09272020Headline:

Novara Pisa 1-1 Nessun gruppo organizzato al seguito della squadra. Manifestazione contro i Daspo, per i fatti di Empoli

Oggi 28 gennaio, l’AC Pisa 1909 ha giocato la ventitreesima giornata di campionato nella serie B, allo stadio Silvio Piola contro il Novara, con il risultato in pareggio 1-1, Masucci in extremis trova il pari. I piemontesi si portano in vantaggio con Casarini, poi vengono raggiunti nel finale dai toscani. Ma, nessun gruppo organizzato al seguito della squadra in trasferta, perché è stata organizzata una manifestazione in piazza Garibaldi contro i provvedimenti daspo, che nei giorni scorsi hanno colpito decine di tifosi e che, si può temere, altri ne colpiranno.

28gennaio 2017 da Federico Giusti, Pisa

Una protesta, ovviamente, non contro la proprietà e, tanto meno contro la squadra, che sta degnamente lottando per rimanere nella serie cadetta, bensì contro questa serie di provvedimenti repressivi, considerati assolutamente spropositati rispetto ai fatti realmente registrati a Empoli. 

Sembra che oltre ai Daspo, siano anche in arrivo decine di denunce che si aggiungono agli arresti avvenuti e, al processo in corso che vede imputati numerosi giovani alcuni dei quali, se condannati, rischiano oltre ad ingenti spese economiche, anche la perdita del posto di lavoro e, di non potere più partecipare anche a semplici eventi, come giocare un partita di calcio amatoriale e per beneficenza.

Sui fatti è stata diffusa una nota di stampa del Sindaco, di cui riportiamo integralmente un passaggio:

“Sono dispiaciuto per la pesantezza e l’estensione dei provvedimenti verso i tifosi per la partita di Empoli contro il Brescia. Le violenze e il ferimento di uomini delle forze dell’ordine non si giustificano  al contempo è certo che per quei fatti non ci fu premeditazione e che l’organizzazione dell’accesso dei tifosi ospiti ebbe delle falle, permettendo contatti inattesi che di solito si prevengono. Io stesso ne fui testimone, nel percorso che mi portò ad entrare nello stadio. E poi per le telefonate che ricevetti dopo che i guai erano già fatti, dispiaciute e non certo rivendicative”

Abbiamo raccolto la testimonianza di alcuni ultras del Pisa, ovviamente manterremo l’anonimato essendoci tra loro diffidati e denunciati per i fatti di Pisa Brescia. E le dichiarazioni del Sindaco le abbiamo commentate insieme ai nostri interlocutori di cui abbiamo sintetizzato il pensiero…

“Abbiamo letto le dichiarazioni rese poche ore fa alla stampa dal Sindaco di Pisa, Filippeschi  parla anche di un comportamento positivo e costruttivo della tifoseria nella crisi societaria andata avanti per mesi. Noi siamo costruttivi quando raccogliamo soldi per i terremotati, per il parco di Mau, per acquistare macchinari ospedalieri e per innumerevoli iniziative di solidarietà che hanno sempre contraddistinto la curva. Ma siamo costruttivi anche quando si contesta l’operato della Polizia o gli abusi in divisa o solidarizziamo con le lotte sociali e sindacali dentro le quali molti di noi ci stanno da sempre, partecipi attivi e protagonisti. Abbiamo cercato in rete eventuali dichiarazioni di Filippeschi dopo l’occupazione simbolica della stazione a fine Agosto, non ne abbiamo traccia, al contrario del Prefetto che spese parole pesanti e invito’ le autorità di polizia a individuare velocemente i responsabili.”

“Non siamo affatto convinti  che le ultime dichiarazioni di Filippeschi siano bonarie e dalla parte dei tifosi, anzi siamo certi che i suoi consiglieri e addetti all’immagine (una consulenza di migliaia di euro per la comunicazione si aggiunge al già corposo ufficio stampa) lo abbiano ben consigliato di non inimicarsi la tifoseria, di apparire agli occhi della opinione pubblica sensibile alle sorti del Pisa calcio,  un interlocutore interessato per il bene della città e un amico degli ultras.”

“Abbiamo letto negli anni numerose dichiarazioni di Filippeschi nella versione  paladino dell’ordine e della sicurezza, a invocare la mano pesante contro i movimenti per la casa, i bancarellai, le realtà sociali e sindacali, silenzioso invece attorno a fatti di cronaca sui quali un sindaco dovrebbe spendere la sua autorevolezza quando sono in ballo posti di lavoro o utilizzo dei soldi pubblici o  per condannare  l’operato degli imprenditori che non hanno pagato le tasse  locali. Un sindaco che non risponde mai se non quando è sicuro di avere la prima e l’ultima parola, che evita sovente il confronto in consiglio comunale, disposto ai bagni di folla quando sa di non essere contestato.”

“Da Filippeschi, e dai suoi assessori  non vorremmo solo parole generiche ma una dichiarazione di condanna dell’operato della polizia Fiorentina e di solidarietà con i tifosi che hanno occupato simbolicamente la stazione di Pisa, visto che alcuni di loro (anzi di noi) andranno a processo e in quella sede  dovranno discolparsi da pesanti accuse. Il Sindaco condivide le parole del Prefetto? Ci piacerebbe saperlo. Se, come dice il Sindaco,  ci sono state falle ed errori  nella gestione della piazza, non si capisce la ragione per la quale non si voglia individuarne i responsabili. Il sindaco è disposto a spendersi per una commissione di inchiesta sull’operato delle forze dell’ordine in occasione della partita Pisa Brescia nel campo neutro di Empoli? Il sindaco è disposto a partecipare alla sottoscrizione a favore dei processati? E con lui il Pd e la Giunta?”

“Il dispiacere di Filippeschi per la pesantezza dei provvedimenti verso i tifosi sta a dire che i provvedimenti anche leggeri sarebbero stati giusti? A noi sembra di rivivere una storia vecchia, quella dei buoni  da salvare contrapposti ai cattivi, ai violenti che poi sono gli arrestati. Ma, le parole del Sindaco non dicono che questi provvedimenti sono ingiustificati e da cancellare, il suo dispiacere non è una condanna e una solidarietà reale. Pensiamo quindi che ancora una volta si giochi con le parole e ci si nasconda con frasi di circostanza. O si è a favore o si è contrari ai daspo e alle misure repressive che colpiscono la tifoseria, le frasi di circostanza e le distinzioni tra buoni e cattivi le rimandiamo al mittente.”

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +4 (from 4 votes)

16 Responses to "Novara Pisa 1-1 Nessun gruppo organizzato al seguito della squadra. Manifestazione contro i Daspo, per i fatti di Empoli"