08212018Headline:

Per la pineta e una Viareggio migliore su, Asse di penetrazione (via del Mare) a Viareggio: “i cittadini chiedono il percorso partecipativo”

Il cosiddetto Asse di penetrazione o via del Mare, è una strada che nell’ultimo suo tratto, secondo l’intenzione dell’amministrazione comunale viareggina, dovrà attraversare un pezzo della Pineta di Levante a sud dello Stadio dei Pini.

6febbraio 2018 di Daniela Francesconi, Viareggio

Nella foto, da destra: Riccardo Cecchini (Legambiente Versilia), Isaliana Lazzerini (Pci), Beppe Del Giudice (Rifondazione Comunista), Angela Giudiceandrea e Jacopo Simonetta (Amici della Terra Versilia), Alessandro Balloni (Mov. 5 Stelle)

“Tutti uniti per la pineta e una Viareggio migliore” è il titolo della richiesta di un percorso partecipativo sulla strada detta Asse di penetrazione, una richiesta che è stata presentata il 31 gennaio alla Regione Toscana dal Coordinamento No Asse di Viareggio, ai sensi della “Legge sulla Partecipazione (L.46/2013). Dibattito pubblico regionale e promozione della partecipazione alla elaborazione delle politiche regionali e locali”. Si è svolta questa mattina (6febbraio alle 12 presso il Cro Darsene in via Coppino 245 a Viareggio) la conferenza stampa indetta dal Coordinamento No Asse di Viareggio per presentare la proposta di percorso partecipativo sul progetto “Asse di penetrazione”. 

Alla conferenza stampa erano presenti vari esponenti del Coordinamento, che è formato da cittadini e cittadine, associazioni e formazioni politiche. Tutti hanno parlato a nome del Coordinamento, a prescindere dall’organizzazione di appartenenza.

In meno di due mesi il Coordinamento ha raccolto oltre 2300 firme a sostegno della proposta, con i banchetti nelle strade e nelle piazze, autofinanziandosi e con l’impegno volontario di tanti che si sono messi a disposizione. Hanno firmato cittadini di diverso orientamento politico e di diversa opinione sull’argomento “Asse”. I banchetti sono diventati punti informativi sulle varie tematiche legate alla pineta, al traffico, all’urbanistica.

Nello stesso Coordinamento si discute e si approfondiscono tutte le varianti al progetto presentato dall’amministrazione comunale – hanno sottolineato i presenti – in assemblea e nei gruppi di lavoro. Ma soprattutto lo sforzo comune è quello di ragionare in termini progettuali immaginando il futuro della città nel suo complesso, con una mobilità alternativa e sostenibile, con diverse scelte urbanistiche, tutelando e valorizzando il verde del territorio. Al suo interno, il Coordinamento, sta già sperimentando le modalità di dibattito ispirate alle tecniche della facilitazione e della partecipazione. E’ dunque un vero e proprio laboratorio di progetti e di collaborazione fra le persone. Per questo è nata spontanea la proposta di organizzare un percorso partecipativo intorno ad un argomento così importante come l’Asse, un percorso nel quale, se approvato dalla Regione Toscana, dovranno e potranno trovare spazio tutte le opinioni.

Di seguito, il comunicato diffuso stamani dal Coordinamento No Asse Viareggio:

Il Cooordinamento No Asse, che riunisce molti cittadini e cittadine di Viareggio, insieme a gruppi e associazioni del territorio, il 31 gennaio scorso ha presentato alla Regione Toscana oltre 2300 firme a sostegno della richiesta di intraprendere un percorso partecipativo sull’Asse di penetrazione, un progetto che risale a molti decenni fa e che l’attuale amministrazione comunale intende realizzare con un tracciato che interesserebbe la parte della Pineta di Levante a sud dello Stadio dei Pini. In attesa di un Garante della Partecipazione, previsto dalla Legge regionale 1/2015 “Norme per il governo del territorio” e ancora assente nel Comune di Viareggio, la comunità debole* desiderosa di dialogare con il Sindaco per costruire bellezza*, si è impegnata a fondo nei mesi scorsi, in maniera spontanea e democratica, per elaborare e poi presentare il progetto “Tutti uniti per la Pineta e una Viareggio migliore” all’Autorità per la Partecipazione della Regione Toscana, ai sensi della “Legge sulla Partecipazione” (L. 46/2013).

Il progetto ha l’obiettivo di determinare i valori che costituiscono l’identità di Viareggio, individuando gli obiettivi che ne tutelano l’esistenza nel medio e lungo periodo. Particolare attenzione sarà dedicata alla conservazione delle Pinete e del Parco, alla promozione di attività economiche sostenibili, al tracciato della nuova viabilità della Darsena. Questo per promuovere concretamente l’arte fragile di costruire la Città* – *dal titolo di un convegno sulla Carta della Partecipazione che si è svolto a Villa Borbone il 7 dicembre – al fine di favorire la rinascita ambientale, sociale ed economica del territorio, a partire dall’area interessata dall’Asse di penetrazione, per influire sulle scelte capaci di ipotecare irrimediabilmente il presente ed il futuro di Viareggio.

Si ringraziano tutti i cittadini, le cittadine, i gruppi e le associazioni che hanno collaborato a questo successo! La raccolta firme continuerà per ampliare la partecipazione e continuare a promuovere azioni di cittadinanza attiva.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)