10152018Headline:

Bonifiche a Piombino, Simoncini: “che siano ridotti tutti i tempi burocratici”. Il verbale della riunione a Roma

20dicembre 2017 da Chiara Bini, Firenze

Riunione importante oggi a Roma sulle bonifiche di Piombino, promossa dalla Regione Toscana per fare il punto sullo stato di avanzamento delle attività legate alle opere di bonifica del sito a cui sono stati destinati 50 milioni di euro.

Dall’incontro, dove per la Regione erano presenti il consigliere del presidente, Gianfranco Simoncini e il direttore dell’area Rifiuti e Bonifiche Edo Bernini, è scaturita la decisione di convocare una riunione a Piombino a gennaio per il coordinamento delle operazioni, dopo l’aggiudicazione delle gare per le indagini integrative e la progettazione. Da parte di Simoncini è stata evidenziata la necessità che siano ridotti tutti i tempi burocratici in modo che si possa dare corso a questa operazione di bonifica che rappresenta uno degli strumenti fondamentali per garantire non solo la ripresa della siderurgia, ma anche altre opzioni di sviluppo del territorio piombinese.

Il verbale della riunione:

Si è svolto oggi al Ministero dello sviluppo economico il tavolo tecnico per le bonifiche dell’area industriale di Piombino. Alla riunione, come deciso nell’ultimo incontro del Comitato esecutivo dell’accordo di programma per l’area industriale di Piombino, hanno partecipato oltre al Mise, la Regione Toscana, il Ministero dell’ambiente, il Comune di Piombino e Invitalia.

L’incontro, sollecitato anche dal sottosegretario Silvia Velo, presente alla riunione, è servito per fare il punto sullo stato di avanzamento delle attività legate alle opere di bonifica del sito all’indomani dell’avvenuta aggiudicazione, lo scorso 7 novembre, da parte di Invitalia, della “Campagna di indagini integrative finalizzata alla progettazione delle opere di messa in sicurezza operativa della falda da realizzare nelle aree di proprietà e in concessione demaniale della società Aferpi spa nel sito di Piombino” al raggruppamento temporaneo composto da Theolab s.p.a. (mandataria), Geosyntech s.r.l. (mandante), Geoalpina s.r.l. (mandante) e LGT Laboratorio Geotecnico s.r.l. (mandante), seguita, il 7 dicembre, da quella relativa alla “Progettazione definitiva, rilievo planoaltimetrico e progettazione esecutiva delle opere di messa in sicurezza operativa della falda da realizzare nelle aree di proprietà e in concessione demaniale della società Aferpi spa nel sito di Piombino” affidata al raggruppamento temporaneo composto da Acquatecno s.r.l. (mandataria) Ambiente s.c. (mandante) SAP Società Archeologica s.r.l. (mandante) Hydrodata s.p.a. (mandante).

È stato concordato di convocare entro la prima metà di gennaio un incontro operativo a Piombino, tra le istituzioni coinvolte, Invitalia e gli aggiudicatari degli affidamenti, per coordinare l’avvio delle attività di campo.

Da parte di tutti i soggetti presenti è stata ribadita l’esigenza di compiere il massimo sforzo per ridurre i tempi burocratici delle operazioni di bonifica, che rappresentano uno degli elementi fondamentali per il rilancio del sito produttivo di Piombino.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)