Conferenza stampa di Fine Anno del Sindaco di Livorno Filippo Nogarin. La Giunta in un anno di Governo

22dicembre 2017 da Comune di Livorno

Tantissimi cantieri aperti, la messa in sicurezza dei fiumi post-alluvione, aiuto alle famiglie in difficoltà, decoro urbano, nessun ulteriore consumo di suolo, deciso no all’ospedale a Montenero, nessuna nuova cubatura nell’ex Caprilli, incremento degli eventi spettacolari e culturali, questi in sintesi i punti salienti della conferenza stampa.

Il sindaco di Livorno Filippo Nogarin ha tenuto nella mattinata di oggi, venerdì 22 dicembre al Cisternino di Città, la tradizionale Conferenza stampa di Fine Anno. E’ stata l’occasione per tracciare, insieme agli operatori della comunicazione del territorio, un bilancio dell’attività svolta dall’Amministrazione comunale nel corso dell’anno e per comunicare i progetti futuri. La conferenza ha visto la partecipazione degli assessori, del Segretario generale e dei dirigenti di dipartimento. 

Questo il testo integrale del discorso del Sindaco:

“Buongiorno a tutti e benvenuti alla tradizionale conferenza stampa di fine anno, che stavolta sarà un po’ meno tradizionale del solito. Intanto per la location: niente sala delle Cerimonie in Comune, ma il Cisternino di città. E il motivo è semplice: questo è il luogo della condivisione e oggi noi intendiamo condividere con voi e con tutta Livorno quello che abbiamo fatto in questi 12 mesi e soprattutto le priorità per il prossimo anno. L’altra novità è che farò un intervento introduttivo necessario a valorizzare i principali risultati raggiunti nel 2017 e indicare la direzione in cui intendiamo andare nel 2018. Dopodiché ciascun assessore avrà 3 minuti per raccontare quale sarà il filo conduttore che guiderà la sua azione il prossimo anno e quali le partite che intenderà portare avanti per proseguire nel percorso di cambiamento della città. 

Il senso di tutto questo è presto detto: amministrare una città è un lavoro di squadra e per quanto ci sia un sindaco, che è quello che poi si prende gli avvisi di garanzia, la responsabilità nei confronti dei cittadini per le cose buone e per quelle meno buone ce la prendiamo tutti quanti, ogni singolo giorno. E dunque anche oggi ci mettiamo tutti quanti la faccia. E poi è un modo per tenervi svegli un po’ più a lungo. E’ inutile stare a  girarci attorno: l’anno che ci stiamo per lasciare alle spalle entrerà purtroppo nella storia. Perché quello che è accaduto il 10 settembre scorso per quanto mi riguarda ha cancellato ogni traccia di tutto quello che è successo prima. La nostra città è stata spezzata in due dalla furia dell’acqua e ciò che grida vendetta è che siano state spezzate anche 8 vite di nostri concittadini.

Da quel colpo ci siamo rialzati grazie al grande cuore dei livornesi, che prima si sono rimboccati le maniche per dare una mano ai loro concittadini in difficoltà. Poi, insieme a migliaia di persone sparse per tutto il Paese, hanno messo mano al portafogli, dando vita a una vera e propria gara di solidarietà. L’imponente mole di donazioni arrivate da ogni angolo della penisola sono tra le poche risorse già pronte per essere utilizzate per aiutare i cittadini che oggi a distanza di 3 mesi e mezzo sono ancora in difficoltà. Quello che mi sento di garantire qui e ora è che nemmeno un euro di questo tesoro solidale verrà sprecato. Abbiamo già riunito attorno al tavolo tutti i soggetti caritatevoli e le associazioni che si sono date da fare per raccogliere i fondi e abbiamo deciso di coordinare l’utilizzo di queste risorse in modo da evitare di disperdere energie in questa fase così delicata per centinaia di nostri concittadini.

E’ del tutto evidente, però, che la mia preoccupazione va al futuro:

non possiamo avere la certezza che un evento così non si ripeta mai più, anzi. La domanda a questo punto è: cosa dobbiamo fare per permettere a Livorno di rimanere salda di fronte a fenomeni di questa violenza? Le risposte sono due a mio avviso: prevenzione e riduzione del rischio. Il primo è un lavoro culturale e capillare che abbiamo iniziato da tempo, ma che deve essere ulteriormente implementato, per informare i cittadini sulle procedure da seguire in caso di allerta meteo e sui comportamenti da evitare ad ogni costo. 

La seconda misura è più complicata, ma ancor più urgente.

Per decenni la città si è mangiata la campagna circostante andando quasi a sfiorare le colline che si trovano alle nostre spalle. Si è costruito troppo e senza criterio e si è costruito là dove non si sarebbe dovuto costruire. A questo punto sono necessarie delle contromisure immediate. Le casse di espansione devono essere ripensate e adeguate nel più breve tempo possibile, invece di stare a perdere tempo con progetti campati per aria e propositi di stombamenti difficilmente realizzabili, specie nel breve periodo. Bisogna piuttosto mettere dei paletti rigorosi per impedire che sorgano nuove abitazioni nelle aree a rischio e che il cemento si mangi le nostre colline che sono una difesa naturale in grado di rallentare la velocità dell’acqua. Ed è quello che stiamo facendo attraverso il nuovo piano strutturale che vedrà la luce il prossimo anno: questo sarà lo strumento di pianificazione territoriale più importante per disegnare la Livorno di domani. Una città che si lascerà definitivamente alle spalle la stagione delle varianti urbanistiche che in troppi casi hanno finito per violentarla.

Ma quella delle varianti non è l’unica stagione che ci siamo lasciati alle spalle. 

La cosa più importante è che questa amministrazione ha rotto con l’immobilismo del passato. Ci potrete accusare di tutto, ma certo non si può dire che non abbiamo avuto il coraggio di mettere in atto dei cambiamenti. In alcuni casi abbiamo sbagliato, in altri abbiamo dovuto correggere la rotta di alcuni progetti, in particolare per quanto riguarda la viabilità, ma di certo nessuno potrà dire che non stiamo cercando di imprimere una svolta alla città. E lo stiamo facendo seguendo una linea precisa: mettere ordine laddove fino ad ora regnava il caos, o meglio l’anarchia più totale. Ecco perché la parola chiave che ho scelto come bussola per l’azione del prossimo anno è: coraggio. Il coraggio prima di tutto di rialzare la testa dopo il disastro e mettersi tutti in gioco per far ripartire Livorno. Ma anche il coraggio di fare scelte impopolari, il coraggio di rompere con gli stereotipi che troppo spesso hanno ingessato e ingessano questa città.

Il coraggio di cambiare, insomma.

I semi del cambiamento sono stati piantati. Penso al regolamento del commercio, con i nuovi piani d’ambito e le nuove regole sul decoro che puntano a migliorare anche l’impatto visivo della nostra città. Penso al regolamento degli annessi agricoli, che ci permetterà da un lato di demolire le strutture abusive spuntate come funghi sulle colline livornesi ma dall’altro di permettere a chi vuole mettersi in regola, di creare piccoli manufatti in legno utili anche a sviluppare un’agricoltura amatoriale necessaria per la difesa del suolo e la manutenzione del Territorio. Penso alla nuova politica della sosta che debutterà, nonostante i mille intoppi e ritardi, a gennaio. E penso poi alle nuove linee guida che abbiamo approvato per quanto riguarda le riqualificazioni delle baracchine sul lungomare.

Tutti semi che germoglieranno nel corso del 2018, permettendoci di raccogliere i frutti di un lavoro complesso, lungo, ma puntuale, chiaro e deciso.

Lo sapete meglio di me, un’altra stagione ormai finita è quella delle vacche grasse. Quella in cui nessun sindaco doveva preoccuparsi del bilancio perché gli introiti erano garantiti dall’Imu prima casa e i tagli ai trasferimenti statali non erano nemmeno nel campo delle ipotesi. Ora non è più così: la coperta è corta e quindi alla politica spetta il compito di fare delle scelte. Scelte che identificano quali sono le nostre priorità e noi su questo abbiamo le idee molto chiare. Una di queste è senza dubbio la scuola. Sapete quanto spendeva il Comune nel 2013 per le manutenzioni ordinarie e straordinarie di asili e materne? Un milione e duecentomila euro. Sapete quanti ne abbiamo spesi noi nel 2016? Oltre tre milioni e altrettanto nel 2017. Bisognerebbe ricordare più spesso questo dato.

La manutenzione del patrimonio edilizio scolastico è infatti una questione dannatamente seria, che riguarda la sicurezza dei nostri bambini e cioè del nostro futuro. Noi stiamo facendo enormi sforzi ma per sanare problemi storici e annosi, occorrerebbe un piano straordinario di investimenti da parte del governo. E lo dico al futuro presidente del Consiglio, che ovviamente sarà cinque stelle. Questa deve essere una delle prime cinque priorità per tutti noi. Così come lo deve essere il contrasto alla povertà e al disagio sociale che nelle realtà economicamente in difficoltà come quella di Livorno, che registra ancora un tasso di disoccupazione di circa il 10,8%, praticamente in linea con quello del 2014.

Io colgo l’occasione, l’ennesima, per lanciare un appello all’Autorità portuale affinché sblocchi la partita dei bacini di carenaggio e riapra la gara. i tempi sono quanto mai maturi e quella rappresenta una valvola di sfogo occupazionale immediata, di cui sembrano finalmente essersi accorti persino i sindacati che fino ad ora su questo tema avevano inspiegabilmente remato in direzione opposta. Meglio tardi che mai. In ogni caso, è inutile prendersi in giro, la crisi morde ancora e continuerà a farlo. Per questo è fondamentale non abbassare la guardia e potenziare le misure di sostegno al reddito e di assistenza a chi è in difficoltà. Noi lo abbiamo fatto aumentando del 2% rispetto allo scorso anno la spesa per il sociale e abbiamo ampliato la platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza. Una misura che nel 2016 era sperimentale ma che ora è diventata strutturale e questo ha attirato l’attenzione di numerosi media stranieri. Sono venuti a intervistarmi dalla Russia, dall’Inghilterra, dagli Stati Uniti e da Israele per approfondire i contenuti e i benefici del reddito di cittadinanza.

E alla fine persino il governo italiano si è accorto della sua efficacia e ha introdotto qualcosa di molto simile: prima il Sostegno all’inclusione attiva e ora il Reddito all’inclusione attiva.

L’altra grande priorità in questa città sono i lavori pubblici. Ciò che abbiamo deciso di fare è cercare di dare un’anima ai troppi non luoghi che ci sono a Livorno. Pensate a piazza Guerrazzi, a piazza II Giugno o all’area di fronte al Cisternone. Tutti non luoghi che presto cambieranno faccia. Così come accaduto per piazza Garibaldi che inauguriamo domani e per piazza Attias, che abbiamo riaperto interamente solo poche ore fa e che rappresenta un passaggio in continuità tra via Marradi e piazza Mazzini. Due aree che nel 2017 hanno recuperato l’identità che avevano perduto nel passato. Frammenti di una rigenerazione urbana che diventerà sistematica dal prossimo anno. Il 2018 sarà infatti un anno di cantieri, che significa per prima cosa lavoro, ma anche disagi per la viabilità. Lo dico già oggi ai cittadini, abbiate un po’ di pazienza. Questi interventi serviranno a ridisegnare la Livorno di domani. Una città più bella, inclusiva, sicura, attrattiva per i turisti e vivibile per i livornesi.

Una rivoluzione urbanistica coraggiosa quanto necessaria.

Così come necessario è un altro intervento che abbiamo messo in cantiere lo scorso anno e che realizzeremo compiutamente a primavera: il restauro complessivo della Terrazza Mascagni, il vero simbolo della nostra città, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.L’ho detto lo scorso anno e lo ripeto oggi: se Livorno riesce a vincere la sfida della riconversione in chiave turistico ricettiva, allora avrà davvero la possibilità di risollevarsi definitivamente. Insomma. Scuola, Occupazione, Lavori pubblici, Turismo.

E la nostra quinta stella polare non può che essere l’ambiente. Le recenti notizie che arrivano dalla procura che sta indagando sul traffico di rifiuti e sugli smaltimenti illeciti mi spingono a un ragionamento chiaro e preciso.

Anche in questo campo ci vuole coraggio e noi stiamo dimostrando di averlo. Con l’introduzione del porta a porta stiamo aumentando vertiginosamente le percentuali di raccolta differenziata in città. E questo significa che stiamo ponendo le basi per affamare l’inceneritore di Livorno, le cui ceneri sono uno dei materiali più pericolosi da smaltire e che, non certo per colpa nostra, finivano proprio in una delle due aziende attualmente sotto indagini. Alcuni cittadini, pochi per la verità e spesso strumentalizzati, stanno protestando per questo nuovo sistema di raccolta rifiuti, adottato in larghissima parte dei Comuni italiani. Noi non intendiamo arretrare di un millimetro perchè siamo convinti che la direzioni intrapresa sia quella corretta. Così come è sacrosanto aver iniziato a mettere i proverbiali soldi nel porcellino, per usare un’espressione cara al presidente di Aamps. Soldi necessari a portare in fondo l’operazione pratino di cui qualcuno in passato ha riso, ma che rappresenta l’unico, vero modo per sganciare Livorno da un modello di gestione dei rifiuti vecchio, dispendioso e velenoso. Anche per questo ci vuole coraggio e noi, questo ormai lo sapete, ne abbiamo da vendere.

Come avete visto nelle ultime settimane con i numerosi tagli di nastro, stiamo finalmente cominciando a raccogliere i frutti di quanto abbiamo seminato nei primi tre anni alla guida della città. Nei prossimi 18 mesi tanti altri progetti andranno in porto e tutti noi livornesi potremo toglierci tante altre soddisfazioni. Ma ve lo dico ancora una volta con grande chiarezza: noi non abbiamo alcuna intenzione di smettere di seminare. Lo abbiamo fatto fino ad ora e continueremo a farlo nei prossimi anni, nell’interesse esclusivo dei cittadini di Livorno. Grazie a tutti.

A seguire hanno preso la parola gli assessori che hanno illustrato le loro priorità. Dalla vicesindaco e poi via in ordine alfabetico.

Quanti interessati, possono prenderne visione clikkando sul nome:

 

Stella Sorgente, fine anno

 

 

Alessandro Aurigi, fine anno

 

Paola Baldari, fine anno

 

 

Francesco Belais, fine anno

 

 

Dhimgjini Ina, fine anno

 

Francesca Martini, fine anno

 

Valentina Montanelli, fine anno

 

Andrea Morini, fine anno

 

Giuseppe Vece, fine anno

https://wetransfer.com/downloads/0052a2d1c16baac49d985bc223ed4e1120171222142048/762186a5ddb3ce01731fa21ad8f44d2420171222142048/4adf9f

https://wetransfer.com/downloads/0052a2d1c16baac49d985bc223ed4e1120171222142048/762186a5ddb3ce01731fa21ad8f44d2420171222142048/4adf9f

 

Recommended For You

About the Author: Pisorno

2 Comments

  1. A first timers internet dating guide book

    for the future it’s not uncommon for many correlation to begin within the web. It’s any to find someone so who are too shy to just commencement a relationship obtaining unknown person. it may also help brought on too congested to get out there and search for a associate to be junctions and find someone to see. your home business curious about how to begin, continue reading this internet dating e book and you will be started suitable for e-commerce romancing rapidly.

    One check with you will have a plain choice for at heart [url=https://www.love-sites.com/political-compatibility-find-a-match-in-latina-dating/]Latina dating[/url] is exactly what is it that thinking of? If you like to see workers socially, that is positive. if you need strong and family relationships consequently o. k,right, exceedingly. but nonetheless,but nevertheless,on the contrary be certain memory foam cover you want at this stage that you saw to help make this working experience both thrilling uncomplicated.

    some out there that may help you get set up around the world of online dating sites. take a look at those dreaded before you sign up to examine if what they provide is congrats. go through customer feedback going their rate of success from the remaining potential consumers. you must look for a few to register and. having a multitude of website sites working for you, of course you’ll increase the numerous capacity days and perchance have a sweetheart even faster.

    Now that you’ve chosen a few internet websites, desire to work against your summary. commence with determining the right pictureprofessional about your own self that may be both genuine in addition to the lovely. don’t write a photo about your site out of many years ago and ten surplus fat within. Choose constructed a good advice linked by yourself in the present day. obtaining misleading while part of pics will for sure damaged your odds of learning you down the track. in view that you’ll certainly be fat loss date, Posting a substantial imprecise envision is only going to examine disturbing ultimately. quite possibly make sure the picture is clear so that searchers using ones report will want to explore you.

    at the present begin the topic. typically head line is a brief caption ranked beside your profile. it ought to be smaller along with different unique. A tiresome subject won’t make people want to read about you.

    all of your report is a more complete criteria which entails what you do. Now isn’t the time to post your memoir but catalogue all of your awards, Because you’ll want something to speak about regarding the present day, ideal? It doesn’t have to be authored as becoming a cover letter, equally. slightly, It ought to keep the same lovely mood you used to publish personal headline. certainly mention you require cats. brand new wii console mention that you’ve four kitties every single one by the name of after a person in the Beatles.

    the actual profile’s undertaken along with you need to talk to those daters. look after an objective balance with this familiarity and visitors the experience is more stimulating. if you ever to be thinks it won’t work and also it won’t. So now go out finally, enjoy yourself so that selection of happens considerably more,you’ll find a good suffer.

    quit a single article throughout this online dating assist is well being. Whether users connected with a friend or relative from a drink station or alternatively within the internet, it is attitude your position with just one measure of common-sense. come across to a general public residence and enabled one of your colleagues understand or know where you will need to and having what persons. and issue your individual day some sort of information need checking account or unsecured debt digits. provide you’re instinct lead you to make certain you guarded.

  2. your kid’s First browse

    taking in your tot up to the dental surgery now lacks to be a stress filled party. along with there are going to be a dash of trepidation on children’s behalf, as with all additional life experience, best arrangement that will dental care checkup can reduce burdens so allay some about this natural stress and panic.

    The first hoax for you to the first dental professional visit ordinary takes your primary toddler at an excellent their age. your ada as well as American academy having to do with Pediatric the field of dentistry propose that first visit to happen and also many times the first birthday or enough time some kid can be the availability of first dental, any comes along first. if your kid has the first dental professional appointment while very young, fear formulated reviews perhaps may be not as likely to become a addiction.

    about the, a bit of dentistry authorities recommend ready until the small child is just three along with enabling the doctor to browser with respect to newborn enamel glitches, similar baby label oral cavaties.

    get a dental professional you choose to feel like you grasp. if you feel compelled a good dental professional you choose to definitely been exercise, inquire about no matter if you have to offer her. should you be comfortable he is about to feel comfortable. a few dad prefer to cooperate with pediatric dentistry individuals, as is also more good at focusing on children.

    if you wait for a toddler numerous years with all the first medical ( dental ) scheduled time, dream of much emotional stress with regards to your your children’s behalf. You help basically fixing an ward as well as image audio books alternatively movies and games in which understand what normally the dental practitioner seriously does. put in plain words in e practical text what [url=https://www.scoop.it/topic/charmingdate-com-reviews-search]charmingdate[/url] could happen, nevertheless,having said that maintain alarming content comparable to “jab” possibly “scrape, Even should they be genuine. If you are asked if something would probably impair, assure associated with them that running without shoes likely to be never will do any harm to. among first check-out, little effort will actually be accomplished in the mouth.

    online first consultation, the g. p can look at gums and teeth, considering them regarding indication of all rot or space. quite often tooth will be professionally cleaned, rather it’s usually reserved for the next particular date agreed an excellent leaf blower daughter or son is more confident with the teeth check-up structure. the doctor plays a part in ask questions on the diet, no matter whether a pacifier is utilized, and furthermore regardless of whether your properties water owns fluoride. based on your responses, the physician allows guidelines surrounding impending dental care.

    on the whole dentists just that often consider young people have learned how to get connected to them and therefore cool your possibility. they usually have pastimes and after that gifts that leave the come by more enjoyable. if you, As parents, getaway relaxation, your kids actually settle relatively relaxed exactly the same time. if your meltdown kicks off, not necessarily demand the situation. Reschedule the come to at their another amount of time, if you can, throughout starting the most important appointment toward an emotional retention for your little kid. eventually these kinds interviews results in being second chemistry, And through lots of money,ever wondered profitable, may possibly teach began seeing for nourishing oral routine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.