09192018Headline:

Moschea, i soldi per costruirla arrivano dal Qatar, il Comune chiederà «massima chiarezza fonti finanziamento”

Image and video hosting by TinyPicE’ stata discussa in Consiglio Comunale, la questione della realizzazione di una Moschea a Pisa

11agosto 2016 da admin

Ecco da chi sarà finanziata, nella risposta del Sindaco Filippeschi ad un question time del consigliere Diego Petrucci che interroga la Giunta per essere informato sulle fonti di finanziamento della moschea e del centro culturale islamico:

 “La Moschea di Pisa sarà finanziata in due momenti. La prima fase con autofinanziamento da parte della stessa Associazione Culturale Islamica di Pisa (l’acquisto e la bonifica dell’area e la progettazione). Il secondo momento (la costruzione vera e propria) sarà finanziata, invece, con una sottoscrizione e con un contributo dell’Ucoi, l’Unione delle comunità islamiche in Italia e quando arriverà quella fase chiederemo trasparenza»,

Image and video hosting by TinyPicIn sala Regia, sede di svolgimento del Consiglio Comunale, era presenta anche l’Iman di Pisa, Mohammad Khalil. La Giunta comunale di Palazzo Gambacorti chiederà «massima chiarezza» sulle «fonti di finanziamento della moschea». Il sindaco Marco Filippeschi non si sottrae alle domande di Diego Petrucci, ma non negherà ai musulmani pisani il «diritto costituzionale» di poter erigere un luogo di culto centro di preghiera, non intende contravvenire alle garanzie offerte dalla Carta e dalla Dichiarazione dei diritti dell’Uomo.

Image and video hosting by TinyPicPalazzo Gambacorti chiederà «massima chiarezza» sulle «fonti di finanziamento della moschea», la Qatar Charity, una ong (organizzazione non governativa) che da tempo finanzia un’operazione caritatevole in 23 paesi europei fra cui l’Italia, a cui ha destinato 25 milioni di euro in tre anni.

Il denaro arriva direttamente dal fondo sovrano Qatar investiment authority, questo è quello che leggiamo, in una intervista al giornale Repubblica, dalle parole del presidente dell’Ucoii e imam fiorentino Izzedin Elzir  ««il Qatar Charity accetta donazioni da chiunque, solo se trasparenti e senza condizioni, già sono stati investiti per finanziare la costruzione di 43 moschee e sale di preghiera» 

Image and video hosting by TinyPicIl Comitato contro la costruzione della moschea (tra i promotori alcuni esponenti di Forza Italia e Lega Nord),  da tempo raccolgono firme per una petizione popolare e, il 14agosto a Tirrenia è in agenda un altro centro di raccolta firme del Comitato ” No Moschea”, dove saranno presenti il giornalista scrittore Magdi Allam (ex vicedirettore del Corriere della Sera) e la giornalista Chiara Giannini (inviata di guerra). Secondo il punto di vista dei due giornalisti e dei promotori del Comitato, questa struttura non va realizzata perchè:

“allarma la cittadinanza, sia per il pericolo di diffusione del fondamentalismo e terrorismo islamista, sia per l’alto valore religioso, storico e culturale della citta’ di Pisa, minacciata dalla realizzazione di centri dove il confine tra odio religioso e qualcosa di ben peggiore e’ impercettibile”.

Image and video hosting by TinyPic

La paura è legittima se non si conosce il diverso. Il problema è l’uso politico che si fa di questa paura, nell’intervento dell’iman Izzedin Elzir:

“come musulmani abbiamo il dovere di farci conoscere dai nostri concittadini non musulmani. In questo senso ringrazio la comunità islamica di Pisa, che è attiva in questo senso. Mi dispiace vedere politici che invece di salvaguardare la Costituzione, lavorano contro di essa. L’articolo 8 tutela la libertà religiosa. Una maggioranza non può eliminare i diritti di una minoranza. Certi politici dimenticano di vivere in una società multietnica».

Image and video hosting by TinyPicIl Consiglio Comunale Pisa, nella seduta di gennaio scorso, ha votato il Comitato dei garanti che lavorerà a titolo gratuito ed avrà il compito di valutare l’ammissibilità dei referendum.

I consiglieri li hanno scelti sulla base di una rosa di tre nomi indicati, rispettivamente, dall’Ordine degli avvocati della Provincia di Pisa, dal Tribunale e dall’Università. Il Comitato dei garanti dovrà decidere sull’ammissibilità del referendum sulla ‘Costituzione di una Moschea in zona Porta a Lucca’, richiesto dal ‘Comitato No Moschea’ presieduto da Luca Cucco.

“E’ da venti anni che la Comunità islamica di Pisa si riunisce in pieno centro storico, in via delle Belle Donne, di fianco a Palazzo Blu, a cento metri da Palazzo Gambacorti. Non ho mai ricevuto neppure una protesta per questa presenza”- spiega il sindaco di Pisa Marco Filippeschi. “ma questo spazio è da tempo insufficiente e per la preghiera spesso si devono affittare spazi proprio in via del Brennero, nella cittadella del Cus Pisa, il progetto Moschea è stato discusso con il quartiere, è aperto al quartiere, un centro di cultura oltre che di culto, che recupera un’area di forte degrado”.  Dopo anni di dibattito, il progetto della costruzione della Moschea è stato depositato in Comune, nei prossimi mesi sarà pronto a sorgere il luogo di culto per chi è di fede musulmana e vive a Pisa o in provincia. Una comunità numerosa che ha bisogno di più spazi, e che l’anno scorso ha acquistato un’area edificabile a Pisa nella zona di via del Brennero.

Image and video hosting by TinyPicNei mesi scorsi il Comune e le associazioni culturali pisane hanno fatto una serie di iniziative informative per la cittadinanza, a cui hanno partecipato anche il teologo delle religioni fra Claudio Monge, responsabile del centro per il dialogo interreligioso dei Domenicani di Istanbul; monsignor Roberto Filippini, teologo e biblista, del clero dell’arcidiocesi di Pisa, già rettore del seminario arcivescovile e cappellano del carcere «Don Bosco» delegato della diocesi di Pisa per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso.

“La paura è legittima, ma la si sconfigge incontrando le persone»-ha detto Daniele Bouchard pastore della chiesa valdese di Pisa, nei mesi scorsi in una conferenza, “chi ha firmato questa petizione venga a incontrare la comunità islamica, si confronti con le proprie paure. Nel Corano si legge: “abbiate misericordia verso gli abitanti della Terra e Dio avrà misericordia per voi. Dio ha creato Adamo e Eva da un’unica anima”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 4 votes)