02202018Headline:

Forme di Futuro: si apre a Pisa l’Internet Festival 2016

Si svolgerà a Pisa, da giovedì 6 a Domenica 9 ottobre, la sesta edizione dell’Internet Festival, evento sull’innovazione digitale e tecnologica, che anno dopo anno si fa sempre più interessante e si arricchisce di proposte di grande valore, rivolte ad un pubblico sempre più vasto e variegato.

5ottobre 2016 di Serena Campani

Image and video hosting by TinyPic

Moltissime le iniziative in programma (scaricabile dal sito www.internetfestival.it), conferenze e seminari che spazieranno dal cibo all’economia, dall’editoria digitale allo sport, dal turismo ai fenomeni migratori, argomento quest’ultimo di cruciale importanza, che verrà affrontato con eventi dalla grande valenza culturale e sociale.

Image and video hosting by TinyPic

  • Sabato 8 Ottobre dalle 17.00 alle 18.00 alla Libreria dei Ragazzi in via San Francesco verrà presentato “Il mare davanti”, l’ultimo libro di Erminia dell’Oro, alla presenza dell’autrice e dello scrittore Luca Randazzo, maestro di scuola fortemente impegnato nel sociale nella zona di Pisa. Sarà una bella occasione per parlare insieme ai più giovani di emigrazione e multicultura, visto che l’evento è adatto a ragazzi di scuola media e superiore. Inoltre sono state allestite mostre a tema in suggestivi luoghi della città, come quella fotografica intitolata “L’acqua dà, l’acqua toglie” sul tema delle migrazioni economiche e ambientali che potrete ammirare sul Ponte di Mezzo e andranno in scena numerosi spettacoli dal vivo.

Image and video hosting by TinyPic

  • Domenica 9 Ottobre, presso il Teatro Verdi, dalle 15.00 alle 20.30 si svolgerà Storie in musica e di musica a cura di Sandro Joyeux e alle 16.40 si parlerà di Lampedusa, “l’isola che accoglie tutti”. In collegamento telefonico avremo il dottor Pietro Bartolo, uno dei protagonisti del celebre docufilm Fuocoammare, candidato italiano all’Oscar come miglior film straniero, che dialogherà con la giornalista Donata Columbro. Più tardi Luca Randazzo parlerà del suo libro “Il diario di Sunita”, storia vera di una ragazzina Rom che per frequentare la scuola viene ospitata a casa di una famiglia italiana. Sarà presente anche la protagonista, Sunita Miftarov.

Image and video hosting by TinyPicGrande interesse hanno riscontrato i laboratori proposti alla Cittadella Galileiana rivolti ai ragazzi, come quello sulla Lego e sulle infografiche che, necessitando di prenotazione on line, risultano essere già richiestissimi e in molti casi hanno già raggiunto il “tutto esaurito”. Sempre alla Cittadella Galileiana venerdì pomeriggio dalle 16.15 alle 18.00 si svolgeranno due incontri sulle risorse tecnologiche per il sostegno alla vita quotidiana dei disabili a cura del CNR e del Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa.

L’Internet Festival, promosso da importanti enti pubblici come Regione Toscana, Provincia e Comune di Pisa e da prestigiose istituzioni come  il CNR, l’Università di Pisa, Scuola Normale e  Sant’Anna, ha come media partners importanti testate giornalistiche nazionali come la Repubblica e Il Tirreno.

#IF2016, la Regione all’Internet Festival di Pisa

Da Walter Fortini

Nei quattro giorni della quinta edizione dell’Internet Festival di Pisa, dal 6 al 9 ottobre 2016, quasi venti location in giro per la città e più di duecento eventi, sono quattro gli appuntamenti che vedono maggiormente coinvolta la Regione Toscana.

  • Si inizia venerdì 7 ottobre alle 9.30 alla Scuola Normale Superiore in piazza Cavalieri parlando di Giovanisì: naturalmente dal punto di vista della rete, per presentare un percorso che dovrà portare alla digitalizzazione e semplificazione, per una ancora migliore fruizione, del progetto sui giovani tenuto cinque anni fa a battesimo dalla Regione. Sarà un’occasione anche per raccogliere bisogni e buone idee, a partire dai tirocini, il servizio civile e i voucher per l’alta formazione. Alla stessa ora, sempre venerdì 7 ottobre, l’assessore Bugli porterà i saluti anche all’iniziativa dell’Università di Pisa in piazza San Paolo all’Orto dedicata ad internet e alla ricerca di regole condivise nella Rete.
  • Venerdì 7 ottobre, alle 15, si parla di Open Data, materia prima per lo sviluppo. La Regione Toscana ha creato un gruppo di lavoro per la condivisione e il miglior utilizzo dei dati che la pubblica amministrazione possiede, convinta che gli open data possano diventare carburante per progetti e idee di impresa a servizio della Pa ma anche strumento per semplificare il rapporto con i cittadini. L’appuntamento è nell’aula Bianchi alla Scuola Normale. Con l’assessore ci saranno esperti della rete e rappresentanti di aziende come Ibm e Microsoft.
  • Sabato 8 ottobre alle 10, stessa location, l’incontro riguarderà invece Open Toscana, la multipiattaforma navigabile anche da tablet e telefonini, inaugurata due anni fa e che raccoglie i servizi on line della Regione ma che è aperta anche ad altri enti. Open Toscana è nata con due scopi: aiutare il cittadino, perché il primo problema di tanti servizi in Rete è trovarli (ed averli tutti assieme sicuramente aiuta), ma anche coprogettarli, con i cittadini e con chi fa innovazione, per renderli più efficaci e efficienti. A dialogare tra loro, in una sorta di guida pratica all’uso, ci saranno con l’assessore i Bugli gli amministratori di alcuni comuni toscani. Nel pomeriggio dalle 15 alle 17, sempre sabato 8 ottobre, alla Scuola superiore Sant’Anna organizzano un incontro sulla riorganizzazione del sistema dell’innovazione in Toscana e l’economia digitale. L’assessore Bugli è tra gli invitati.

Image and video hosting by TinyPicAll’Internet Festival di Pisa si parlerà anche di migranti e di migrazioni, con uno sguardo alla Rete che può aiutare magari a produrre soluzioni ad alcuni tra i problemi più urgenti. Se ne discuterà diffusamente per tutta l’ultima giornata, domenica 9 ottobre, dall’odio on line alla tecnologia e l’innovazione digitale che può superare le frontiere e creare ponti tra le comunità, da internet che ha permesso di raccontare e conoscere la primavera araba alla tecnologia di una parte del mondo che rende schiavo un’altra parte del mondo. E si parlerà anche di accoglienza come modello, panel di cui al teatro Verdi in via Palestro sarà protagonista il 9 ottobre alle 19.30 di nuovo l’assessore Vittorio Bugli, che dialogherà con Claudia Fusani.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +5 (from 5 votes)