12132017Headline:

La solidarietà alle sessanta donne dipendenti di Cooplat e Serenissima, addette alle mense e pulizie in Aferpi

16novembre 2017 da Coordinamento Art.1-Camping CIG Piombino 16/11/2017

Il Coordinamento Art.1-Camping CIG esprime forte e incondizionata solidarietà alle sessanta donne dipendenti di Cooplat e Serenissima, addette alle mense e pulizie in Aferpi, che secondo una inattesa decisione del Ministero del Lavoro in materia di ammortizzatori sociali, dovrebbero vedersi  pesantemente decurtare le già misere retribuzioni e mettere in discussione la stessa prospettiva del posto di lavoro.

Adesione e partecipazione attiva a qualsiasi tipo di mobilitazione queste lavoratrici vorranno mettere in atto, a partire da quella organizzata per domani mattina dalla UGL terziario e dalla Filcams. La drammatica notizia non viene certo alleviata dalla cronaca della assemblea  romana dei soci di Aferpi ove, alla contestazione da parte di Nardi di “insolvenza prospettica”, Rebrab ha rilanciato roboanti scenari: partner cinesi, AFO riattivato in 6 mesi a produrre tre milioni di tonnellate di acciaio, più un  altro milione da forno elettrico entro due anni.

Purtroppo a Piombino nessuno ha più voglia di ridere: non ce n’è più il tempo.

Il Governo, che ha infilato la città in questo vicolo cieco, si sbrighi a riprendere il controllo della fabbrica e del territorio, riavvii quanto prima la produzione dei treni di laminazione, come primo passo per il ritorno al colaggio dell’acciaio; si sbrighi anche a iniziare  smantellamenti e bonifiche delle aree da liberare, premessa per ogni diversificazione produttiva.

Si richiede che i sindacati organizzino la presenza dei lavoratori in presidio al MISE, in occasione dell’incontro di lunedì prossimo tra il ministro Calenda e Rebrab. Non accetteremo passivamente la  devastazione economica e sociale di Piombino e della Val di Cornia.

Da Filcams-Cgil  Ugl terziario e igiene ambientale

Venerdì 17 novembre, alle ore 9:30 le RSA dell’indotto Aferpi, mense e pulizie, manifesteranno per il loro diritto al lavoro. Si ritroveranno per dare vita ad una iniziativa che partirà da Corso Italia e terminerà al Palazzo Comunale. Cosa viene chiesto dalle RSA e dai segretari di categoria Filcams CGIL e UGL terziario e igiene ambientale?

  • Il ripristino delle condizioni di pari opportunità di accesso alla Cassa Integrazione che il Ministero prima ci ha concesso e poi annullato.
  • Continuare a lavorare e non usufruire passivamente solo di ammortizzatori.
  • Un trattamento paritario con i colleghi metalmeccanici.
  • Che Il ministero mantenga quanto già  sottoscritto e autorizzato a settembre.

Come sindacati riteniamo inammissibile questo riesame soprattutto in un area di crisi complessa quale la nostra. Intraprenderemo tutte la azioni necessarie per il mantenimento dei posti di lavoro, no a nuovi disoccupati. 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)