05222018Headline:

Educare al genere: differenze e complessità. 3 maggio (Acquario di Livorno) e 10 maggio (Istituto Vespucci)

Ragazzi e ragazze illustrano i loro lavori e si confrontano con sociologi, saggisti e giornalisti

Livorno 30 aprile 2018 da comune Livorno

Sono in programma nei primi giorni di maggio gli eventi conclusivi del progetto didattico  “Educare al genere: differenze e complessità”, promosso dal CRED Centro Risorse Educative e Didattiche del Comune di Livorno nell’ambito del programma “Scuola e Città” 2017/18. Progettato e condotto dalla Associazione  Evelina De Magistris, il progetto prevede che siano gli stessi ragazzi che hanno seguito il percorso durante l’anno scolastico a presentare i loro prodotti, le loro rielaborazioni senza schemi precostituiti e, nell’occasione, a confrontarsi con vari punti di vista, provenienti dal mondo accademico, della saggistica, del giornalismo.

  • Il primo appuntamento è per giovedì 3 maggio, alle ore 16, all’Acquario di Livorno con gli studenti e le studentesse (81 in tutto) delle  classi: III A, III B, V A Liceo Scientifico “F. Enriques” e le loro docenti Franca Agostini, Patrizia Gracci, Patrizia Nesti, Paola Tessarolo. La giornata sarà aperta con i saluti della vicesindaco Stella Sorgente, quindi la parola passerà ai ragazzi che illustreranno i loro lavori e riflessioni. A conclusione interverranno la giornalista e letterata Silvia Neonato  e Stefano Ciccone,  saggista esponente di Maschileplurale.
  • Il secondo appuntamento è in calendario, la settimana successiva, giovedì 10 maggio, alle ore 11 presso la sede dell’Istituto Vespucci. A parlare saranno gli studenti e le studentesse delle classi V D e III C AIM dell’Istituto di Istruzione Superiore “Vespucci-Colombo”  con le loro docenti Maria Letizia Lessi, Susanna Ceccarelli, Monica Dal Monte. Anche in questa occasione la vicesindaco Stella Sorgente porterà i propri saluti. A dialogare con gli studenti è stata invitata Graziella Priulla, sociologa e saggista, docente dell’Università di Catania e autrice di molte pubblicazioni dedicate al tema del linguaggio di genere e del contrasto agli stereotipi.

Gli obiettivi del percorso “Educare al genere: differenze e complessità”-  che si realizzano con i laboratori in aula –  sono quelli  di sollecitare i ragazzi e le ragazze a decostruire gli stereotipi di genere attraverso la pluralità dei linguaggi e a percepire la presenza delle differenze, a partire dalla differenza sessuale, come una occasione di confronto, di  ripensamento di sé e dell’altro/altra, di arricchimento personale ed insieme collettivo.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)