08172017Headline:

5 Vigili per due musicanti di strada

13agosto 2014 di Giacomo Bazzi

musicaStamani mattina, due giovani con la loro piccola attrezzatura musicale si apprestavano a esibirsi in piazza Grande, una gran bella piazza tutta rinnovata, sembrava di essere in un paese normale dove per strada possono esibirsi giovani talenti o aspiranti tali, una normalità solo apparente, durata pochi minuti e spezzata da un intervento di forza pubblica.

La nostra città sta vivendo una condizione piena di contraddizioni, una fra tante è proprio quella che riguarda la ricerca di rendere appetibile questa città sul piano del turismo. Su questo argomento abbiamo dato spazio a intere pagine di interventi e prese di posizioni, macro analisi e grandi suggerimenti, ma dal macro al micro oggi, la testimonianza di una semplice foto, dove si può osservare l’intervento di 5 Vigili Urbani intenti a rilevare le identità dei due musicisti di strada, al fine di indurli a buoni consigli, cioè ad andarsene velocemente, ma questa come altre piccole attività di strada potrebbero rappresentare una cornice di benvenuto e accoglienza al turismo.

Abbiamo dato anche molto spazio alle condizioni di lavoro dei Vigili Urbani, sappiamo che il problema non sono loro, come pure sappiamo che la loro funzione di esecutori materiali spesso contrasta con il desiderio di essere utilizzati diversamente e meglio, pertanto questa critica la rivolgiamo a chi opera nella regia di comando in tema di ordine pubblico. Significativa la reazione di alcuni passanti irritati da questo intervento spropositato e che niente ha di tutela dell’ordine pubblico.

Insomma 5 Vigili per cacciare due musicanti di strada, dovrebbe far riflette sulla confusione che regna sovrana!

Ecco le foto del commento di Anonimo.

musica zingare1

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +7 (from 9 votes)
  • silvia rosellini

    Cinque vigili sembrano decisamente troppi, e spero che ci verrà chiarito il perché di un tale dispiegamento di forze. Bisogna anche chiarire che suonare per strada e comunque a cappello, comporta la richiesta dei permessi comunali, il rispetto dei regolamenti relativi e a livello nazionale la richiesta delle eventuali permessi SIAE (pressoché privi di costo), nonché, da non molto tempo, l’ottemperanza alle regole che valgono per gli altri lavoratori dello spettacolo: regolarizzazione enpals e simili. Tanto è vero che in qualche città si pensano uffici di semplificazione delle pratiche per favorire gli artisti di strada che allietano le vie e i locali pubblici lavorando a cappello, specialmente i dilettanti. Nogarin aveva nel suo programma proprio un capitolo sugli artisti di strada – musicisti in particolare: a me sembrava troppo semplicistico, viste le grandi polemiche sollevate nell’ambiente artistico dalle difficoltà di ottemperare a tutte le formalità e ai relativi costi per chi svolge questa attività in modo più occasionale, ma alla luce dell’episodio, mi piacerebbe vedere una immediata presa di posizione e una celere attivazione di tutti gli… strumenti legalmente possibili al fine di rendere operativa quella parte del programma.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 3.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  • Mi dispiace dissentire sulla questione SIAE, il modulo (borderò) andrà riempito alla fine dell’esibizione, essendo artisti di strada probabilmente saranno già registrati comunque non credo che sia di competenza dei vigili urbani. Esistono trattamenti speciali con spesa periodica e annuale.

    Il suolo pubblico: la vecchia amministrazione ha creato un grande disagio nelle concessioni, 1° i giorni di presentazione della richiesta sono (20) assurdo per un passante.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  • Anonimo

    Stavano suonando nel mentre pochi metri piu’ indietro alla “scena del crimine” un gruppetto di zingare che attuavano i loro comodi di disturbatrici dei passanti venivano lasciate svolgere il loro compito indisturbate.Purtroppo sono stati fotografati nello stesso istante questi due epidosi al margine del paradosso

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  • Anonimo

    non so come fare e se si puo’ postare le foto altrimenti erano già alla visione dei lettori.Scusate io sono un’ abitante di Livorno e abito a due passi dalla piaxxa

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  • Adolfo

    la FOTO Inviale alla redazione vedi sotto ce il collegamento mail.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  • fabio

    scusate invece per i “barboni” che vivono stabilmente tra via montegrappa e i giardinetti in fondo via fiume che ubriachi fradici un giorno si e quell’altro pure ,urinano defecano e vomitano dappertutto addormentandosi dove capita, a loro il suolo pubblico viene concesso gratis e nessuno interviene MAI

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  • Pingback: Multe agli Artisti di strada: Giannini e Fagella non ci stanno! | Pisorno()

  • Pingback: Livorno: flashow in difesa della libertà di espressione artistica, canto finché resto in piedi”. Video | Pisorno()