10172018Headline:

Nerazzurri, giornata movimentata: tifoseria Curva Nord, squadra niente ritiro ad Avellino

La squadra nerazzurra del Pisa calcio non andrà in ritiro ad Avellino, come annunciato dalla Società

Image and video hosting by TinyPic17agosto 2016 admin

Giornata movimentata per il Pisa calcio, dall’assetto societario del club sportivo, agli allenamenti della squadra dei nerazzurri, alla tifoseria in fibrillazione per l’attesa dei futuri scenari in vista del campionato di serie B, con la visibile preoccupazione dei tifosi. La squadra nerazzurra non è partita per il ritiro di Avellino e continuerà ad allenarsi a Pisa.

Dopo quasi cinque ore di  trattativa con l’amministratore del club, echeggiano gli applausi di 1500 sostenitori che erano radunati attorno alla squadra, in allenamento a San Piero a Grado. La tifoseria organizzata della Curva Nord, il pubblico sportivo pisano e l’avvocato dell’Assocalciatori Alessio Piscini con l’avvocato Fabio Menichetti, hanno fatto da scudo alla società sportiva, che aveva precettato i giocatori imponendogli, con un brevissimo preavviso, un lungo ritiro a 500 km di distanza da Pisa.

I tifosi: “non dovete portarci via la nostra squadra, la città insorge contro la società”.

Il Club Autonomo: “facciamoci rimborsare gli abbonamenti”.

Il sindaco di Pisa: “Ho parlato con l’avvocato Giampaolo, attuale amministratore delegato dell’A.C. Pisa 1909, mi ha confermato che le trattative per la cessione della società sono in corso anche in queste ore. Gli ho chiesto un gesto distensivo per la preparazione della squadra, che liberi il campo da ogni fraintendimento e gli ho spiegato come le tensioni createsi in queste settimane non siano rivolte alla squadra, che ha potuto prepararsi, invece, in una situazione difficilissima, in tutta tranquillità e con il sostegno dei tifosi”.

Appunti01I colloqui con l’amministratore unico Giampaolo hanno portato a un chiarimento, così che la squadra nerazzurra continuerà ad allenarsi a Pisa. Inoltre l’Associazione Italiana Calciatori, l’organizzazione che tutela ed assiste i calciatori professionisti, sta monitorando la vicenda.

La tifoseria organizzata si era immediatamente mobilitata per la squadra nerazzurra, anche con un comunicato della Curva Nord Maurizio Alberti: “Solo persone lontane dalla “logica” di come si vive il calcio a Pisa potevano avere la brillante idea di portare la squadra lontano dalle “nostra mura”, soprattutto in un momento come questo dove la città e la tifoseria hanno fatto si che questi ragazzi riuscissero a restare uniti, continuando a lottare contro ogni avversità.

Forse non ci siamo capiti….la squadra da Pisa non si muove, non è certo un ritiro lontano dalla città che risolve i problemi di questo interminabile periodo. I tempi di questa maledetta trattativa sono ormai al limite, come la nostra pazienza; non possiamo certo arrivare alla data del 22 per avere notizie sul futuro del Pisa, per questo le parti devono incontrarsi già da domani, inutile rimandare fino alla ultima data fissata. Ribadiamo che non accettiamo e mai accetteremo sporchi giochini da parte di nessuno. I gruppi organizzati della Curva Nord invitano quindi tutta la tifoseria a rimanere unita, lottando affinché la squadra rimanga a Pisa. L ‘importante ora è restare compatti”. I gruppi organizzati della Curva Nord Maurizio Alberti, dopo hanno invitato “tutto il popolo pisano a raggiungere il prima possibile il campo sportivo di san Piero a Grado. Quello che si sta’ verificando oggi e’ assurdo.

La tifoseria e l’intera città hanno dimostrato attaccamento e solidarietà verso la squadra, e questa cosa è reciproca, ma nonostante ciò più reparti della polizia sono di servizio davanti ai cancelli della struttura con l’intento di scortare la squadra verso il ritiro di Avellino luogo che, gli stessi giocatori, si stanno rifiutando di raggiungere.”

Image and video hosting by TinyPicMolti tifosi sono arrivati in Piazza Belvedere per stare vicino alla squadra”, che era in riunione tecnica con il proprio capitano Daniele Mannini, poi alle 16 sarebbero andati ad allenarsi al campo sportivo San Piero a Grado, presente anche un nutrito gruppo di forze dell’ordine e due camionette della celere.

I giocatori hanno lasciato il campo San Piero a Grado verso le ore 20 di mercoledì 17 agosto, dopo quasi cinque ore, ha vinto la ragionevolezza. A conferma di questo anche un comunicato congiunto riepilogativo dell’incontro che si è svolto oggi, al quale hanno partecipato i calciatori nerazzurri, l’Amm. Unico Avv. Giampaolo e il rappresentante dell’Aic Avv. Alessio Piscini.

“Alla luce dell’incontro tra la società nella persona del nuovo Amministratore Unico, e i rappresentanti della squadra e al confronto riguardo le reciproche posizioni, è stato deciso di proseguire di comune accordo l’attività su Pisa sino all’inizio del Campionato.”

https://www.facebook.com/AcPisa1909/videos/1325917060754765/?pnref=story
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)