09202018Headline:

Aamps, il giudice del lavoro restituisce l’assemblea alla Cgil e, Nogarin: “è il sindacato a doverci spiegare le vere ragioni di questa doppia convocazione”

Aamps, il giudice dà ragione alla Cgil e autorizza l’assemblea che il cda aveva valutato come illegittima

16giugno 2016 admin

L’Aamps non concede le assemblee e, il Tribunale del Lavoro la condanna per comportamento antisindacale, dando ragione alla Cgil e autorizzandone lo svolgimento (due ore a fine turno) indette dal sindacato nelle giornate di giovedì 16  e venerdì 17 giugno, dispone inoltre il pagamento di 2000euro di spese processuali.

aamps.

Il tutto si inserisce in un clima di tensione tra la Cgil e l’amministrazione comunale di Livorno, che ormai si trascina da troppi mesi, dove la partita vera è di strategia politica che, certamente riguarda il futuro di questa azienda municipalizzata ma, in particolare l’ingresso in Retiambiente e l’ampliamento dell’inceneritore, rivendicato anche dal Partito Democratico. Il rischio peggiore però, potrebbe essere quello di vedere questa città ostaggio di giochi e strumentalizzazioni politiche nazionali, occorre anche ricordare che sulla vicenda Aamps è in corso un’inchiesta giudiziaria che, tra gli altri, ha coinvolto anche l’ex sindaco del Pd Alessandro Cosimi e l’attuale primo cittadino Nogarin.

Nogarin e  LemmettiEra stato lo stesso sindaco Filippo Nogarin a lanciare nei giorni scorsi un appello ai dipendenti dell’azienda, dal suo profilo facebook,  che pubblichiamo integralmente:

Cari lavoratori AAMPS,
questa amministrazione si sta impegnando, senza lesinare alcuno sforzo, per il risanamento dell’Azienda e per garantire ai cittadini di Livorno un servizio che sia all’altezza di questa magnifica città.

Ho appreso che per domani e dopodomani la CGIL ha convocato due giorni di assemblee sindacali, di cui una non autorizzata dall’azienda. Tutto questo a poche ora dello sciopero indetto per oggi 15 giugno con cui si chiede il rinnovo del contratto e nuove regole su appalti e sicurezza, motivazioni queste che mi sento di condividere appieno.
Siete perfettamente a conoscenza delle condizioni in cui abbiamo trovato l’azienda, che solo un anno fa aveva oltre 40 milioni di euro di debiti e che ora è in fase di riorganizzazione.
Abbiamo stabilizzato -mantenendo la nostra parola- anche i precari storici di Aamps che adesso hanno un contratto a tempo indeterminato.
Nessuna delle catastrofi paventate da certi sindacalisti e dal PD sul finire dello scorso anno si è verificata e siete ancora al lavoro, ricevete regolarmente gli stipendi e anche la quattordicesima, nonostante tutte le difficoltà economiche che stiamo affrontando, vi è stata assicurata seppur ‘spalmata’ in più mesi. Prestissimo, poi, presenteremo il piano industriale.

Indire due giorni di assemblea a Livorno, invece, è puramente strumentale, una chiara operazione elettorale a ridosso del turno di ballottaggio con l’unico scopo di far passare sui media le immagini di una città invasa dall’immondizia e gettare fango su questa amministrazione, rea di essere del Movimento 5 Stelle.
I cittadini di Livorno non si meritano questo.
Voi stessi, dipendenti di AAMPS, non vi meritate di essere ridotti a strumento di una lotta politica per le elezioni di Roma e Torino, rinnegando così la vostra stessa professionalità.

Come spiegare alla cittadinanza che Livorno sarà invasa dai rifiuti perché ci chi punta a dare, in pasto dei media nazionali, una bruttissima immagine della nostra città?
Come giustificare, soprattutto a quei 30mila livornesi che un lavoro manco ce l’hanno, che tutta la città vivrà momenti di forte disagio perché si protesta per una quattordicesima pagata a rate?

So benissimo che siete sicuramente meglio di un certo modo di fare sindacato che pretende di rappresentarvi, perché, prima di tutto, siete cittadini che hanno a cuore la sorte della loro città.
Sono consapevole che siete, comprensibilmente, stanchi di stare, da due anni a questa parte, in un vortice.
Per questo non prestatevi a questa strumentalizzazione politica e, tenendo alto il vostro orgoglio di livornesi, non cedete a un’operazione politico-mediatica buona solo per danneggiare ulteriormente la nostra città e utile solamente a quei soggetti che hanno consegnato Livorno al degrado e all’impoverimento.
Oggi vi chiedo uno scatto d’orgoglio, rifiutandovi di recitare quel copione che qualcuno vi ha dato, ma non certo nel vostro interesse.
E di continuare a lavorare per la vostra città, con l’impegno e la determinazione che avete sempre dimostrato, e non certo per quei capi bastone che tanti danni hanno recato alla nostra Livorno.
Il vostro sindaco

nogarin.Dopo la sentenza del Tribunale del lavoro il sindaco Nogarin, sempre dal suo profilo facebook, insiste:

“La decisione del giudice di condannare Aamps per comportamento anti sindacale non cambia di una virgola ciò che penso”.

“In una città con 30mila disoccupati, la Cgil organizza una due giorni di assemblee per protestare contro la rateizzazione di una parte della quattordicesima. Incredibile.
Non c’è alcuna vera rivendicazione sindacale dietro queste assemblee, solo la voglia di fare un torto all’amministrazione rallentando la raccolta rifiuti in città. In questo modo però i primi a pagare sono i cittadini.
Ecco perché ieri mi sono rivolto ai lavoratori di Aamps chiedendogli, in nome della loro professionalità, di non farsi strumentalizzare.
La Cgil dice di volere risposte sul piano industriale e sulla rateizzazione della quattordicesima. Le abbiamo già date: la quattordicesima non è stata tagliata ma spalmata su più mesi e la procedura concorsuale prevede che il piano industriale venga diffuso solo dopo il deposito. Ma se le risposte ci sono già significa che è la Cgil a doverci spiegare le vere ragioni di questa doppia convocazione”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)