04202018Headline:

Giorno della Memoria. Oltre centocinquanta eventi in tutta la Toscana, fino al mese di marzo

Giorno della Memoria 2018. In ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti:

«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati»

Non c’è solo il meeting al Mandela Forum di Firenze con quasi ottomila studenti da tutta la regione, il settimo dal 2006. Il Giorno della Memoria si celebra in Toscana con oltre centocinquanta eventi.

22gennaio 2018 da Walter Fortini, Firenze

Alcuni si terranno il 27 gennaio (che è la data ufficiale, anniversario della liberazione del campo di Auschwitz), altri ci sono stati e ci saranno prima ed altri ancora dopo. Le iniziative proseguiranno per buona parte di febbraio e qualcuna si svolgerà addirittura a marzo.

  • Ci sono incontri con gli ultimi sopravvissuti – le sorelle Bucci, Kitty Braun e Vera Salomon saranno presenti a più iniziative – ma c’è anche molto teatro.
  • E poi film, letture e presentazioni di libri.
  • Si parlerà degli ebrei e della Shoah, ma anche della persecuzione patita da tutti coloro che il nazifascismo considerava diversi e pericolosi: gli omosessuali, gli oppositori politici, i Rom e Sinti (una storia anche italiana: un convegno a Grosseto e una mostra itinerante partita il 20 gennaio a Lucca), i disabili, chi scioperava ma anche chi, senza alcun motivo, si è visto rastrellare per strada e deportare.
  • Si parlerà dei tesori  d’arte della comunità ebraica salvati in Toscana.
  • Ci sarà anche un omaggio a Carlo Levi, antifascista ed ebreo confinato in Lucania, ma prima imprigionato alle Murate fiorentine e clandestino a lungo a Firenze, autore del famoso romanzo “Cristo si è fermato a Eboli”.
  • Si parlerà ancora dell’immigrazione, dal 1945 al 1948, degli ebrei verso la futura Israele e delle leggi razziali del 1937 e del 1938. 

Sul tema della memoria Radio Rai 3 organizzerà una diretta da Livorno, il 27 gennaio alle 20.30 dal teatro Goldoni.

Si tratta di un programma fitto e organizzato a più mani, dalla Regione e dalle amministrazioni comunali, da fondazioni, associazioni, scuole e musei. Difficile scegliere tra tutti gli eventi che nelle prossime settimane interesseranno le province e le città della Toscana. Il programma completo, raggruppato per  province e per eventi di rilevanza regionale, è disponibile e scaricabile dal sito della Regione Toscana, nelle pagine dedicate al Giorno della Memoria: http://www.regione.toscana.it/-/giorno-della-memoria-2018

Nel dettaglio, sul sito di Regione Toscana tutto il programma delle iniziative:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)