11202017Headline:

73º anniversario dell’eccidio di Vada. Martedì 20 giugno alle 21.15 in piazza Garibaldi (o al Teatro Ordigno in caso di pioggia)

19giugno da Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nella Provincia di Livorno

La comunità rosignanese torna in piazza martedì 20 giugno per commemorare una delle pagine più drammatiche della sua storia: l’Eccidio di Vada del 20 giugno 1944 quando un reparto di soldati nazisti in ritirata uccise quattro cittadini di Vada, Ruggero Lupichini, Delfo Rofi, Elio Vanni ed Ivo Vanni, costringendo poi la popolazione a riunirsi in Piazza Garibaldi, dove il coraggioso intervento di Don Antonio Vellutini protesse la popolazione, schierata in piazza dai tedeschi di fronte ai corpi degli uccisi, dal rischio di una strage ancor più grave.

La commemorazione, come di consueto, avverrà in quella stessa Piazza, per mantenere viva la memoria di quanto è stato, per soffermarci su un episodio che ha segnato profondamente Vada e Rosignano tutta e riflettere ancora una volta sui quei valori e quegli ideali di libertà, giustizia e democrazia che sono alla base della nostra comunità. Interverranno Alessandro Franchi, sindaco di Rosignano Marittimo, e Francesco Giuntini, presidente della locale sezione dell’Anpi. Nell’occasione verrà presentata la ricerca “Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia (1943-1945)”, un progetto promosso dall’Anpi nazionale e dalla rete degli Istituti storici della Resistenza (http://www.straginazifasciste.it/), e il volume “Zone di guerra, geografie di sangue” (il Mulino).

Intervengono:

  • Gianluca Fulvetti, ricercatore in storia contemporanea all’Università di Pisa e curatore del volume insieme a Paolo Pezzino
  • Catia Sonetti, direttrice dell’Istoreco di Livorno.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)