09232017Headline:

Ghezzano (S.Giuliano Terme),  successo per l’incontro pubblico  per difendersi dalle truffe dei falsi addetti

Primo appuntamento in provincia di Pisa del ciclo di incontri organizzati da Acque in collaborazione con i sindacati dei pensionati. Presenti il vicesindaco Marchetti e il consigliere d’amministrazione Pampaloni.

5luglio 2017 da Acque SpA, S.Giuliano Terme

I consigli del gestore idrico e dell’amministrazione comunale per evitare di ritrovarsi vittime di un raggiro. Le raccomandazioni delle forze dell’ordine a contattare i numeri utili nei casi in cui si abbia la sensazione di essere davanti a un tentativo di truffa.

L’invito ai cittadini ad attivarsi in un prezioso passaparola, affinché il messaggio di prevenzione circolari in modo efficace tra la popolazione. La campagna informativa di Acque SpA, rivolta agli utenti del Basso Valdarno per difendersi dalle truffe dei falsi addetti, si è aperta ufficialmente in provincia di Pisa ieri martedì 4 luglio a San Giuliano Terme, con il partecipatissimo incontro al Circolo Il Globo Verde di Ghezzano.

All’iniziativa organizzata in collaborazione con le associazioni di categoria dei pensionati (Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp) sono intervenuti Franco Marchetti vicesindaco di San Giuliano Terme, Paola Bellini, dirigente del servizio clienti, e Rolando Pampaloni, consigliere di amministrazione di Acque SpA, che ha portato i saluti del presidente Giuseppe Sardu. Gli ospiti hanno fornito preziosi consigli ai presenti per contrastare le truffe dei falsi addetti, fenomeno tanto più odioso poiché spesso perpetrato ai danni di persone sole e anziane. Dal canto loro, molti cittadini hanno raccontato esperienze vissute sulla propria pelle, hanno fatto domande e hanno avanzato importanti suggerimenti per fare “fronte comune” contro le truffe.

Con questo ciclo di incontri, l’obiettivo di Acque, oltre a quello di informare, è di coinvolgere il maggior numero di persone favorendo confronti diretti e lo scambi di opinioni. Per questo il gestore idrico del Basso Valdarno ha preparato anche volantini e opuscoli, consegnati ai presenti, affinché loro stessi si facciano promotori della diffusione del messaggio. Un modo per ricordare come gli addetti di Acque non effettuino sopralluoghi di alcun genere all’interno delle abitazioni, e come sia necessario, in casi sospetti, rivolgersi subito alle forze dell’ordine.

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 4 votes)