11202018Headline:

“Alis” al Modigliani Forum: report e photogallery

L’incantato mondo di Alis fa sognare Livorno

2 Maggio 2018, di Valeria Salerno

©2018 pisorno.it

Il 27, 28 e 29 Aprile il Forum Modigliani ha ospitato la grandiosa performance circense “Alis”, lo show rivelazione presentato da Le Cirque World’s Top Performers.
Le aspettative per lo spettacolo erano molto alte considerato il tutto esaurito registrato nelle precedenti tappe e le recensioni entusiastiche di cui avevamo sentito parlare. L’anteprima dello show ci aveva regalato un assaggio della grandiosità dell’organizzazione alle spalle di questa tournee e assistere allo spettacolo nella sua interezza ci ha permesso di ammirare la bellezza, la delicatezza e le perfezione dell’allestimento, che si merita a pieno titolo il successo e la piena approvazione di critica e pubblico.
Veniamo accolti all’interno del Forum, trasformato per l’occasione in un elegante tendone da circo, da Joel Baker, clown e acrobata di fama internazionale, vestito da facchino in rosso, che con la sua comicità elegante e la sua espressività esilarante saluta il pubblico e si concede per le fotografie, prima di trascinare sul pubblico una coppia di giovani spettatori, che saranno coinvolti in una simpatica scenetta.
Dopo poco ancora una volta dal pubblico vedremo arrivare il Maestro di Cerimonia, Onofrio Colucci, che salirà sul palco dando inizio al vero e proprio show.
Alis, sdraiata su un letto in penombra sul palco, sarà brevemente presentata prima di lasciare spazio alla performance di forza ed equilibrio di Aurelie Brua, detta Spiderwoman, che presenta un numero di equilibrismo con il double-pole che sembra ignorare le leggi della forza di gravità.
A seguire, due numeri di grande effetto che lasciano lo spettatore con il fiato sospeso, Mandi Orozco e Lorant Markocsany si esibiscono in un numero di Aerial straps intenso e suggestivo; ancora acrobazie ad alta quota con i trapezisti Thomas Evans e Audrey Labeau, affiatatissimi ed eleganti.
Si alternano alle performance dei vari artisti, gli intermezzi comici ed acrobatici di Joel Baker, e da vero anfitrione Onofrio Colucci interviene tra un cambio scena e l’altro per guidare lo spettatore nel viaggio verso la meraviglia e lo stupore.
Gli interventi musicali di Desq Guilhem alla ghironda ci portano in mondi lontani e antichi viaggiando nel tempo grazie alla sonorità medioevale arricchita da modulazioni elettroniche, Rose Winebrenner è una cantante, polistrumentista e compositrice di fama internazionale ed ha composto le musiche appositamente per lo spettacolo.
Una performance fuori dagli standard del circo ce la regala Lara Jacobs, con la sua Sanddorn Balance, rendendo possibile l’impossibile creando una struttura con una piuma e 13 foglie di palma che riesce a mantenere in equilibrio, tanto che il pubblico non crede ai propri occhi: grazie a questo numero Lara conquista a ragione il titolo di dea dell’equilibrio.
La spettacolare Asia Tromler-Alis si esibisce poi a nove metri di altezza in una danza aerea bendata, affidandosi totalmente ai tessuti, al suo istinto, alla passione e al pieno controllo dei suoi movimenti, come le ricorda Colucci in omaggio a Antoine de Saint-Exupéry  “È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”.
Torniamo poi a un numero di contorsionismo di Yenivatov Oleksandr, noto come Sacha the Frogman e molto conosciuto per la cosiddetta “Rotazione Yenivatov”, una performance originale, che lo distingue dagli altri contorsionisti.
Anatoliy Zalevskyy si eisbisce in una danza liquida, in uno spettacolo di equilibrio e agilità che lascia il pubblico senza parole.
Alla velocità e all’acrobazia ci riporta il numero di aerial hoop di Kai Hou e Song Enmeng, bravissimi e divertenti, lasciando poi spazio al fascino e alla sensualità del trio Torimè, durante il quale le tre bellissime acrobate splendide acrobate Larysa Semeniuk, Olena Kosiuchenko e Olga Shutiak con forza e raffinatezza si esibiscono in un numero di equilibrismo acrobatico.
Per concludere Decoste Yves e Cezard Delphine si esibiscono in un numero di prese acrobatiche mano a mano, e con il controllo totale sulla loro impressionante muscolatura creano figure geometriche con i loro corpi, mettendo la forza al servizio dell’eleganza e della ricercatezza dei movimenti.
Quando tutto sembra finito, il cast viene chiamato a raccolta sul palco, per salutare gli spettatori, ma una struttura e due giganteschi tappeti elastici sono portati sul palco perchè sia messo in scena l’ultimo atto, gli I-Team si esibiscono in un numero che combina lo sport e l’arte circense.
Onofrio Colucci al termine dell’ultimo numero, presenta uno ad uno il cast in modo che il pubblico possa meritatamente applaudire ogni singolo artista, che ha contribuito alla creazione di uno spettacolo che per due ore ci ha fatto vivere in un mondo immaginario, di meraviglia, fantasia e possibilità.
 
Ringraziamo lo staff tutto de Le Cirque, per la grande disponibilità e generosità, la Leg Srl e lo staff del Modigliani Forum, per aver reso possibile per una sera l’impossibile.

La photogallery dello spettacolo (Clicca per ingrandire):

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)