09172019Headline:

La sottile corteccia della realtà. Presentata a Livorno la raccolta di poesie del giovane nicaraguense Michele Ludovico Mimmo

Venerdì 11 Gennaio a Livorno, si è tenuta la presentazione della raccolta di poesie del giovanissimo Michele Ludovico Mimmo, poeta nicaraguense di soli 14 anni, accompagnato in questi mesi dal padre in Italia per conoscere la terra d’origine di una parte della sua famiglia.

12gennaio 2019 di Serena Campani, Livorno

La presentazione, coordinata da Mauro Rubichi, presidente dell’associazione di cooperazione internazionale Ita-Nica, ha visto la partecipazione di un bel pubblico che ha dialogato col giovane poeta e lo ha ascoltato declamare alcune sue poesie in lingua spagnola. L’edizione, infatti, è in spagnolo con a fronte la traduzione in italiano, eseguita dal padre dell’autore. Si tratta di una raccolta di 35 poesie, scelte tra le oltre cento scritte dall’autore, pubblicate dall’editrice Bologna Printing e diffuse al solo costo di 5 euro.

Un piccolo libro, che racconta mediante il sapiente uso del verso e delle “palabras” la vita di un ragazzo, un semplice adolescente, che si innamora, riflette sulla tecnologia, affronta piccole e grandi questioni, ma che al contempo utilizza la scrittura come strumento conoscitivo della realtà e di sé stesso. Così possiamo leggere poesie molto toccanti ma semplici e autentiche. Come autentico e schivo è un po’ Michele Ludovico, mentre si presenta timidamente al pubblico e risponde alle domande. Con innocenza racconta che tutto è nato da un innamoramento. Come comunicare alla ragazza amata i propri sentimenti? Secoli di tradizione poetica ci suggeriscono che non c’è niente di meglio di una bella poesia.

I testi, molto godibili anche in italiano, risultano ancora più accattivanti letti in spagnolo. Una lingua musicale, melodiosa, che si presta ad allitterazioni e giochi di parole. Il poeta, il giovanissimo Michele Ludovico, sembra molto più grande della sua età, sia per il livello di profondità della riflessione che egli esprime nella sua opera, sia per il suo atteggiamento maturo. Egli confida al pubblico che scrive tutto d’un fiato, che raramente modifica o corregge i suoi testi, che nascono già bell’e pronti dalla sua ars poetica.

“Apri gli occhi

Scopri con me

La sottile corteccia della realtà”.

Il poeta rivolgendosi al lettore si presenta come mediatore tra l’uomo e la realtà, come strumento di conoscenza, come una guida di dantesca memoria. Un libro consigliato a tutti, ragazzi e adulti.

Recensione a Michele Ludovico Mimmo, La sottile corteccia della realtà, Bologna Printing, 2018, pp 89, costo 5 euro.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)