11202017Headline:

Incontro pubblico con l’islamista p. Khalil, su “Il risveglio dell’ Islam e la crisi di identità dell’Occidente”. 23 giugno al Sacrario di Kindu, Pisa

20giugno 2017 da A.B. Pisa

Le continue uccisioni di cristiani nei paesi islamici portano ad affrontare un’attenta riflessione su quei paesi e la loro idea che hanno di Occidente. Per questo, alcune associazioni pisane (Rinascita pisana, Pensiero forte-Ponsacco, Scienza &Vita) in collaborazione con  Alleanza Cattolica, hanno invitato l’islamista p.Samir Khalil Samir. Gesuita egiziano grande esperto di questioni mediorientali, che per molti anni ha vissuto in Libano, offrirà la sua esperienza per migliorare la conoscenza e la consapevolezza di quanto sta accadendo sotto i nostri occhi.

L’incontro pubblico si terrà venerdì 23 giugno al Sacrario di Kindu (g.c.), Viale Caduti di Kindu a Pisa (zona ingresso aeroporto militare) alle ore 21 e avrà come titolo “Il risveglio dell’ Islam e la crisi di identità dell’Occidente”. Titolo voluto da p. Khalil per sottolineare il nesso tra perdita d’identità dell’Occidente e persecuzione dei cristiani, come sottolineava in una recente intervista:

«Oggi la propaganda islamista ha buon gioco nel dire ai musulmani: “Guardate quant’è marcio l’Occidente, non hanno più morale né valori, solo armi e soldi…”. C’è un fondo di verità in quello che dicono, l’Occidente è sempre più dominato dall’imperialismo del denaro, che condiziona tutto. Questa involuzione ha un effetto disastroso su noi cristiani d’Oriente. Fino a ieri eravamo collocati nella categoria dei credenti imperfetti … che devono pagare la tassa di sottomissione e umiliarsi per essere accettati dai musulmani (cfr Corano 9:29). Ma nella misura in cui l’Occidente diventa apertamente ateo… anche i cristiani sono accusati di essere degli infedeli, perché il cristianesimo per gli islamisti è parte integrante dell’Occidente».

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)