07222017Headline:

100 alla veglia dei buoni, una sessantina gli agenti di P.S., 400 alla controveglia dei cattivi

15settembre 2014 di Luca Stellati – foto e video di Giacomo Bazzi

In copertina, due ragazzi si baciano davanti alla veglia anti matrimoni omosex.

14 settembreMeno male che sono sempre stato bravino in matematica, anche se non c’è voluto uno sforzo sovrumano, perché stavolta ci tenevo ad essere preciso. Insomma la tiepida serata livornese si è svolta pacificamente, anche se le motivazioni delle due manifestazioni sono apparse ben più distanti della lontananza fisica dei due presidi, alla Terrazza e a Piazza S. Iacopo.

A dire il vero, a scongiurare qualsiasi scambio di opinione, ammesso e non concesso che fosse auspicabile, c’hanno pensato le forze dell’ordine, che sono state contro vegliacomandate ad un servizio forse sovradimensionato rispetto alle reali esigenze: all’inizio con una trentina di controlli dei documenti, sul finire con un cordone attraverso il Viale Italia che ha bloccato a lungo il traffico sul mare.

La veglia

Doveva essere silenziosa, diciamo che è stata triste e semisilenziosa, perché dagli altoparlanti a tratti partivano gli slogan dei La Manif Pour Tous. Sono pochi e in gran parte venuti da fuori, quasi inesistente la partecipazione anche delle parrocchie livornesi, che qualcuno avrebbe immaginato più sensibili (viste anche le posizioni del Vescovo, vicino a amatoComunione e Liberazione) ad una campagna integralista.

C’è la consigliera Amato, di Forza Italia, che rivendica il suo impegno contro le “illegali” Unioni Civili. C’è il responsabile massese, Daniele Nicotra, che usa toni distensivi, si appella alla libertà di opinione, tiene a dire che non è contro i diritti dei gay, ma il matrimonio, l’adozione e la procreazione assistita no! Perché loro sono dalla parte dei bambini e la procreazione non è un diritto (beata 184, ndr).

 

veglia anti gay

Su questo punto l’altoparlante diffonde però una versione assai più truculenta, direi anche di cattivo gusto paragonando la crescita di un bambino, con una coppia genitoriale omosessuale, alla mutilazione della falange del dito anulare (chissà perché proprio quello) del povero bambino; e meno male che il dito non è finito sotto spirito, come ai tempi delle “gloriose” campagne antiabortiste!

Ricompare quindi il richiamo al “diritto naturale”, alla congeneità del maschile e del femminile, al diritto dei bambini ad avere un padre ed una madre.

 

contro veglia 2La controveglia

E se non ci sono, e nessuna coppia etero richiede l’adozione? C’era con me il fotoreporter di pisorno, Giacomo Bazzi, che a questo punto è sbottato “glielo farei vedere io cosa vuol dire stare 13 anni in orfanotrofio…”; meglio spostarsi allora verso piazza S. Iacopo.

Neanche lì c’erano folle oceaniche, ma un po’ più di vita si, parecchia gente con qualcosa di colorato addosso, un po’ di musica e qualche breve intervento degli organizzatori, senza esagerare. Si ragiona di rapporti d’amore, che solo possono dare felicità, quali che siano i protagonisti.

“Ormai è una vecchia storia: difendere la vita è la frase usata da chi in realtà si arroga il diritto di decidere sulla via altrui, impedendo che la sessualità e la maternità siano una libera scelta”, dice il collettivo “Mio il corpo, mia la scelta”, ma di molte altre posizioni abbiamo già dato conto su pisorno, inutile ripeterci.

Dalla manifestazione parte però una richiesta chiara all’amministrazione comunale 5 stelle: la disponibilità espressa dal Vicesindaco, alla costituzione del registro delle Unioni Civili, produca rapidamente un risultato tangibile.

 VIDEO CON LE INTERVISTE

Potrebbe interessarti anche:

http://www.pisorno.it/veglia-contro-i-matrimoni-omosessuali-organizzata-a-livorno-annunciata-la-controveglia-di-rifondazione-comunista/

http://www.pisorno.it/buongiorno-livorno-interviene-sulla-veglia-in-difesa-della-famiglia-tradizionale-in-programma-domenica-14/

http://www.pisorno.it/liberi-ed-uguali-in-dignita-e-diritti-anche-sinistra-anticapitalista-a-favore-del-registro-delle-unioni-civili-a-livorno-impossibile-stare-in-silenzio-sulla-veglia/

 

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +11 (from 11 votes)
  • Teresa Pucci

    Ma questi antagonisti cosa pensano dello sfruttamento delle donne con l’utero in affitto, pardon, con la gestazione di sostegno? Hanno mai letto Orwell e le altre sinistre profezie sulla società dove gli uomini sono prodotti in laboratorio? Credono che sia di sinistra sostenere questi “diritti” che guardano ai capricci di singoli anziché dei bambini, è affermazione di libertà sul proprio corpo scegliere di sopprimere un bambino nel proprio grembo, farlo produrre in provetta con un gamete estraneo? Se non capite neanche il linguaggio del paradosso (il bambino amputato della falange) peggio per voi, non vi resta che sputare veleno, con arroganza e veemenza, come avete fatto ieri sera a Livorno, su chi manifesta pacificamente un pensiero che è quello della maggioranza degli italiani, che non fa carnevalate e vorrebbe che la famiglia, uomo e donna che si riproducono, fosse davvero tutelata dalla politica, per il bene di tutta la società.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 3.0/5 (6 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 10 votes)
  • Bongiovi

    La carta del fanciullo delle Nazioni Unite ha sancito il diritto di ogni bambino ad avere una famiglia, e non viceversa.
    Quando si parla di famiglia per un bambino, si intende la presenza della coppia genitoriale formata da un padre e da una madre, l’unica capace di permettere una crescita psico-affettiva armonica. Questo concetto non ha niente a che vedere con alcuna fede religiosa, nè è di destra o di sinistra, sono elementi fondamentali di antropologia, di psicologia clinica e di neuropsichiatria infantile, sottoscritti da almeno 1 secolo di studi che evidenziano i ruoli che le 2 figure, SOTTOLINEO DIFFERENTI MA COMPLEMENTARI, svolgono.
    Le poche decine di studi condotti dagli psicologi attivisti LGBTQ, non hanno mai approfondito la questione nel suo vero significato:COME SARA’ QUEL BAMBINO DA ADULTO?
    Poi possiamo raccontare che gli asini volano.
    A NOI INTERESSA IL BENE DI OGNI BAMBINO!
    Ieri a Livorno è stato detto questo, e fortunatamente tanti genitori ignari hanno ascoltato e compreso.
    Essere genitori è una cosa seria, come sanno bene anche i vostri, perchè ognuno di voi, dai giornalisti ai manifestanti, un padre e una madre lo hanno o lo hanno avuto, e hanno saputo bene il loro ruolo. Oggi è tutto così nebuloso, liquido, etereo, confuso.
    Spero che prima o poi anche voi riusciate a diradare la nebbia, e che con i vostri figli sappiate comprendere il giusto valore dell’educazione. Provate ad insegnare a un bambino a parlare, a camminare, a diventare indipendente, ad acquisire autostima e sicurezza con Love is love: Mica è cicciobello o un gatto, è un essere umano.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 3.4/5 (5 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 9 votes)
  • Giovanna

    Quanti bambini c’erano alla vostra lugubre veglia? Nessuno, meno male. Come mai in piazza S. Iacopo c’era pieno di figlioli?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 4.0/5 (4 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
  • Garrison

    Purtroppo per il clima violento instauratosi dai contro-manifestanti molte persone hanno preferito lasciare i bambini a casa. Le altre veglie che la Manif ha organizzato in tutta Italia nell’ultimo anno sono state sempre piene di bambini, come in Francia. Comunque basta usare google.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 2.3/5 (3 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  • Bongiovi

    A Lucca, città molto più civile di Livorno, la settimana scorsa ce n’erano tantissimi da pochi mesi fino ad adolescenti. Come a Pistoia, a Firenze, a Prato. Se uno deve rischiare di essere malmenato, ed ha bisogno della polizia per poter manifestare, i figli se li tiene a casa.
    A proposito bello il vostro volantino, sembra un comunicato delle brigate rosse.
    “Collettivo mio il corpo mia la scelta”
    Incivili.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 3.0/5 (2 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  • Marco

    Perché si sa che i bambini sono attratti dal Circo e dai circensi! Come al solito fate sceneggiate ma quando dovete argomentare state tutti zitti perché? Perché non avete argomentazioni! Sapete solo berciare!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  • Marco

    questo pseudo-articolo è fortemente schierato e, con il rispetto delle idee posso anche comprenderlo! La cosa che non comprendo è perché si debbano citare dati falsi sui numeri per tirare l’acqua al proprio mulino!

    Se questo pseudoblog vuol fare un minimo di informazione, si attenga ai fatti! E i fatti sono che da una parte c’era il circo dall’altra le persone!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 5 votes)
  • Stefania

    Capisco la scelta di pisorno di non censurare, ed anche la condivido. Però bisognerebbe che qualcuno, tipo Bongiovi, dedicasse il suo prezioso tempo a commentare gli articoli del “Corvo nero del Padule”, nota rivista della sua amata terra. E già che c’è potrebbe anche ricordarsi di mettersi il dito medio sotto spirito!

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (2 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  • Marco 2

    Marco devi aver cambiato manifestazione, sei siuro desse stato a Livorno?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (2 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  • Zelea

    Che vi aspettate dall’articolo di un pensionato demoproletario?

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  • Massimo

    Caso mai tabaccaio, e comunque chi ha il coraggio delle proprie opinioni firma, i codardi alla Zelea no

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  • fausto

    Solo una nota tecnica. Non sono stato alla manifestazione, o meglio alle manifestazioni, ma ho visto diversi filmati in rete diffusi da siti antagonisti ed anarchici. Inviterei chi scrive questo articolo (satirico?) a guardarli utilizzando se ne ha la capacità il fermo immagine e contare i manifestanti singoli di ognuna delle due. contare come su un pallottoliere e rendersi conto della realtà e onestamente raccontare il reale che accade, non i revanscismi della propria testa. si renderebbe conto che i numeri che propone sono del tutto fasulli ed allora tutto il suo scritto non ha più valore. esercizio ideologico e puerile. così che i contenuti si vanno a fare fottere ché l’importante è ancora cantare bella ciauuuu

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  • Finimola

    Sono seghe mentali ma nessuno vede oltre.
    Si parla di DIRITTI CIVILI, l’associazione (Veglia) Manif Pour Tous, non dice perché strumentalizza, non centrano le adozioni.
    A tutti rivolgo una domanda secca dove la risposta deve essere altrettanto secca: preferisci avere un figlio con un tumore oppure che sia Gay.
    Non rispondete a Me ma a voi stessi.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  • Saber

    Giovanna arrivi proprio solo fino a lì…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 2 votes)
  • Paolo

    Da una parte ci sarà stato anche il circo, ma dall’altra c’era un funerale, con tanto di lumini e preti pronti per l’omelia funebre.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (2 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  • Pingback: 5 Ottobre a Pisa, si ritorna a pregare contro i diritti, alle persone dello stesso sesso. | Pisorno()

  • Pingback: 5 Ottobre a Pisa, si ritorna a pregare contro i diritti, delle coppie omosessuali | Pisorno()

  • Pingback: Ironia e Goliardia sdraia il pregiudizio e le Sentinelle in Piedi di p.zza dei Cavalieri, a Pisa. Video | Pisorno()