10172018Headline:

Contemporanea…mente: “America Latina oggi”, incontro con Marco Consolo, venerdì 25 Itc Pacinotti, a Pisa

consolo marcoIl progetto Contemporanea…mente, promosso dall’itc Pacinotti in collaborazione con l’Ipssar Matteotti di Pisa, offre l’opportunità di approfondire l’attuale situazione latinoamericana, nel corso della conferenza che l’analista internazionale *Marco Consolo terrà venerdì 25 alle ore 15,30 nell’aula magna dell’Istituto  G. Matteotti,  in via Garibaldi 194 dal titolo “America Latina oggi”.

*Marco Consolo, che da anni vive e lavora a Santiago del Cile, sulla scorta della conoscenza diretta della realtà latinoamericana, affronterà le dinamiche economiche, geopolitiche e sociali che hanno caratterizzato il subcontinente nel corso dell’ultimo anno.

23novembre 2016 di Andrea Vento

america latina

Il 2015, infatti, a detta di molti esperti, sembra rappresentare una sorta di spartiacque geopolitico che potrebbe condurre verso il tramonto della stagione dei governi progressisti iniziata alle soglie del XXI secolo.

Una fase storico-geopolitica avviata dal primo mandato presidenziale di Hugo Chavez nel 1999 in Venezuela e di quello di Inacio “Lula” Da Silva nel 2003 in Brasile non che consacrata da un imprevisto effetto domino che ha fatto registrare l’ascesa, in quasi tutti gli stati dell’area, di governi d’ispirazione progressista, seppur con caratteristiche eterogenee. Prese così avvio una nuova stagione che suscitò fin dall’inizio grandi speranze di cambiamento all’interno di una macro regione ancora afflitta, alla fine del secondo millennio, da profondi squilibri, i più gravi a livello mondiale, nella distribuzione della ricchezza. Le nuove politiche economiche attuate da tali governi hanno indubbiamente portato benefici sociali e ridotto le sperequazioni sociali (grafico 1) senza tuttavia attuare profonde riforme strutturali ma, talvolta, limitandosi alla mera redistribuzione, attraverso piani assistenziali (Missiones, Bolsa familia, Fame zero ecc..), della rendita della vendita delle materie prime sul mercato internazionale. 

Image and video hosting by TinyPic

Grafico 1: Coefficiente Gini (sperequazioni di reddito) confronto 2000-2010

Una volta esauritasi  la fase delle quotazioni elevate delle commodities (grafico 2), le entrate valutarie hanno subito una sensibile contrazione mettendo a rischio la sostenibilità dei bilanci statali e il mantenimento delle politiche assistenziali,  trovandosi così a far fronte alla nuova offensiva statunitense tesa alla riconquista del “cortile di casa” (in base alla Dottrina Monroe) in presenza di un crescente malcontento popolare per le mancate riforme strutturali, quella agraria in primis.

Image and video hosting by TinyPic

Grafico 2: quotazioni petrolio 2006-20016

La delicatezza dell’attuale congiuntura economico-sociale interna sembra abbia offerto il fianco per la riedizione di un Plan Condor 2.0 da parte degli Stati Uniti teso a rimuovere governi di segno politico avverso, non più con i sanguinari colpi di stato degli anni 60′ e 70′ del secolo scorso ma con raffinate strategie giudiziarie e istituzionali che negli ultimi 8anni hanno portato alla caduta di ben 4 presidenti democraticamente eletti e intenzionati a portare avanti politiche di integrazione regionale (Mercosur e Alba in primis) nel segno dell’associazionismo Sud-Sud e della presa di distanza dal cappello protettore di Washington. Sono stati così deposti da “Golpe soave” o “Golpe istituzionale”, a seconda delle definizioni, Manuel Zelaya in Hoduras nel 2009, Fernando Lugo in Paraguay nel 2012, Dilma Roussef in Brasile nel 2016 e, anche se il tentativo di  incriminazione è arrivato a fine  secondo mandato, Cristina Kirchner nel 2015 in Argentina, spianando la strada all’elezione del liberista Macri.

Una fase decisamente complessa e dagli incerti sviluppi che cercheremo di decifrare grazie al contributo di Marco Consolo e delle sue raffinate capacità analitiche del contesto internazionale e, in particolare,  latinoamericano, la cui conferenza sarà preceduta da un intervento propedeutico da parte dei docenti del Gruppo Insegnanti di Geografia Autorganizzati che affronterà in sintesi i trascorsi geoeconomici e geopolitici degli ultimi decenni del subcontinente.

L’incontro, nel suo complesso, per la sua valenza formativa e di aggiornamento è rivolta a docenti e studenti ma anche alla società civile locale, in un ottica di apertura dell’istituzione scolastica al territorio e al contempo della stessa alle trasformazioni socio-economiche e geopolitiche del mondo contemporaneo.

Ai partecipanti, previa registrazione delle presenze in entrata e in uscita, verranno rilasciati gli attestati di partecipazione facendone richiesta a: gigamail2014@gmail.com
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 6 votes)