09212018Headline:

Evento speciale al Cineclub Arsenale con “Devil comes to Koko”

arsenale pisaLunedì 10 ottobre alle 21.00 il Cineclub Arsenale propone una serata ad evento speciale con Devil comes to Koko, il racconto di due brutali episodi avvenuti in Nigeria: la sanguinosa invasione inglese di Benin City del 1897 e lo scandalo dei rifiuti tossici scaricati nel 1987 a Koko, un villaggio nel delta del Niger

9ottobre 2016 admin

devil-comes

A presentare il film saranno il regista Alfie Nze, la giornalista e collaboratrice de “Il Manifesto” Rachele Gonnelli, il giornalista de “Il Fatto Quotidiano” Giorgio Meletti e l’ex consigliere regionale della Toscana ed ex parlamentare dei Verdi Enrico Falqui.

Nel 1987 alcune imprese italiane scaricarono illegalmente tonnellate di rifiuti tossici presso il porto di Koko, sul delta del Niger, inquinando aria e terreno circostanti in modo indelebile. Quasi casualmente, ascoltando un notiziario televisivo che parlava di strani movimenti di navi dall’Italia verso la Nigeria, alcuni studenti nigeriani residenti a Pisa (aiutati da una giovane giornalista) decisero di approfondire la vicenda scoprendo così una realtà che arrivò ad essere anche fonte di un incidente diplomatico tra i due paesi. Nonostante l’Italia sia poi stata obbligata a recuperare tutti i fusti tossici, il territorio di Koko era ormai irreversibilmente minato, tanto che da allora il porto ha interrotto la sua attività, molti abitanti si sono trasferiti e quelli restanti vivono senza poter lavorare la loro terra o bere la loro acqua.

Da sempre ossessionato da questo episodio, il regista teatrale Alfie Nze, nigeriano trasferitosi in Italia negli anni Novanta, mette in scena uno spettacolo che unisce lo scandalo contemporaneo dei rifiuti alla sanguinosa invasione del Regno del Benin (l’attuale Nigeria) da parte degli inglesi nel 1897, il cosiddetto ‘Sacco del Benin’ che iniziò con uno sbarco a Koko. Koko, quindi, come punto d’accesso (punto debole) per l’arrivo dei diavoli (non uno, dunque, ma a pensarci nemmeno solo due) che hanno umiliato e ferito la Nigeria: prima gli inglesi colonizzatori, poi gli italiani inquinatori.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)