02212018Headline:

L’ associazione LIBERA incontra Angelo Corbo, uno degli agenti di scorta del giudice Giovanni Falcone. Il 5 febbraio a San Vincenzo, dalle ore 10, nella Sala della Cittadella

31gennaio 2018 da Presidio “Rossella Casini” LIBERA, San Vincenzo

Verso il 21 marzo Giornata della Memoria e dell’Impegno per le vittime innocenti delle mafie: “incontriamo Angelo Corbo, uno degli agenti di scorta del giudice Giovanni Falcone, sopravvissuto alla strage di Capaci del 23 maggio 1992”. Lunedì 5 febbraio, a San Vincenzo, dalle ore 10, alla Sala della Cittadella, via Pertini. 
In quell’attentato mafioso furono assassinati dalla mafia Giovanni Falcone, la  moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Angelo Corbo ha scritto un libro sulla sua drammatica esperienza, dal titolo “Strage di Capaci: paradossi, omissioni e altre dimenticanze”: Angelo Corbo, agente di scorta di Falcone a distanza di tempo pone alcuni aspetti ancora oscuri sulla strage di Capaci: su quali elementi era fondata la convinzione che il pericolo per Falcone dopo il trasferimento a Roma fosse attenuato tanto da non avere più una scorta specifica, dopo l’attentato possiamo chiederci chi ne erano gli autori di tale convinzione e come giudicarli? Ombre e ipotesi aumentano per la scomparsa del rullino sottratto al primo soccorritore da due “agenti di Polizia”. Sorprende la celerità con cui sono giunti sul luogo dell’attentato e in possesso di un documento utile alle indagini non lo consegnano agli investigatori. I mafiosi autori della strage e i complici fuggono dopo il terribile boato, come ci ricordano i pentiti, e quindi occorre cercare in altre direzioni per dare un volto ai due e tornano in mente le parole del pentito Gioacchino La Barbera, che vi erano uomini estranei alla mafia nei preparativi all’attentato. Qualcuno che era sul luogo e cercava qualcosa fra le rovine dell’esplosione e non gradiva essere ripreso!

All’incontro parteciperanno gli alunni e gli insegnanti delle classi delle Scuole Medie di San Vincenzo e di Donoratico che stanno partecipando ai progetti di Libera nelle scuole. In collaborazione con il Comune di San Vincenzo. Aperto a tutti i cittadini.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)