02212018Headline:

Armeni, crisi diplomatica tra Germania e Turchia, Garzella (Fi-PDl) propone “Lectio magistralis dell’Università con rappresentati popolo armeno”

Garzella (Fi-Pdl) comune pepisaIniziativa del consigliere comunale a Pisa, Giovanni Garzella (Fi-Pdl),  che a seguito della mozione sul “genocidio” del popolo armeno approvata ieri dal parlamento tedesco, ha presentato questa mattina

3giugno 2016 dal Consiglio Comunale Pisa

genocidio popolo armenoUna mozione con la quale chiede di “organizzare un incontro con l’Università di Pisa nel quale siano invitati i rappresentati presenti a in Pisa o in Toscana del Popolo Armeno, nel quale sia tenuta una Lectio Magistralis sul Genocidio del Popolo Armeno in Turchia avvenuto un secolo fa”. Com’è noto, l’Ateno della città di Pisa ospita i corsi del professore Alessandro Orengo, di “Filologia armena”(fonte: www.unionearmeni.it)

Questo che segue è il testo della mozione presentata dall’esponete politico Garzella (foto in alto a sinistra), sulla crisi diplomatica tra la Germania e la Turchia, oltre alle motivazioni dell’iniziativa.

“Premesso che lo sterminio, avvenuto all’inizio del XX secolo, di un numero imprecisato di bambini, donne ed uomini del Popolo Armeno intono ed oltre ad un milione, posizionata nel territorio turco è stato riconosciuto come “geneocidio” da varie istituzioni nazionali ed internazionali tra cui la Sottocommissione per i diritti umani dell’ONU nel 1985 e nel 1986, dal Parlamento Europeo nel 1987 , il 17 novembre del 2000 la Camera dei Deputati Italiana. Ascoltato, l’intervento del Papa Francesco dell’aprile scorso:”La nostra umanità ha vissuto nel secolo scorso tre grandi tragedie inaudite: la prima, quella che generalmente viene considerata come il primo genocidio (Giovanni Paolo II e Karekin II, Dichiarazione Comune, Etchmiadzin, 27 settembre 2001); essa ha colpito il vostro popolo armeno – prima nazione cristiana”.

Rilevato, che il genocidio è il più feroce e disumano tra i crimini in quanto tende alla eliminazione di tutto un popolo, della sua cultura e della sua storia. Letta, la polemica scatenata a seguito della decisione del Parlamento tedesco di riconoscere tale evento come un “genocidio”. Considerato, che il Governo Turco ancora una volta, non solo non ha provveduto al riconoscimento di questa grave responsabilità storica attestata e dimostrata da precisi documenti e testimonianze, ma addirittura ha fortemente criticato sia la posizione del Papa che quella degli eletti dal Popolo Tedesco. Ritenendo, che sia necessaria che la verità storica sia affermata ed a maggior ragione se questa ha comportato la morte di bambini, donne ed uomini colpevoli solo di appartenere ad una cultura/religione diversa da coloro che hanno commesso il genocidio.

Esprime, la propria solidarietà al Popolo Armeno nella sua lotta per il riconoscimento della verità storica ancora oggi negata dai rappresentanti della Turchia. Dispone, di organizzare un incontro con l’Università di Pisa nel quale siano invitati i rappresentati in Pisa e/o in Toscana del Popolo Armeno, nel quale sia tenuta una Lectio Magistralis sul Genocidio del Popolo Armeno in Turchia.

Papa-Francesco-e-i-pontefici-sul-genocidio-del-popolo-armeno_articleimage

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)