09222018Headline:

Ac Pisa 1909, altre 24 ore per decidere il futuro del Pisa

Image and video hosting by TinyPicLa richiesta dall’Ac Pisa è di 7,5milioni, il gruppo Dubai resta fermo sui 5,5milioni ma, si sono presi 24ore per decidere se riformularla e se proseguire nelle trattative.

23agosto 2016 admin

Summit blindato, con una cinquantina di agenti a presidiare la zona di San Rossore, è lì che si è svolto l’incontro tra le parti interessate alla trattativa per la cessione dell’Ac Pisa 1909.

Presenti al tavolo: la presenza del Sindaco Filippeschi e l’Assessore allo Sport Salvatore Sanzo, i rappresentati dell’Ac Pisa (l’Avv. Cecinelli, il figlio di Fabio Petroni, Lorenzo Giorgio e l’Avv. Tomassetti), per il fondo di Dubai Equitative Asset Management Limited l’Avv. Giardino, assente l’imprenditore Pablo Dana, perché impegnato per lavoro a Dubai.

sport calcio pisa

Questa riunione doveva essere quella decisiva per il futuro del Pisa, ma purtroppo nulla di concreto. Al termine dell’incontro il sindaco Filippeschi e l’assessore allo sport Sanzo hanno tenuto una conferenza stampa per fare chiarezza sull’attuale situazione del club nerazzurro, ecco la sua dichiarazione alla stampa:

«Impegno fondamentale di Gattuso, ai fini della promozione. Impegno della Britaly Post essenziale per la situazione economica della società. Il Comune di Pisa è da giugno che spinge per una soluzione, in queste settimane ci siamo fatti un’idea, è una situazione gravissima. La società sportiva è in grave ritardo, ci sono tensioni molto forti con l’organico della squadra e il progetto sportivo è stato interrotto. È aperta una vertenza sindacale tra società e squadra, c’è il forte rischio di perdere i giocatori. Ho dovuto fare delle domande pubbliche per coprire la mancanza di trasparenza. L’offerta del gruppo di Dana e concreta, ma valutata insufficiente. L’offerta è vera sul piano economico e la volontà di comprare è forte, a quanto si sappia e l’unico caso di offerta concreta. La richiesta che è stata fatta dall’Ac Pisa è di 7.5 milioni. Il gruppo Dana ha offerto 5.5milioni, ma si sono presi 24 ore per decidere se riformularla e se proseguire nelle trattative. Il Comune non può giudicare la richiesta, è da giugno che spinge per una soluzione e ha fatto più del dovuto. Nolli mi aveva avvisato della lettera, il Pisa mi ha dato la documentazione che è stata inviata all’avvocato. Nolli mi ha chiamato durante l’incontro, ovviamente non ho avuto il tempo per richiamarlo. Inoltre oggi il Pisa incontrerà Abodi, il presidente della Lega di B. è da giugno che lo aggiorno sulla situazione del club nerazzurro».

E l’assessore allo sport Salvatore Sanzo, che precisa:

«Al Pisa abbiamo fatto presente che il progetto sportivo è totalmente fermo, manca l’allenatore e c’è un’autogestione. Tra pochi giorni inizia il campionato, la situazione è gravissima. A tale osservazione non abbiamo ricevuto risposta»

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)