La repressione dei Mapuche con annesso desaparecido e caso Benetton

I conflitti per la terra in Patagonia sembrano non avere mai fine. Imprese come Benetton chiedono alle autorità provinciali e nazionali di proteggere le «loro» terre; terre in realtà sottratte al popolo Mapuche

08ottobre 2017 da Adolfo Pérez Esquivel, premio Nobel per la Pace

I Mapuche resistono all’invasione e all’esproprio. Il termine «mapuche» significa «gente della terra» («mapu» è terra, «che» è gente) togliere a questo popolo le terre ancestrali, dove riposano gli antenati e dove risiede la memoria, è condannarlo a morte. La Conquista del deserto sembra continuare ai giorni nostri in Patagonia, con altre sembianze, ma identici obiettivi. Gli eredi del generale Roca continuano a marginalizzare, uccidere, perseguitare i popoli indigeni; a derubarli dei loro territori.

I popoli originari subiscono una violenza sociale e strutturale da parte del governo attuale, come di quelli che lo hanno preceduto; quando essi protestano e resistono all’espulsione dalle proprie terre, si risponde non con la ricerca di soluzioni e il rispetto, ma relegandoli nell’indigenza, reprimendoli, accusandoli di compiere atti di violenza e di essere legati a gruppi terroristici, rimproverando loro l’alleanza con i kurdi e gruppi guerriglieri. 

  • La campagna contro i Mapuche gode della complicità dei grandi mezzi di comunicazione, alleati del governo, di alcuni giudici e di funzionari nazionali e provinciali che favoriscono i grandi latifondisti, come Benetton, Lewis e Turner.
  • Il Governo accorre ‘in difesa della proprietà privata’ usando metodi repressivi, disconoscendo i diritti dei popoli, intensificando la violenza sociale e strutturale.
  • Il Governo argentino viola la Costituzione nazionale, la Convenzione 169 dell’Organizzazione internazionale sui diritti dei popoli indigeni e, mette gli interessi delle multinazionali come Benetton al di sopra dei diritti dei popoli originari.

Nelle province della Patagonia, l’imprenditore italiano possiede all’incirca un milione di ettari eppure, non pago della propria condizione di latifondista, continua ad aggiungere nuove aree, a costo di espellere le comunità mapuche. Benetton ha chiuso i cammini e ha recintato i terreni, impedendo ai mapuche di condurre le mandrie al pascolo e alle pozze d’acqua; sostiene che quelle terre appartengono all’impresa italiana della Compañía de Tierras del Sur Argentino, con migliaia e migliaia di pecore, piantagioni di soia, attività minerarie, esplorazione e sfruttamento di risorse petrolifere e idriche. Alcuni anni fa la famiglia mapuche di Rosa e Atilio Curiñao si rivoltò contro Benetton, che li aveva espulsi manu militari dalle loro terre, reclamando come propri ben 385 ettari.

Il quotidiano italiano la Repubblica, a Roma, pubblicò una lettera aperta da me inviata a Benetton. Grazie all’eco internazionale, riuscimmo a ottenere una riunione in Campidoglio fra Benetton e i Curiñao, per trovare una soluzione al conflitto, compreso il risarcimento danni, visto che l’impresa Tierras del Sur aveva mandato le ruspe a distruggere la casa e le colture della famiglia. Non si arrivò ad alcuna soluzione. Tuttavia Rosa e Atilio decisero di resistere e tornarono sulle proprie terre, sopportando una repressione e una sorveglianza continue da parte della polizia – che proibiva perfino di accendere il fuoco in pieno inverno. Ma la capacità di resistenza dei Curiñao è grande; sono ancora là.

Quando i Mapuche reclamano i propri diritti, la risposta dello Stato è la repressione, non il dialogo. Facundo Jones Huala, un capo (lonco) mapuche, l’anno scorso è stato processato nella città di Esquel dal giudice federale Guido Otranto che ne ha ordinato la liberazione; ma, cosa inquietante, il tribunale era insediato nella caserma della Gendarmería Nacional. 

Il giovane artigiano argentino Santiago Maldonado, attivista a sostegno dei Mapuche e della liberazione di Facundo Huala, stava partecipando il 1 agosto a una protesta, violentemente repressa dalla Gendarmería Nacional. Inoltre, si sono verificati diversi scontri, e la gerdarmeria è arrivata a ferire persone con proiettili di piombo o di gomma; non sono stati risparmiati nemmeno donne e bambini. Alcuni testimoni hanno riferito che Maldonando è stato prelevato dalla polizia e caricato su una camionetta. A partire da questo momento nessuno sa più dove egli si trovi, e le autorità negano che le forze di polizia abbiano a che vedere con la sua sparizione.

La popolazione, le organizzazioni sociali e quelle dei diritti umani sono mobilitate. Vivo lo hanno preso e vivo lo rivogliamo, gridano in tanti, radunati sulla Plaza de Mayo, insieme ai fratelli e ai familiari di Santiago.

A oltre un mese dalla scomparsa di Santiago, la situazione è angosciante e la soluzione sembra lontana. Il governo continua a negare ogni addebito e cerca di giustificare l’ingiustificabile, usando la violenza contro i manifestanti a Plaza de Mayo, nascondendo i misfatti della Gendarmería, tacendo sulla sparizione del giovane artigiano.

I popoli del mondo, in questo caso il popolo italiano, devono sapere quello che le imprese multinazionali del loro paese fanno in altri paesi: i danni che provocano.

L’azienda Benetton deve dare spiegazioni al popolo italiano e al mondo sulle proprie azioni in paesi terzi. Chissà se avrà l’umiltà e la saggezza di agire con senso di giustizia, riconoscendo che quelle terre non le appartengono, perché sono del «popolo della terra». Espellendo i mapuche dai loro territori, si uccidono i loro valori, la loro cultura, la loro spiritualità. Li si condanna a morte.

La speranza non muore mai e il cammino da percorrere è quello della resistenza e della dignità.

Crollo del Rana Plaza di Savar – Bangladesh

Il 24 aprile 2013 il Rana Plaza, un edificio commerciale di otto piani, crollò a Savar, un sub-distretto nella Grande Area di Dacca, capitale del Bangladesh. Da quella strage morirono 1.138 persone e altre duemila furono ferite nel crollo del palazzo dove erano stipati lavoratori tessili. Lavoravano in assenza delle più elementari condizioni di sicurezza e producevano capi per conto di multinazionali occidentali tra cui anche l’azienda Benetton. Bassi costi di produzione e pochi obblighi da rispettare: comprare in Bangladesh conviene. In un paese in cui l’industria tessile impiega circa 3 milioni di persone, in prevalenza donne, e crea ricchezza quasi esclusivamente per le multinazionali che comprano a prezzi stracciati i suoi prodotti, lo stipendio medio di un operaio si aggira sui 410 dollari l’anno. Ma le fabbriche della morte non si fermano mai.

L’ad di Benetton, ha annunciato la volontà della compagnia di Treviso di risarcire con 1,1 milioni di dollari le vittime del crollo del Rana Plaza in Bangladesh. L’annuncio di Benetton giunge in seguito alla campagna pubblica di oltre un milione di membri dell’organizzazione internazionale Avaaz, che ha spinto la compagnia ad annunciare un risarcimento dopo due anni di rifiuti.

“Il contributo di Benetton – ha spiegato Dalia Hashad, direttore delle Campagne di Avaaz – non è certamente sufficiente a risarcire la morte e le sofferenze causate dai loro vestiti, ma è solo grazie alla richiesta di oltre un milione di persone che hanno finalmente cambiato posizione e deciso di contribuire. Questo introduce un precedente per le imprese di tutto il mondo: quando dei lavoratori muoiono, non ci si può girare dall’altra parte”.

Recommended For You

About the Author: Pisorno

48 Comments

  1. Every weekend i used to visit this web page, because i want enjoyment, for the reason that
    this this web site conations actually fastidious funny stuff too.

  2. This is a great tip particularly to those new to the blogosphere.

    Simple but very precise info… Thank you for sharing this one.

    A must read article!

  3. Wow, awesome blog layout! How long have you been blogging for?
    you make blogging look easy. The overall look of your site is
    wonderful, let alone the content!

  4. Heya superb website! Does running a blog such as this require a massive amount work?
    I’ve absolutely no knowledge of coding however I was hoping to start my own blog soon. Anyways, if you have any recommendations
    or techniques for new blog owners please share.
    I understand this is off subject nevertheless I just needed to ask.
    Thanks a lot!

  5. Hey are using WordPress for your site platform? I’m new to the blog world but I’m trying to
    get started and set up my own. Do you need any html coding knowledge to make your own blog?
    Any help would be greatly appreciated!

  6. It’s impressive that you are getting ideas from this article as well as
    from our argument made here.

  7. Somebody essentially assist to make critically articles I might state.
    This is the first time I frequented your website page and
    up to now? I amazed with the analysis you made to create this actual post incredible.
    Wonderful process!

  8. What’s up, yes this article is genuinely good and I have learned lot of things from it regarding blogging.

    thanks.

  9. Thanks for a marvelous posting! I truly enjoyed reading it, you will be a great author.I
    will be sure to bookmark your blog and will eventually come
    back later in life. I want to encourage yourself to continue your great job, have a nice weekend!

  10. Heya i am for the first time here. I came across this board and I in finding It really useful
    & it helped me out a lot. I’m hoping to offer something again and aid others like you aided me.

  11. I’ve been exploring for a bit for any high-quality articles or weblog posts
    on this kind of house . Exploring in Yahoo I ultimately stumbled upon this site.
    Reading this info So i am happy to exhibit that I’ve a very just right uncanny feeling I found out exactly what I needed.

    I most without a doubt will make sure to do not overlook this web site and provides it a look regularly.

  12. I am really loving the theme/design of your
    web site. Do you ever run into any browser compatibility problems?
    A couple of my blog visitors have complained about my blog not working
    correctly in Explorer but looks great in Firefox.
    Do you have any tips to help fix this issue?

  13. You really make it seem so easy with your presentation but I find this matter to be actually something which I
    think I would never understand. It seems too
    complicated and extremely broad for me. I am looking forward for your next post,
    I will try to get the hang of it!

  14. My partner and I stumbled over here by a different page and thought I might
    check things out. I like what I see so now i’m following you.
    Look forward to looking into your web page
    again.

  15. Thank you for the auspicious writeup. It in fact was a amusement account it.
    Look advanced to far added agreeable from you! By the way, how could
    we communicate?

  16. Howdy outstanding website! Does running a blog like
    this require a great deal of work? I’ve no expertise in computer programming but I was hoping to start my own blog in the near future.
    Anyways, should you have any suggestions or techniques for new blog owners please share.
    I understand this is off topic but I simply needed to ask.
    Many thanks!

  17. A fascinating discussion is worth comment.

    There’s no doubt that that you should publish more on this subject matter, it might
    not be a taboo matter but typically people do not talk about
    these subjects. To the next! Best wishes!!

  18. Nice post. I was checking constantly this blog and I’m impressed!
    Very helpful information specially the last part 🙂 I care for such info a lot.
    I was looking for this certain info for a very
    long time. Thank you and best of luck.

  19. I think the admin of this website is genuinely working hard for his website, since here every
    stuff is quality based stuff.

  20. Hi, constantly i used to check weblog posts here early in the daylight,
    as i love to find out more and more.

  21. Great article! That is the kind of info that are meant to be shared across
    the web. Shame on Google for no longer positioning this put up higher!
    Come on over and discuss with my site . Thanks =)

  22. Thanks for the good writeup. It actually was a enjoyment account it.
    Look advanced to more added agreeable from you! However, how
    can we communicate?

  23. Sweet blog! I found it while browsing on Yahoo News. Do you have any suggestions on how to get listed in Yahoo News?
    I’ve been trying for a while but I never seem to get there!
    Thank you

  24. Excellent post. I was checking continuously this blog and I’m inspired!
    Very useful information particularly the final phase 🙂
    I take care of such info a lot. I used to be seeking this particular information for a
    very long time. Thanks and good luck.

  25. It’s a shame you don’t have a donate button! I’d
    without a doubt donate to this brilliant blog!
    I suppose for now i’ll settle for book-marking and adding your RSS feed to my Google account.
    I look forward to brand new updates and will share this website with my Facebook group.
    Chat soon!

  26. Hey there are using WordPress for your site platform?

    I’m new to the blog world but I’m trying to get started and set up my own. Do you require any
    html coding expertise to make your own blog? Any help would be really appreciated!

  27. I think that what you published was actually very logical.
    However, think on this, what if you were to write a killer title?

    I ain’t suggesting your information isn’t good, however what if
    you added a post title that grabbed folk’s attention? I mean La repressione
    dei Mapuche con annesso desaparecido e caso Benetton –
    Pisorno is kinda plain. You ought to look at Yahoo’s front page and
    watch how they write article titles to get viewers to open the links.

    You might try adding a video or a related pic or two to grab people
    interested about everything’ve written. In my opinion, it might make your blog
    a little livelier.

  28. Every weekend i used to visit this website, because i wish for enjoyment, since this this web page conations
    really good funny material too.

  29. I am curious to find out what blog platform you happen to be
    working with? I’m experiencing some small security issues with my latest website and I would like to find something more secure.
    Do you have any solutions?

  30. Thanks for one’s marvelous posting! I seriously enjoyed reading it, you are
    a great author. I will always bookmark your blog and will
    often come back at some point. I want to encourage yourself to
    continue your great posts, have a nice afternoon!

  31. Hello everyone, it’s my first visit at this web page, and post is genuinely fruitful designed for me, keep up
    posting these types of articles or reviews.

  32. I know this if off topic but I’m looking into starting my own weblog and was curious what all is needed
    to get set up? I’m assuming having a blog like yours would cost a
    pretty penny? I’m not very web smart so I’m not 100% positive.
    Any tips or advice would be greatly appreciated.
    Thanks

  33. Your style is very unique compared to other
    folks I have read stuff from. Thank you for posting when you have the opportunity, Guess I
    will just bookmark this page.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.