11212018Headline:

4 febbraio Teatro di Cascina, in scena: “Abbasso i Bulli”. Spettacolo che aiuta i bambini ad affrontare il tema del bullismo, conoscerlo meglio e combatterlo

Domenica 4 febbraio (ore 17) alla Città del Teatro di Cascina arriva “Abbasso i bulli”, di Francesco Tammacco, una produzione della Fondazione Sipario Toscana ONLUS, proposta per la rassegna dedicata ai ragazzi “Domenica a teatro”. In scena Martina Benedetti e Matteo Micheli, con i disegni di Beatrice Brigante La Visionaria, le musiche di Puccini, Bizet, Musorgskji e la regia di Nicola Fanucchi.

2febbraio 2018 da Città del Teatro di Cascina

Martina e Matteo, due fratelli trentenni, si ritrovano dopo una vacanza “particolare” e tornano con la memoria al periodo delle scuole elementari durante il quale vissero, in modo molto diverso, un difficile rapporto con un compagno “bullo”. In un flashback giocano insieme come quando erano bambini, animando, come burattini, gli oggetti della quotidianità domestica, raccontandosi le paure dell’età dell’infanzia e, in questo modo, finalmente liberandosene.

“Parlare di bullismo a bambini delle scuole elementari significa, innanzitutto, fare prevenzione – sottolinea il regista Nicola Fanucchi – raccontare un fenomeno che incontreranno, probabilmente, nel loro futuro. Con questo lavoro proponiamo ai piccoli spettatori un’efficace via d’uscita: parlarne! Con gli insegnanti, con i genitori, con altri adulti. Svelare la violenza e “fare gruppo” è la nostra ancora di salvezza”. Non ci sono schermi o proiezioni, le verdure diventano marionette, lo stendipanni il teatrino dei burattini, la scenografia di Beatrice Brigante riporta al mondo del fumetto e le musiche di opera e classiche propongono un ascolto senz’altro conosciuto agli adulti, ma ancora da scoprire per i bambini. Lo spettacolo “Abbasso i bulli” è incentrato sul lavoro d’attore, con il coinvolgimento attivo degli spettatori, a cui è richiesto aiuto nei momenti di difficoltà. Importante l’uso del linguaggio dei burattini (le verdure e i palloncini che si animano), che rende ancora più fruibile il contenuto del racconto. “L’ambientazione in un contesto domestico – prosegue Fanucchi – è stata scelta per dare l’occasione ai bambini di ritrovare l’ambiente familiare e anche per stimolare la loro fantasia in un momento storico dove anche i più piccoli sono spesso a contatto con “schermi intermediari” che deprimono la loro creatività”.

Biglietti: intero adulti 7,50 euro – bambini (fino a 12 anni) 6 euro – promo adulti 6,50 euro – promo bambini 5,00 euro + diritto di prevendita. Info biglietti: biglietteria@lacittadelteatro.it – T. +39 345 8212494. Info eventi: www.lacittadelteatro.it
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)