02192018Headline:

Voucher formativi: la Regione rimborsa i corsi per il ricollocamento lavorativo. Fondi per quasi 4 milioni di euro fino ad esaurimento

Scadenze bimestrali, la prossima il 10 marzo 2017

Livorno 12 gennaio 2017 da Comune di Livorno

Il Voucher formativo è un finanziamento destinato a chi desidera frequentare un master o un corso di formazione. Si tratta di un “buono” che può essere richiesto alla Regione, una volta individuato il corso di interesse (dovrete sempre leggere con attenzioni i vari bandi ed i requisiti richiesti). Suggeriamo quindi di tenere sotto controllo il Sito internet Regionale, l’Informagiovani della vostra città e i Centri per l’Impiego. La Regione Toscana ha stanziato quasi 4 milioni di euro di fondi erogabili come voucher formativi, destinati a chi ha perso il lavoro e intende fare dei percorsi formativi per ricollocarsi, poiché il bando prevede il rimborso dei costi sostenuti per la partecipazione ai cosiddetti “corsi professionalizzanti”.

Le domande sono ammesse a scadenze bimestrali (prossima scadenza il 10 marzo 2017), fino all’esaurimento di tutte le risorse. I voucher rimborsano totalmente o parzialmente il costo dei corsi, che però devono essere riconosciuti dalla Regione Toscana e realizzati da Agenzie formative accreditate presso la Regione. 

I corsi ammessi al rimborso inoltre devono rientrare nelle seguenti categorie:

  • corsi finalizzati al rilascio di qualifica professionale riguardanti Profili professionali o Figure professionali appartenenti ai Repertori Regionali;
  • percorsi finalizzati alla Certificazione delle Competenze aventi ad oggetto una o più Aree di Attività (AdA) del Repertorio Regionale delle Figure Professionali;
  • corsi dovuti per legge (ad eccezione dei corsi relativi alla sicurezza e pronto soccorso)

L’importo dei voucher varia a seconda della tipologia di corso scelto:

  • 3000 euro per i corsi di qualifica
  • 450 euro per la certificazione di unità competenze
  • 250 euro per corsi dovuti per legge 

Possono presentare domanda di rimborso i soggetti che possiedono tutti i seguenti requisiti:

  • a) Essere disoccupati ed essere, o essere stati, disoccupati percettori di assegno sociale per l’Impiego (NASPI); la condizione di disoccupato da cui è dipesa l’assegnazione del sussidio deve durare ininterrottamente da più di 4 mesi; (art. 23 lgs 150/2015); oppure essere disoccupati e, alla data del 1 maggio 2015, essere stati fruitori o aver fruito successivamente a tale data dell’indennità di mobilità;la condizione di disoccupato da cui è dipesa l’assegnazione del sussidio deve durare ininterrottamente da più di 4 mesi.
  • b) Essere residenti o domiciliati in un comune della Toscana, se cittadini non comunitari, in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attività lavorativa.
  • c) Avere compiuto i 18 anni di età.
  • d) Avere un reddito familiare Isee inferiore a 50.000,01 euro

I  corsi  formativi,  pena  la  decadenza dal beneficio del voucher,  dovranno  iniziare entro sei mesi dalla data di pubblicazione sul Burt della graduatoria definitiva di ammissione a contributo e terminare entro 12 mesi dall’avvio.
Le persone che partecipano ai corsi, potranno usufruire di tutoraggio e di assistenza per cercare lavoro tramite “assegno di assistenza alla ricollocazione” (in via sperimentale), rivolgendosi al il  Centro  per  l’impiego  con  il  quale il soggetto ha  stipulato  il  Patto  di servizio  personalizzato. Infine si può scegliere di utilizzare i servizi coperti dall’assegno di ricollocazione presso il Centro per l’impiego o presso un soggetto privato accreditato per lo svolgimento dei servizi per il lavoro sul territorio della Regione Toscana. Questa scelta dovrà essere dichiarata nella domanda di assegno di ricollocazione. 

Per ogni altra info: http://www.regione.toscana.it/-/por-fse-2014-2020-voucher-formativi-per-ricollocamento-nel-lavoro
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +13 (from 13 votes)