Piombino, Camping CIG dal 23 al 30 settembre. Presidio che si chiamerà “campeggio Abd Elsalam Ahmed Eldanf”

piombino Camping CIG3Il Campeggio dei disoccupati e dei Cassintegrati del 2015 era il frutto di una analisi assolutamente negativa della vicenda Cevital (mancato rispetto del Piano Industriale, ostinata e cieca “fede” di sindacati e Istituzioni); ma anche il frutto di una volontà di denunciare la narrazione felice” e il limbo soporifero in cui volevano che restassimo

Piombino Camping CIG

21settembre 2016 da Coordinamento Art. 1 – Camping CIG

Piombino Camping CIG1Il campeggio che organizziamo quest’anno, dal 23 al 30 settembre, si muove sugli stessi binari: la situazione è pessima: Cevital ha gettato la maschera, ha presentato il vero piano industriale (che vale la metà in termini di produzione, il doppio in termini di tempi di realizzazione e solo 2/3 in termini di lavoratori occupati); dichiara apertamente di avere difficoltà finanziarie; esprime la volontà di non realizzare le bonifiche; sono prossime le scadenze degli ammortizzatori sociali e l’avvicinarsi della fine della protezione legale per i lavoratori; Sindacati e istituzioni che difendono l’indifendibile; ma la nostra volontà di denunciare, di fare chiarezza, di proporre soluzioni alternative e complementari è ancora più forte.

Coordinamento Art. 1 – Camping CIG, nato in quest’anno per la difesa dei lavoratori e la dignità del lavoro, ha alcune forti convinzioni. La ripresa della produzione siderurgica non garantirà sufficiente occupazione per coprire i bisogni della Val di Cornia. Non dobbiamo contrapporre lavoro e ambiente. La solidarietà è la forza dei lavoratori in lotta.

piombino paolo gianardiLa Siderurgia ha bisogno di una politica nazionale gestita dal Governo; i lavoratori hanno conoscenze per elaborare proposte per questa politica. In questa settimana vogliamo confrontare queste convinzioni con altri, per rafforzarle e farle divenire strumento di azione. Ogni giorno ci ritroveremo noi, i nostri invitati, chiunque lo voglia, attorno ad un “tavolino” (nello spirito del vero campeggiatore) discuteremo di un tema che ci tocca, per rendere la mobilitazione sempre più incisiva.

Mentre ci organizzavamo abbiamo saputo dell’uccisione di un lavoratore immigrato, schiacciato da un camion che voleva forzare il blocco dei lavoratori, organizzato per difendere il loro posto di lavoro.  Non è un morto importante per il potere. Ma, è importante per noi, perché conduceva la nostra stessa lotta, perché difendeva il suo ed il nostro posto di lavoro. Per questo dedicheremo il nostro presidio alla sua memoria, per non dimenticare. abd-elsalam-ahmed-eldanf

Pertanto il nostro presidio si chiamerà “campeggio Abd Elsalam Ahmed Eldanf” e, durante le varie iniziative organizzeremo una raccolta di fondi da destinare a sua moglie e ai suoi cinque figli.

C’è chi fa i “Tavoli Istituzionali”, chi i “Tavoli della Leopolda”. Noi diciamo: 

“Vieni a parlarne con noi ai Tavolini del Camping CIG “Abd Elsalam Ahmed Eldanf”. Al Parco 8marzo dal 23 al 30 di settembre”.

Venerdì 23:

  • Ore 17:00 tutti attorno al tavolino per discutere di: “solidarietà con il lavoratore Abd Elsalam Ahmed Eldanf”, ucciso mentre difendeva il diritto al lavoro, suo e di tutti! Costruiamo una rete solidale a Piombino e in Toscana: sono invitati a partecipare i lavoratori delle principali realtà produttive locali (Arcelor-Mittal, Tenaris, SOL, indotto.Parteciperanno comitati di lotta di varia provenienza dalla Toscana (Carrara, Pisa, Livorno, Pontedera ecc…) che porteranno la loro esperienza. È previsto un intervento dei lavoratori di Piacenza, compagni di Abd Elsalam Ahmed Eldanf, nell’occasione lanceremo la campagna di raccolta di fondi per la moglie e i cinque figli.

Sabato 24:

  • Ore 16 attorno al tavolino si cercherà di capire: “Quale è il futuro della siderurgia? Quale ruolo può giocarci Piombino?” Abbiamo rivolto l’invito a partecipare ad alcune persone esperte del settore e a giornalisti locali della carta stampata e del Web. Un primo momento di indagine sulla realtà guidati da chi conosce bene la realtà siderurgica.
  • Ore 18: “Quale iniziative mettere in campo, ad ogni livello, per sostenere il diritto al lavoro dei siderurgici della Val di Cornia?” Abbiamo sollecitato l’intervento di tutte le forze politiche d’opposizione, perché con loro intenderemmo ricercare una strategia d’intervento comune. Un passo avanti per stabilire, se possibile, forme di azione comune.

Domenica 25:

  • Chiacchiere in libertà. Continua la campagna di raccolta fondi per Abd Elsalam Ahmed Eldanf.

Lunedì 26:

  • Ore 17 “Dal sapere operaio, proposte per una siderurgia sostenibile”. Primi passi per un coordinamento nazionale dei lavoratori siderurgici. È prevista la partecipazione di rappresentanti dei lavoratori di Taranto e di Terni. Parteciperanno anche rappresentanti di varie sigle sindacali. L’obiettivo è ambizioso, ma praticabile e, soprattutto, indispensabile.
  • Ore 21 Valutazione dei risultati dell’incontro al MiSE. Assemblea del Coordinamento Art. 1 – Camping CIG aperta a tutti. Verranno decise eventuali iniziative per i giorni successivi.

Martedì 27:

  • Ore 21 Momenti di relax con la nostra storia, proiezione del film “La bella vita”. Per chi non ricordasse: il film fu girato a Piombino durante l’occupazione della fabbrica del 1993 (privatizzazione della siderurgia e ingresso di Lucchini) ed è ispirato ad un fatto realmente1993 (privatizzazione della siderurgia e ingresso di Lucchini) ed è ispirato ad un fatto realmente accaduto. Ottima occasione per contribuire alla raccolta di fondi!

Mercoledì 28:

  • Ore 18:30 Intrattenimento comico con il “Teatro dell’Aglio”.
  • Ore 21 “Sicurezza sul lavoro: un optional per imprenditori e governo?” Ne discuteremo assieme alla Associazione Toffolutti, che da anni si batte senza tregua per il diritto al lavoro sicuro. Mentre scriviamo arriva la notizia di altre morti sul lavoro a Taranto e Roma! La nostra solidarietà alle famiglie.

Giovedì 29:

  • Ore 17 “Non vogliamo contrapposizione tra lavoro e ambiente: bonifiche, salvaguardia del territorio, strade e ferrovie, una lotta comune!” Invitiamo a discuterne con noi le Associazioni ed i singoli cittadini che già con forza, capacità e decisione hanno iniziato una campagna di informazione e di opposizione alle scelte opportuniste. Chiamiamo le forze di opposizione. Il Coordinamento Art. 1 – Camping CIG ha partecipato alle varie iniziative con i propri associati.

Venerdì 30:

  • Ore 17 Assemblea finale di valutazione della mobilitazione. Sollecitiamo la massima partecipazione, al fine di ricevere da tutti critiche, suggerimenti, adesioni per il futuro. In questa occasione comunicheremo anche i modi di consegna del fondo di solidarietà. Abbiamo invitato i Sindaci della Val di Cornia e di tutta l’area di provenienza dei lavoratori a partecipare alle iniziative.
Durante la settimana raccoglieremo le adesioni di chiunque lo voglia fare e ne daremo puntuale informazione. NB: in caso di maltempo, i “tavolini” verranno portati al chiuso.

Recommended For You

About the Author: Pisorno

Comments are closed.