10162019Headline:

Levante all’Estate Fiesolana: report e photogallery

Levante infiamma l’Anfiteatro di Fiesole con il tour di presentazione del nuovo album “Magmamemoria”.

14 Luglio 2019, di Valeria Salerno – Foto di Paolo Cruschelli
Levante è tornata a Fiesole, in grande stile, e parte da qui il tour di presentazione del suo nuovo lavoro, in uscita il 4 ottobre 2019.
Lo aveva promesso ed è tornata, vestita di rosso, rosso come il magma, come le emozioni, come la passione che Levante trasmette con la sua musica.

Entra in scena, a qualche minuto dall’ingresso della sua band, ed è subito delirio.
Anfiteatro gremito e pieno di fan che la acclamano e urlano il suo nome.
E Claudia arriva, su tacchi vertiginosi, fiera ed elegante, con un cortissimo vestito rosso che mette in evidenza le sue perfette, lunghissime e bellissime gambe, tutto disegnato e ideato su misura per lei dal suo stilista di fiducia, Marco De Vincenzo.
Per iniziare, attinge al suo disco “Manuale distruzione”, basta l’attacco di “Cuori d’artificio”, per scatenare l’approvazione di tutti i suoi numerosi fan, e cominciare con gli effetti speciali.
Segue “Nuvola”, e poi un problema tecnico alla pedaliera del chitarrista Gege (Eugenio Odasso) costringe Levante a un siparietto con il pubblico, per ingannare l’attesa. 
Lo anticipa, “ragazzi io vorrei parlarvi un sacco, ma la scaletta è lunga, lunga!”
Un modo per non perdere tempo, e lasciare spazio alla musica, 26 brani si susseguono, ed effettivamente Levante parla con il pubblico meno del solito.
Si avvicendano brani più rock, brani più intimi, arrangiamenti con solo archi o solo lei alla chitarra acustica, per un concerto entusiasmante e veramente coinvolgente.
A circa metà concerto, il pubblico che fino a quel momento era rimasto seduto negli spazi dell’anfiteatro, si alza per andare a ballare e cantare sotto il palco, e l’atmosfera diventa decisamente più elettrica.
Brava Levante, non si smentisce e se possibile si supera ogni volta, con una energia e una grinta incredibili, che sanno quando lasciare il posto alla dolcezza e a toni più intimi, come pure a voci più graffiate. 
Testi sempre interessanti, acuti e attuali, mai banali, specchio dei giorni e del punto di vista della cantautrice siciliana. Belle le anticipazioni dei brani contenuti nel nuovo album, primo tra tutti proprio l’omonimo “Magmamemoria”, per non parlare di “Se non ti vedo non esisti”, la vena di Levante è pulsante e creativa.
Ottimo controllo vocale, come sempre, e ottima gestione del palco, Levante sembra essere capace di tutto, anche di saltare e correre su tacchi incredibili, spostandosi da una parte all’altra del palco.
 
Grazie a Levante e alla sua band per la bella serata e l’ottima musica, e all’Anfiteatro di Fiesole e a bitconcerti per la consueta ospitalità.
 
Sul palco con Levante:
Alessandro Orefice, tastiere
Matteo Giai, basso
Alessio Sanfilippo, batteria
Eugenio Odasso, chitarra
Lorenza Giusiano, cori
Lucia Sacerdoni, violoncello
Tommaso Belli, primo violino
Enrico Catale, violino
Ruggero Mastrolorenzi, viola
 

La scaletta del concerto:

  • Cuori d’artificio
  • Nuvola
  • Diamante
  • Ciao per sempre
  • Se non ti vedo non esisti
  • 1996 La stagione del rumore
  • Come quando fuori piove
  • Io ti maledico
  • Duri come me
  • Memo
  • Caruso Pascoski
  • Sbadiglio
  • Pose plastiche
  • Io ero io
  • Abbi cura di te
  • Questa è l’ultima volta che ti dimentico
  • Non me ne frega niente
  • Di tua bontà
  • Le lacrime non macchiano
  • Gesù Cristo sono io
  • Magmamemoria
  • Tutti i santi giorni
  • Lasciami andare
    Bis:
  • Andrà tutto bene
  • Pezzo di me
  • Alfonso
  • Lo stretto necessario

La photogallery del concerto:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)