11222017Headline:

Libertà vaccinale. Diffida all’Azienda Sanitaria Toscana, C.Li.Va.: “dall’invio di dati sensibili degli alunni alle scuole”

8settembre 2017 da C.Li.Va. (Comitato per la Libertà di Scelta Vaccinale Toscana), Firenze

“A seguito delle dichiarazioni rilasciate dal Dott. Garofalo, Direttore della ASL Toscana Centro, ai microfoni di Lady Radio nella giornata di ieri, 7 settembre 2017, con le quali si faceva presente che le ASL Toscane avrebbero provveduto tra le giornate di oggi e domenica prossima all’invio alle scuole dei nominativi dei bambini che, ad un primo controllo, non fossero risultati in regola con le vaccinazioni obbligatorie introdotte dal dL 73/2017 e ss mm, il C.Li.Va. (Comitato per la Libertà di Scelta Vaccinale – Toscana)  ha provveduto a inviare formale DIFFIDA all’Azienda Sanitaria e, per conoscenza, al Garante per la Protezione dei Dati Personali ed alla Procura della Repubblica.”

“Ad oggi, infatti, il Garante non ha ancora autorizzato alcun flusso di trasmissione dei dati dalla ASL alle scuole; pertanto, l’annuncio del Dott. Garofalo si presenta estremamente preoccupante in quanto l’atto prospettato minaccia di ledere il diritto alla riservatezza sotteso. Auspichiamo, quindi, che il Garante adotti tutti i provvedimenti del caso.”

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 4 votes)