11232020Headline:

Consiglio comunale Piombino, il Pd continua la narrazione felice ma: “nulla del programma, solo sacrifici chiesti ai lavoratori

Piombino consiglio.Il 16 dicembre, il Consiglio comunale di Piombino, ha discusso l’odg del M5S rivolto a fissare in 5 anni e, subordinare la durata delle concessioni a Cevital/Aferpi delle aree demaniali sul porto, in ragione dell’effettivo stato di avanzamento degli investimenti promessi in siderurgia dalla multinazionale algerina.

17dicembre da Gruppo MS-Camping CIG

E’ questa una richiesta da tempo condivisa dal Gruppo di minoranza sindacale-Camping CIG, i cui aderenti si sono presentati numerosi nella sala consiliare con cartelli e magliette, dove campeggiava la scritta “no acciaio? no porto”, evidentemente indirizzata alla amministrazione Comunale perchè si faccia garante dei  lavoratori , i cassaintegrati  e le loro famiglie  e all’Azienda, per la quale con ogni evidenza è proprio  il  porto il settore ( Logistica ) più ambito.

piombino consiglioDa parte della Giunta, il Sindaco si è chiuso ancora una volta in un ostinato e non consono silenzio, assillato com’è dalle poltrone lasciate vuote al suo fianco dagli assessori dimissionari o silurati.

L’assessore Ferrini, con tono apparentemente amichevole nei confronti dei numerosi lavoratori presenti, si è lanciato in una lunga disquisizione giuridica, la quale avrebbe voluto essere rassicurante e invece ha mostrato ancora una volta il vuoto di iniziativa politico-amministrativa, nonché la subalternità nei confronti dell’Azienda, che caratterizzano le istituzioni: Comune, Regione, Governo. A nostro giudizio, poi, il capogruppo del PD si è esibito con affannosa arroganza, arrampicandosi sugli specchi, nel vantare i presunti meriti della maggioranza che governa Piombino, tenendo in considerazione solo a parole  i gravi sacrifici che stanno facendo i lavoratori in cassa integrazione e le loro famiglie  ormai stremate.

Un PD che  continua, imperterrito, con la narrazione felice dove con il Modello Piombino, è tutto risolto e i lavoratori possono stare tranquilli e a  identificare nella multinazionale Algerina il salvatore della patria, a cui tutto è dovuto senza opporre obiezioni di sorta.

piombino operai in comunePurtroppo la realtà dei fatti, sul campo, è assai diversa è lo spiega molto bene in un post sul suo profilo fb Faticanti responsabile Nazionale Fiom per la siderurgia nel quale in un passaggio molto eloquente e preoccupante scrive: “Per Piombino siamo di fronte invece ad una falsa partenza: nulla del programma è stato applicato, o meglio, solo i sacrifici chiesti ai lavoratori. Gli investimenti annunciati, e il forno per la ripresa produttiva, non sono stati ancora effettuati: per noi la vertenza è tutt’altro che chiusa. Dopo che sono saltati Direttore Generale e Amministratore Delegato, a questo nuovo management noi abbiamo chiesto e chiediamo il rispetto degli impegni”

lavoroRingraziamo invece i consiglieri dell’opposizione (Movimento 5 Stelle, Altra Piombino, Rifondazione Comunista, Lista Ferrari-Forza Italia), i quali hanno puntualmente argomentato il loro convinto sostegno al documento presentato appunto dal M5S, che è stato tuttavia respinto dalla maggioranza.

Noi non ci fermeremo per questo e continueremo a tenere alta l’attenzione e la mobilitazione, per il diritto al lavoro e i diritti nel lavoro di tutti i lavoratori dipendenti di Aferpi, Lucchini in As, Lucchini Servizi in As e indotto.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)

20 Responses to "Consiglio comunale Piombino, il Pd continua la narrazione felice ma: “nulla del programma, solo sacrifici chiesti ai lavoratori"