11202017Headline:

Trasporto Pubblico Locale. Aumenta la preoccupazione per l’incolumità dei lavoratori e dei ‘normali’ passeggeri, tra episodi di insulti, minacce e aggressioni verbali

Filt CGIL e Faisa Cisal denunciano l’aumentare dei rischi per l’incolumità dei lavoratori a bordo degli autobus, a cui sembra nessuno riesca a porre rimedio

14ottobre 2017 da Filt CGIL e Faisa Cisal, Cecina e Rosignano

In questo caso scriviamo per denunciare un episodio accorso sabato 8 ottobre sulle corse notturne che alle ore 23.20 vanno da Cecina a Rosignano. Già da alcune settimane gli autisti che avevano svolto questo servizio denunciavano schiamazzi a bordo, fino alla manomissioni della leva per l’apertura di emergenza delle porte. Questo aveva portato le scriventi OO.SS. a fare una segnalazione scritta a CTT due settimane fa, che per conoscenza era stata inviata anche al Prefetto, ai comuni di Cecina e Rosignano e alla Provincia di Livorno.

A seguito della segnalazione, CTT si è impegnata a inviare propri controllori durante le corse svoltisi nelle notti di venerdì 7 e sabato 8 ottobre. E, proprio durante l’ultimo controllo, l’addetto alla verifica presente ha potuto costatare molto baccano nei pressi del capolinea CTT di piazza della Libertà. Salito poi su uno dei bus e dopo essersi fatto riconoscere come personale di verifica, alla richiesta di poter vedere i titoli di viaggio, è stato coperto di insulti e ingiurie da parte dei passeggeri, per lo più minorenni. A quel punto sono state allertate le forze dell’ordine, ma quando queste ultime sono potute intervenire (nei pressi di Rosignano), i  più esagitati erano già scesi. Agli autisti e al verificatore non è rimasto altro che fare una relazione scritta, consegnata prontamente ai vertici aziendali.Purtroppo questa è l’ultimo di una serie di episodi di insulti, minacce e aggressioni verbali che il personale CTT è costretto ha subire dalla scorsa primavera; aggressioni  che accadono sempre più di sovente la notte dei fine settimana, da parte di passeggeri per lo più minorenni e visibilmente in stato di alterazione.

Per tale motivo le scriventi organizzazioni sindacali nel caso di una mancata risoluzione del problema  e al fine di tutelare la sicurezza dei lavoratori e dei ‘normali’ passeggeri, si riservano qualsiasi azione che potrebbe portare anche allo sciopero.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)