziente imponendo alla Asl Toscana Nord-Ovest di intervenire presso la direzione dell’ospedale San Luca per vietare l’impiego di stanze promiscue nei reparti del presidio», nonché «di volersi attivare attraverso diramazione di indicazioni a tutte le Aziende del sistema sanitario della Toscana affinché simili modelli di organizzazione ospedaliera vengano evitati per il futuro su tutto il territorio regionale

Recommended For You

About the Author: Pisorno

10 Comments

  1. Hi it’s me, I am also visiting this web page on a regular basis,
    this web site is in fact fastidious and the viewers are in fact sharing good thoughts.

  2. Howdy just wanted to give you a quick heads up. The words in your content seem to
    be running off the screen in Ie. I’m not sure if this is a
    formatting issue or something to do with web browser compatibility but
    I thought I’d post to let you know. The design look great though!

    Hope you get the problem resolved soon. Cheers

  3. We stumbled over here different page and thought I may as well check things out.
    I like what I see so i am just following you. Look forward to finding out about
    your web page again.

  4. May I just say what a relief to find somebody who truly
    knows what they are discussing on the internet. You actually understand
    how to bring an issue to light and make it important.
    More people need to look at this and understand this side of your story.
    I was surprised that you are not more popular because you certainly have
    the gift.

  5. I am really inspired along with your writing abilities
    as smartly as with the structure for your blog. Is that this a paid subject
    matter or did you modify it your self? Either way stay up the nice high quality writing,
    it is uncommon to peer a great blog like this one today..

  6. Hmm it looks like your website ate my first comment (it was super long) so I guess I’ll just
    sum it up what I wrote and say, I’m thoroughly enjoying your blog.
    I as well am an aspiring blog blogger but I’m still new to the whole thing.
    Do you have any helpful hints for first-time blog writers?

    I’d really appreciate it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.