Gli effetti dell’innovazione tecnologica

“Con questo articolo di Gino Fantozzi si può ben avviare un approfondimento sul tema avviato nell’ottobre 2016 con Industria/Impresa 4.0.  Ricordo le parole del prof. Paolo Dario in margine alla conferenza di presentazione del progetto new deal 2.0 dell’aprile 2016 presso la sede della Kayser: ”Le conseguenze delle innovazioni, in particolare della robotica, debbono essere governate per i riflessi sulla occupazione. Questo è il nostro costante assillo, tanto che è stato coniato il termine: roboetica.” Ruggero Morelli

20febbraio 2018 di Gino Fantozzi, Livorno

Come una valanga l’obsolescenza tecnologica colpisce tutte le economie. E come una corsa affannosa tutte le economie rincorrono, chi più chi meno, la ricerca e l’ innovazione del proprio apparato produttivo. Non c’è scampo. Con una velocità mai vista. Lo scambio continuo di informazioni accresce questa esigenza, e se un Paese non corre a sufficienza su questo obiettivo, se addirittura si chiude in sé sperando così di contrastare la conseguente concorrenza dei prezzi e della qualità dei prodotti, vivrà il tempo appena sufficiente per rendersi conto di soccombere. E’ così, come è sempre stato fin dagli inizi dell’epoca moderna, dobbiamo anche dire che i livelli occupazionali ne risentiranno per il tempo necessario alla riconversione economica del Paese, qualunque Paese esso sia.

Questo significa che di fronte alla modifica dell’assetto occupazionale devono essere apprestati i giusti interventi da tutte le istituzioni pubbliche e private, perché dall’assestamento occupazionale all’assestamento produttivo la ripresa economica si realizzi nell’interesse di tutti.
Quando negli anni settanta dello scorso secolo si discuteva sul grafico ad “U” rovesciata di Cambridge, nel quale grafico si poteva verificare visivamente l’andamento decrescente degli addetti all’industria (come nel periodo precedente si poteva misurare lo stesso andamento degli addetti all’agricoltura) si aprivano, praticamente proprio in virtù della innovazione tecnologica nelle imprese, due fasi: la prima quella della terziarizzazione delle economie sviluppate e la seconda quella della flessibilità del rapporto di lavoro.
Da qui la necessità di accompagnare tale processo con l’investimento nel terziario qualificato (fino ad allora il terziario veniva pressoché identificato con il commercio e la distribuzione) e nella formazione, per rafforzare in questo modo la forza lavoro nei suoi sempre maggiori passaggi di competenze.
Fu quello un dibattito che durò diversi anni, fin quasi agli inizi degli anni novanta quando Jacques Delors (unico importante Presidente che la Commissione europea abbia avuto) lanciò il suo “libro bianco” nel quale indicava tre linee strategiche per portare l’Europa al passo con le altre grandi aree sviluppate del globo di allora (nord America e Giappone): maggiori investimenti in Ricerca e Sviluppo, maggiori investimenti per le imprese innovative terziarie (credito, informatica, biomedica, ecc.), maggiori investimenti nella scuola e nella formazione.
Da lì a poco l’Europa, diretta più o meno da Governi conservatori, ha abbandonato questa strategia, mentre gli altri Paesi correvano con maggior vigore verso l’innovazione tecnologica e lo sviluppo e tra questi in maggior misura la Cina.
Oggi nessuno mette più in dubbio la necessità di andare avanti sulla innovazione tecnologia in tutti i settori, meno sulla necessità di una maggiore formazione per rafforzare il potere contrattuale della forza lavoro. Come meno si comprende la necessità di aiutare (specialmente in Paesi come il nostro con una presenza massiccia di welfare) la nascita e lo sviluppo di nuove imprese magari più “labour intensive” come per esempio quelle del terzo settore, viste spesso come un sotto settore “produttivo”, quando invece la necessità di produrre servizi altamente qualificati è funzionale alla stessa società.

Per ultimo un richiamo al sostegno da dare all’occupazione.

Lo sviluppo dell’occupazione passa soprattutto in epoca di flessibilità (non parliamo per favore di precariato che è un’altra cosa e che deve comunque essere combattuto), che è prima di tutto una flessibilità delle imprese dovuta proprio alla innovazione tecnologica e dei suoi conseguenti assetti organizzativi, quello di perseguire la costruzione di un sistema economico fondato sui “lavori”. Solo allora il periodo di disoccupazione potrà essere limitato nel tempo e aiutato dalla formazione e dai sostegni economici. Non si può parlare di flessibilità del lavoro se non si mettono in campo assieme alle politiche attive anche le politiche passive e cioè aiuti significativi a chi perde un lavoro o a chi cerca attivamente un’occupazione. Era quello che Marco Biagi aveva previsto nel suo schema di riforma del mercato del lavoro ma che nell’appropriarsene, fu disconosciuto dal “libro bianco” adottato dal Governo Berlusconi. Si persegue quindi un vero sviluppo economico e sociale con l’innovazione tecnologica solo se a questa si accompagna una politica per l’occupazione fondata su aiuti mirati ad attenuare gli effetti della flessibilità sui lavoratori.

Recommended For You

About the Author: Pisorno

34 Comments

  1. I relish, result in I discovered exactly what I used to be
    looking for. You’ve ended my 4 day lengthy hunt! God Bless you
    man. Have a nice day. Bye

  2. It’s not my first time to visit this web page, i am visiting this web page dailly and take pleasant
    information from here everyday.

  3. I was wondering if you ever considered changing the page layout of your website?
    Its very well written; I love what youve got to say. But maybe
    you could a little more in the way of content so people could connect with it better.
    Youve got an awful lot of text for only having 1 or 2 pictures.
    Maybe you could space it out better?

  4. Awesome blog! Do you have any hints for aspiring writers?
    I’m planning to start my own blog soon but I’m
    a little lost on everything. Would you recommend starting with a free platform
    like WordPress or go for a paid option? There are
    so many choices out there that I’m completely confused ..
    Any ideas? Thank you!

  5. I think this is one of the most significant info for me.
    And i am glad reading your article. However wanna observation on some basic things, The web site taste is great, the articles is in point of fact great : D.
    Just right job, cheers

  6. Wow that was strange. I just wrote an incredibly long comment but after I clicked submit my comment didn’t show
    up. Grrrr… well I’m not writing all that over again. Regardless, just wanted to say superb blog!

  7. Excellent weblog right here! Also your site quite a bit up
    very fast! What host are you the usage of? Can I get your affiliate
    hyperlink for your host? I desire my website loaded up as quickly as yours lol

  8. We’re a group of volunteers and starting a new scheme in our
    community. Your web site offered us with valuable information to work on.
    You have done a formidable job and our whole community will
    be grateful to you.

  9. Hmm is anyone else experiencing problems
    with the pictures on this blog loading? I’m trying to
    determine if its a problem on my end or if it’s
    the blog. Any feed-back would be greatly appreciated.

  10. Does your site have a contact page? I’m having a tough time locating it but, I’d like to send you an email.
    I’ve got some ideas for your blog you might be interested in hearing.

    Either way, great website and I look forward to seeing
    it improve over time.

  11. My partner and I stumbled over here by a different
    website and thought I might check things out.
    I like what I see so now i am following you. Look forward to going over your web page repeatedly.

  12. Thanks in support of sharing such a fastidious idea, paragraph is fastidious, thats why i have read it
    entirely

  13. I was recommended this web site via my cousin.
    I’m not sure whether or not this publish is written by him as nobody else understand such special about my problem.
    You’re wonderful! Thank you!

  14. Great website. Plenty of helpful information here.
    I am sending it to some pals ans additionally sharing in delicious.
    And of course, thanks to your sweat!

  15. Wow, awesome blog layout! How long have you ever been blogging for?
    you make blogging look easy. The whole look of your web site is great, let alone
    the content!

  16. Hello, every time i used to check blog posts here in the early hours in the morning, for the reason that i love to find out more and more.

  17. Hey there! I just want to offer you a big thumbs up for your great info you have got here on this post.
    I am returning to your web site for more soon.

  18. you’re truly a good webmaster. The site loading velocity is incredible.

    It sort of feels that you’re doing any unique trick.
    In addition, The contents are masterpiece.
    you have done a fantastic job in this matter!

  19. I’ve been exploring for a bit for any high quality articles or weblog posts on this sort of house .
    Exploring in Yahoo I at last stumbled upon this web site. Studying this information So i am happy to exhibit
    that I have an incredibly just right uncanny feeling
    I discovered just what I needed. I most no doubt will make certain to do
    not put out of your mind this web site and give it a look on a continuing basis.

  20. Heya i am for the first time here. I came across this
    board and I in finding It truly helpful & it helped me out a
    lot. I hope to provide one thing back and help others such as you helped me.

  21. Thank you for sharing your info. I really appreciate your efforts and I am waiting for your next
    write ups thanks once again.

  22. I am curious to find out what blog system you have been working with?
    I’m experiencing some small security problems with my latest website and I’d like to find something
    more risk-free. Do you have any solutions?

  23. Cephalexin is also sometimes used for certain penicillin allergic patients who have a heart condition and are having a dental or upper respiratory tract (nose, mouth, throat, voice box) procedure, in order to prevent them from developing a heart valve infection.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.