12132017Headline:

Ad un anno dalla morte del Comandante Fidel Castro. A Grosseto, il 25 novembre, iniziativa dedicata all’America Latina

Sabato 25 novembre 2017, ad un anno dalla morte del Comandante Fidel Castro, il circolo “Italo Calvino” Alta Maremma dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba e la Federazione PRC di Grosseto organizzano un’iniziativa dedicata all’America Latina.

24novembre di Pennati Francesca e Serena Campani

A partire dalle ore 18:00 presso la sede di Rifondazione Comunista a Grosseto, in viale Europa 63, verrà presentato il libro “Il continente americano. L’America Latina” di Andrea Vento, professore di Geografia Economica presso l’ITC Pacinotti di Pisa ed esponente dei Giga (Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati) ad affiancarlo nella presentazione sarà presente Geraldina Colotti, giornalista e scrittrice esperta di America Latina, la quale grazie anche alla sua permanenza in Venezuela nelle settimane precedenti al voto sull’Assemblea Costituente ha contribuito, attraverso i suoi articoli, a smentire le fake news diffuse dalla stampa mainstream. A seguire verrà servita una cena cubana e successivamente sarà proiettato il video “Cuba es Fidel” del giornalista Claudio Coronati, girato a Cuba nei giorni della carovana funebre del Comandante.

Affrontare il tema dell’America Latina, nel giorno della ricorrenza in cui Fidel è passato dalla vita all’immortalità politica, non è certo una casualità. Fidel prima di essere stato un marxista, si è sempre definito un martiano. Dopo l’assalto alla caserma Moncada, al giudice che chiedeva chi fosse l’autore intellettuale dell’azione, Fidel Castro rispose: “José Martì”. E’ proprio partendo dalle analisi di José Martì nel saggio Nuestra America del 1891 che nasce l’idea di questa giornata. La pubblicazione del Prof. Vento, in versione aggiornata con i nuovi dati economici della Cepal, si concentra principalmente sugli aspetti di carattere geoeconomico e geopolitico attraverso un’analisi dettagliata dei dati demografici, economici, sociali e politici, non tralasciando, al fine di una buona comprensione, il quadro storico dell’intero continente.

Come sottolinea Andrea Vento nel suo testo, a partire dal 2015 iniziano a manifestarsi i primi segnali preoccupanti per il campo progressista latinoamericano, con un parziale ritorno delle destre anche attraverso il nuovo strumento del “golpe suave”. L’obiettivo di questa nuova strategia destabilizzatrice è quello di disarticolare i modelli aggregativi  simmetrici ed emancipatori sovranazionali, come l’Alba, il Petrocaribe, il Mercosur i quali erano riusciti, nel corso degli ultimi anni, a liberare i paesi latinoamericani dal dominio oligarchico e dalla subalternità geopolitica. E’ inevitabile quindi non pensare a Martì e al suo progetto di una Nuestra America antimperialista, con il compito fondamentale di arrivare ad un’unificazione economica e politica del continente, che favorisca uno sviluppo economico equilibrato, risolva le pesanti eredità dal colonialismo e difenda le repubbliche latinoamericane da quella che lui definiva già alla fine dell’800′  “l’America Anglosassone”.

Finalità della serata è quella di ricordare la figura del Lider Maximo della rivoluzione cubana, affrontando e dibattendo l’attuale situazione politica ed economica dell’America latina. Vi aspettiamo quindi sabato 25 novembre 2017 alle 18 nei locali della Federazione provinciale di Rifondazione Comunista di Grosseto per approfondire queste tematiche e riflettere sull’opera di Fidel e dell’eredità del suo pensiero sul futuro del subcontinente latinoamericano e del movimento antimperialista mondiale.

“Più i popoli d’America si separano dagli Stati Uniti, più sono liberi e prosperi” José Martì – Nuestra America 1891. 

Il continente americano. L’America Latina – versione aggiornata con i nuovi dati economici della Cepal, Andrea Vento, Giga Autoproduzioni, 2017, pp 36

Il continente americano. L’America Latina è un opuscoletto di 36 pagine, realizzato dal Prof. Andrea Vento, docente di Geografia Economica a Pisa presso L’Istituto Tecnico Commerciale A. Pacinotti. Si tratta di una autoproduzione del Giga, il Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati che raccoglie iscritti e simpatizzanti in tutta Italia e che si pone il duplice obiettivo di salvaguardare e valorizzare l’insegnamento della Geografia in ambito scolastico e di diffondere la cultura geografica nella società civile.

L’opera è divisa in due parti ed ha un ricco corredo di carte, grafici e tabelle, queste ultime realizzate dall’autore.

  • La prima parte, (prime 12 pagine) riguardante il continente americano, nasce dagli appunti presi dagli studenti durante lezioni che il docente ha svolto in classe e presenta quindi uno stile espositivo schematico e adatto alla didattica[1]. Si tratta di una panoramica generale sul continente americano, che dopo aver affrontato la classificazione in macroregioni in base a criteri geografici e linguistico-culturali, si occupa della storia di questo continente, dal popolamento alle prime civiltà, dalle fasi del Colonialismo al Neocolonialismo. Si conclude con l’indicazione delle principali fonti bibliografiche utilizzate.
  • La seconda parte, più corposa, si focalizza sull’America Latina e sintetizza diversi lavori di ricerca compiuti negli ultimi dieci anni dall’autore, che sono stati sia oggetto di lezioni a scuola, ma anche di conferenze dedicate ad un pubblico più vasto ed eterogeneo. L’impostazione analitica scientifica, basata rigorosamente sul metodo geografico, quindi sulla raccolta, elaborazione e analisi dei dati, conferisce altra levatura allo scritto che diventa un saggio (con tanto di ricche e preziose note a pie’ di pagina)  concernente i principali aspetti demografici, economico-sociali e geopolitici della macroregione. Dopo un inquadramento generale di raccordo, si ha un excursus storico sulle vicende del subcontinente dal post indipendenza alla crisi dei governi progressisti, fino ad arrivare al complesso scenario attuale, che si presenta in continua evoluzione (basti pensare alla situazione in Brasile e Venezuela, che l’autore sta seguendo anche con articoli specificatamente dedicati, per la lettura dei quali si rimanda al giornale on line Pisorno.it).

Entrambe le sezioni sono corredate da presentazioni in formato digitale, in continuo aggiornamento, che integrano sia la versione cartacea che quella in e-book, ed arricchiscono il testo con ulteriori grafici, tabelle e carte che è possibile richiedere all’indirizzo e-mail giga2014@gmail.com

[1] La tendenza a reperire e organizzare il proprio materiale didattico e all’autoproduzione di manuali ed e-books da parte degli insegnanti -peraltro prevista dalle disposizioni del 2013 in materia di libri di testo- si sta diffondendo sempre di più nelle scuole delle avanguardie educative, basti pensare alla rete www.bookinprogress.org e alle scuole che adottano il modello Senza Zaino. 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)