10192018Headline:

Collisione a largo della Corsica, in mare chiazza ‘fuel oil’ per 10 kmq. Danno ambientale anche per Capraia

Proseguono le operazioni di contenimento e bonifica dell’inquinamento causate dalla collisione tra la nave Ro-ro ‘Ulysse’ ed una porta container, avvenuta alle 7 di mattina di domenica 7 ottobre.  La nave portacontainers Cls Virginia si calcola aver versato in mare, in seguito all’urto, circa 600 metri cubi di ‘fuel oil’, si teme un danno ambientale anche per Capraia Isola 

8ottobre 2018 da Chiara Bini, Firenze

Il Consorzio Lamma è impegnato a supportare la gestione dell’emergenza relativa all’incidente a Nord-Ovest della Corsica e sta collaborando con la Capitaneria di Porto di Livorno per fornire i dati delle previsioni meteo delle prossime ore e dei prossimi giorni. Lo fa sapere l’assessore all’ambiente Federica Fratoni in seguito alla collisione avvenuta a largo della Corsica, tra una nave Ro-Ro battente bandiera tunisina ed una porta container di bandiera cipriota, che ha provocato uno sversamento in mare di “fuel oil” ovvero olio carburante.

“Con le previsioni meteo a disposizione, ha spiegato Fratoni, sarà più agevole la pianificazione delle attività di emergenza sul tratto di mare sul quale è richiesta la collaborazione attiva delle autorità italiane anche se in territorio francese”.

I dati di osservazione, previsione e ricostruzione dello stato del mare su cui si basa il Consorzio sono messi a disposizione delle autorità competenti e dei soccorsi anche nella forma di bollettini dedicati. I dati riguardano:

  • revisione operativa dello stato del mare (vento, onde, e correnti di superficie);
  • misure di corrente superficiale da radar HF;
  • rilevamento satellitare dell’eventuale sversamento (ottenuto tramite elaborazione dei satelliti Sentinel).
  • Inoltre verrà attivato un modulo per la previsione dello spostamento dello sversamento.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)