“Anacronostici, Voi siete i miei occhi”.Teatro Goldoni il 25 maggio, al via la prevendita

“Fuori dal tempo ma dentro l’essenza del tempo stesso… Talvolta in ritardo sulle dinamiche sociali e relazionali quanto precursori di un modo “altro” di essere e vivere le relazioni… Sempre di fretta perché assetati di tempo quanto tremendamente gelosi di quei passaggi lenti che permettono di assaporare l’attimo nella sua essenza…”

14febbraio 2017 da Lamberto Giannini

Questo alla base del nuovo spettacolo dei Mayor Von Frinzius “Anacronistici, voi siete i miei occhi”, coprodotto dalla fondazione Goldoni e dall’associazione Haccompagnami, in scena presso il Teatro Goldoni il 25 maggio 2017.

In un susseguirsi di testi e movimenti i novanta attori cercheranno di coinvolgere il pubblico in un turbinio di emozioni, quelle emozioni che sanno di magia proprio perché fuori da schemi e convenzioni, ma soprattutto fuori dal tempo. 

“Ciò che emoziona a prescindere dal momento potrà emozionarmi sempre, potrà meravigliarmi sempre, potrà commuovermi sempre e probabilmente non servirà nemmeno comprenderlo…basterà viverlo.”

Lamberto Giannini con “Anacronstici, voi siete i miei occhi” intende, con un pizzico di giustificata presunzione, comunicare proprio questo: Mayor Von Frinzuis è meraviglia. Nell’anno del ventennale della sua nascita, questa compagnia intende lasciare un segno, un inno al valore del passato e del futuro vissuti nel qui e ora. Non si può più quindi tralasciare, passare oltre, vivere e lasciare andare: adesso è arrivato il momento di consacrare l’attimo, quello che va al di là di tutto, quello che non ha bisogno di un contesto per avere un suo senso, quella che ieri oggi e domani andrà sempre fuori dal tempo.

Ed è così che dal 15 febbraio alle ore 17.00 inizierà la prevendita e i biglietti potranno essere acquistati con le seguenti modalità: presso la biglietteria del Teatro Goldoni al costo di 12 euro (ridotto under 30) e 15 euro (interno) presso i i punti vendita del circuito Box Office e sul sito www.boxoffice.it

Recommended For You

About the Author: Pisorno

Comments are closed.